Comic-Con, il panel di Fright Night

Comic-Con, il panel di Fright Night

Di Marco Triolo

“Il vampiro della porta accanto”, recita il sottotitolo italiano di Fright Night, a cui i distributori hanno preferito lasciare il titolo originale nonostante sia il remake di un classico del teen horror anni Ottanta, Ammazzavampiri. Di certo, molte delle fan presenti tra il pubblico del Comic-Con vorrebbero come vampiro della porta accanto Colin Farrell, il cattivo del film che, insieme a Anton Yelchin, Christopher Mintz-Plasse, Imogen Poots, alla sceneggiatrice Marti Noxon (Buffy) e al regista Craig Gillespie, ha presentato il film con l’aiuto di un moderatore d’eccezione: quel Chris Sarandon che prima di lui ha interpretato il ruolo di Jerry Dandrige. Il panel è stato presentato come un antidoto ai vampiri luccicosi e romantici di Breaking Dawn, visto ieri. Qui, ci hanno detto, si fa sul serio.

Del film ci sono state mostrate quattro clip, manna dal cielo. Nella prima, Evil Ed (Mintz-Plasse) cerca di convincere Charley Brewster (Yelchin) che il suo vicino è un vampiro. “Hai letto troppi libri di Twilight”, lo apostrofa Charley. “Mi offendi”, risponde l’amico. La seconda clip vede un minaccioso Jerry (Farrell) chiedere a Charley della birra. La richiesta è in realtà un pretesto per iniziare una spiacevole conversazione sull’uscio di casa Brewster: Jerry minaccia sottilmente la madre (Toni Collette) e la ragazza (Poots) di Charley.

Nella terza clip, Dandrige assedia la casa di Charley, che si è premunito seminando aglio e croci ovunque. Sua madre e la sua ragazza Amy lo prendono in giro quando lui spiega che assolutamente non devono invitare Jerry a entrare, e che finché non lo faranno la casa sarà un posto sicuro. Ma poi il vampiro fa una mossa imprevista: scava una buca nel giardino dei Brewster, estrae il tubo del gas e gli da fuoco. Una fiammata divampa in casa, devastando tutto. “Non c’è bisogno di un invito, se non c’è una casa”, ghigna Jerry alla finestra. Charley, sua madre e Amy si precipitano in auto e iniziano una fuga disperata, braccati da Jerry. Prima, il mostro lancia una moto da cross attraverso il vetro del lunotto (una scena vista nel trailer), poi tenta di bloccare la strada ma viene tirato sotto dall’auto in corsa. Morto? Figurarsi: Jerry è non-vivo e vegeto sotto l’auto di Charley, e si fa strada all’interno grazie ai suoi artigli. Nella quarta e ultima clip, facciamo la conoscenza dell’illusionista di Las Vegas, e auto-proclamatosi esperto di vampiri, Peter Vincent, interpretato dalla star di Doctor Who David Tennant. Vincent appare dapprima con addosso gli abiti del suo numero, con tanto di parrucca e pizzo finto. Mano a mano si spoglia del travestimento, mentre intrattiene con Charley una conversazione surreale: non si capisce se l’uomo creda o meno al ragazzo, ma alla fine sappiamo che lo aiuterà. In questa versione, Vincent appare come un uomo sarcastico e disilluso: probabilmente la crociata contro Dandrige sarà per lui una nuova ragione di vita. Tennant, subito dopo la clip, si è collegato da Londra per salutare il Comic-Con. Si è scusato di non essere presente, ma è attualmente impegnato in uno spettacolo teatrale.

“Ero riluttante quando mi hanno offerto il ruolo”, rivela Farrell, “perché ero stanco dei soliti remake. Ma poi mi è piaciuta la sceneggiatura, che omaggiava l’originale, di cui sono un fan, prendendo però direzioni originali. Ad esempio, il personaggio di Jerry è molto diverso da quello interpretato da Chris Sarandon, e anche Peter Vincent è stato modernizzato”. Un attore che sembra abbonato a remake e reboot (lo abbiamo visto anche in Star Trek e Terminator Salvation) è Anton Yelchin: “Mi fa onore calzare i panni degli attori che prima di me hanno interpretato un dato personaggio. In parte è fantastico prepararsi sulla loro recitazione, in parte amo dare una mia visione. Con Fright Night le cose erano un po’ diverse perché cambia l’arco del personaggio rispetto all’originale”. Ma cosa l’ha attirato di Charley? “Il fatto di non sapere chi è, il che lo spinge in un viaggio alla ricerca di se stesso, durante il quale tra le altre cose affronta anche un vampiro malvagio. Il film è molto ben scritto, ci sono relazioni complesse ma sa anche intrattenere”. E’ d’accordo il regista: “Lo script era fantastico, il tono era già sulla carta. L’originale l’ho visto solo due settimane prima delle riprese, mentre l’ho evitato accuratamente durante la lavorazione”. La parola, dunque, alla sceneggiatrice, che parla di Dandrige: “Abbiamo toccato molto brevemente la backstory di Jerry, ma ci siamo tenuti il meglio per un eventuale seguito”.

Un’ultima parola, anche in questo caso, sul 3D: l’effetto è tutto sommato piuttosto convincente, specialmente nelle scene d’azione. La seguenza nell’auto è realizzata piuttosto bene, così come l’esplosione di casa Brewster. Il resto, come sempre, è abbastanza superfluo, ma bisognerà attendere il film finito per giudicare.

LEGGI ANCHE

Gli studios ignorano le richieste sui protocolli sull’aborto dei creatori 11 Agosto 2022 - 18:03

Disney, Netflix, AppleTV+, NBCUniversal, Amazon, Warner Bros, Discovery e AMC Networks hanno risposto alla richiesta di rettificare il piano di sicurezza sull'aborto di più di mille creatori di Hollywood.

Cenerentola: il trailer del musical Amazon con Camila Cabello 3 Agosto 2021 - 20:20

La rilettura della classica fiaba arriverà su Amazon Prime Video il 3 settembre

Anche Zendaya reciterà nel Dune di Denis Villeneuve 30 Gennaio 2019 - 22:44

La giovane attrice lanciata da Spider-Man: Homecoming raggiungerà un cast davvero stellare!

Contest Scanner – Gioca e Vinci con L’estate addosso, Pets e Alla ricerca di Dory 11 Settembre 2016 - 17:00

Ecco i migliori concorsi / contest / giveaway legati al mondo del cinema e della televisione comparsi nel web negli ultimi giorni...

Dune – Parte Due, cosa e chi dovete ricordare prima di vederlo 27 Febbraio 2024 - 11:57

Un bel ripassino dei protagonisti e delle loro storie, se è passato un po' di tempo da quando avete visto Dune.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI