L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Transformers 3, la descrizione del footage in 3D visto in anteprima

Di Leotruman

La redazione di Screenweek questa mattina ha avuto il piacere di assistere in anteprima italiana alla proiezione organizzata da Universal Pictures Italia a Roma di un footage in 3D di Transformers 3, il terzo capitolo della saga diretto ancora una volta da Michael Bay e in uscita il 29 giugno nel nostro paese.

Sono state mostrate due lunghe scene inframezzate da spettacolari frammenti del kolossal, che ricordo ha come protagonisti Shia LaBeouf, Josh Duhamel, Tyrese Gibson, John Turturro, John Malkovich, Frances McDormand, Patrick Dempsey e per la prima volta sullo schermo la modella Rosie Huntington-Whiteley.

L’intero footage, della durata di circa 20 minuti, è stato presentato in 3D, formato con cui Bay ha ripreso l’intero film utilizzando le più avanzate tecnologie a disposizione ed il risultato è a dir poco spettacolare, indubbiamente la migliore visione in tre dimensioni dai tempi di Avatar.

Ecco la descrizione dell’evento nel dettaglio:

Transformers 3 Michael Bay foto dal set 4

Il footage è iniziato con l’intera sequenza di apertura del kolossal. Il film inizia con uno spettacolare flashback della battaglia avvenuta sul pianeta nativo dei Transformers.

Si tratta di una scena di circa due minuti visivamente perfetta ed estremamente coinvolgente. Ricorda Star Wars, soprattutto nella sequenza in cui viene inseguita un’astronave attraverso stretti cunicoli, e l’effetto 3D è a dir poco incredibile. La profondità del campo visivo è elevata alla massima potenza e lo spettatore non può che esserne coinvolto.
Nonostante non piovani oggetti addosso allo spettatore (i trucchetti di “Viaggio al centro della Terra“) sono molti i dettagli resi estremamente realistici grazie alla visione in tre dimensioni, come i rottami che volano, l’esplosioni e gli spari dei robot.

La scena sul pianeta finisce con un’astronave che riesce a decollare, inseguita da un fascio di missili che si attorcigliano con un effetto spirale riuscendo a colpire la coda della nave poco prima di lasciare l’atmosfera di quel mondo.
Dopo un lungo viaggio sarà proprio quella nave a schiantarsi sulla faccia nascosta della Luna, come suggerisce già visto il titolo in lingua originale: “Dark of the Moon”.

Transformers 3 foto dal film 1

L’ambientazione si sposta sulla Terra, quando i primi tecnici capiscono che l’oggetto che si è schiantato non è un asteroide. Viene informato immediatamente il presidente degli Stati Uniti, e visto che siamo a metà degli anni ’60 troviamo John F. Kennedy nello studio Ovale.
Dopo essersi consultato con i suoi collaboratori il Presidente darà il via alla campagna lunare, con lo scopo proprio di arrivare il prima possibile sul nostro satellite per esaminare l’oggetto volante non identificato schiantatosi.
Per le scene sono state utilizzate delle vere immagini di repertorio con il reale JFK, come alcuni discorsi televisivi, sapientemente integrate con sequenze girate da Bay. Molto bella una sequenza ripresa di lato dove sullo sfondo l’attore che interpreta il Presidente sta parlando alla nazione girato, mentre in primo piano gli spettatori possono guardare in un televisore la vera trasmissione televisiva di Kennedy.

Il mix di scene riprese dal regista e immagini di repertorio continua anche con la partenza dell’Apollo 11 quasi cinque anni più tardi, fino al momento storico della ripresa del primo passo sulla Luna. Bay è stato fedelissimo nel ricreare ogni dettaglio della scena con la massima precisione.

Dopo che gli astronauti hanno effettuato i primi passi e tranquillizzato ed entusiasmato il mondo, i militari simulano una perdita del contatto radio in modo da permetter loro di andare ad esplorare l’astronave aliena, situata a breve distanza dal sito dell’atterraggio del modulo lunare.
Con grande sorpresa scopriranno gli enormi robot, ormai spenti ed esamineranno nel poco tempo a disposizione l’astronave. La scena finisce con la frase “Non siamo soli!” e si assembla sullo schermo in 3D il logo del film.

Segue una serie di brevissimi frammenti presi in sequenza dall’intera pellicola: possiamo vedere Sam parlare con Bumblebee, la prima inquadratura in assoluto di Rosie Huntington-Whiteley, e diversi brevi scene d’azione tutte finalizzate a mostrare l’effetto 3D nella sua spettacolarità.

Transformers 3 Rosie Huntington-Whiteley foto dal film 2

Buona parte della pellicola si svolge a Chicago, una metropoli che verrà quasi rasa al suolo dalla terribile battaglia tra robot. Se nei primi due capitoli avevamo visto al massimo 4-5 robot combattere insieme, qui ce ne sono a decine accompagnati anche da diverse astronavi da battaglia.
I militari sono quasi inerti di fronte a tale potenza e gli automi metallici distruggono qualsiasi cosa si ponga sul loro cammino, come il gigantesco grattacielo che vediamo crollare alla fine del trailer.

E’ seguita poi la proiezione della scena intera presa direttamente dal film, una delle più spettacolari senza ombra di dubbio. Un robot salta dal tetto di uno dei grattacieli e si scaraventa su un aeroplano pieno di militari: i soldati per evitare il massacro dovranno lanciarsi con il paracadute ma grazie ad una speciale tuta alata compiono un vorticoso tour aereo di Chicago, inseguiti dai robot e dai loro spari.

La scena, come ha spiegato Bay in questi giorni, è stata girata interamente in 3D e i paracadutisti non sono stati ricreati in CG. Il regista ha posizionato una camera tridimensionale sul casco degli stunt men e lo spettatore vive l’intera scena totalmente in prima persona. Eccezionale quando proveranno a volare attraverso il cratere nel mezzo di un palazzo bombardato, un tunnel perfettamente ricreato in tre dimensioni.

Poi sono stati proiettati altri frammenti tra cui una scena di 30 secondi talmente entusiasmante che il pubblico di giornalisti e appassionati in sala ha applaudito. Si tratta di una sequenza a velocità rallentata in cui Sam in seguito ad un esplosione è sbalzato in aria e mentre vola (e urla!) Bumblebee riesce a proteggerlo dai rottami che si trovano in aria e lo “cattura” dentro il suo corpo mentre si trasforma nella Camaro gialla che tutti conosciamo, giusto in tempo per evitare di schiantarsi sul suolo.
La sola visione di questa scena in 3D credo possa valere il prezzo del biglietto, ve lo posso assicurare!

Transformers Dark Of The Moon Foto Dal Film 01

Il footage si è concluso con la proiezione del trailer italiano della pellicola sempre in 3D, che probabilmente qualcuno di voi avrà già avuto modo di vedere davanti alle copie di Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del Mare.

Tirando le somme, Michael Bay inizialmente non voleva girare il film in 3D ed è stato quasi obbligato. Una volta che lo standard è stato stabilito, il perfezionismo del regista lo ha portato ad applicare al kolossal le più avanzate tecniche di stereoscopia tridimensionale per quanto riguarda le riprese in 3D quella create in CG (si parla di 3D nativo in questo caso).
Il risultato è altamente spettacolare e coinvolgente e siamo tutti usciti dalla sala con lo stesso entusiasmo provato dopo aver visto Avatar lo scorso anno per la prima volta.

Transformers 3 è un film che merita di essere visto in tre dimensioni, possibilmente su uno schermo di grande dimensioni e con un buon impianto sonoro. L’attesa probabilmente verrà ricompensata perché sembra proprio che Michael Bay abbia confezionato il migliore episodio della trilogia garantendo un epico finale alla saga.

Il film uscirà mercoledì 29 giugno in tutto il mondo in 2D, 3D e IMAX 3D. Per maggiori informazioni potete consultare le nostre News dal Blog. Vi ricordiamo inoltre che il film si trova anche su Facebook, con la pagina ufficiale italiana e quella americana. Infine a questo link trovate il nostro blog tematico dedicato a Transformers.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Black Widow: Scarlett Johansson ha fatto causa alla Disney per l’uscita streaming 30 Luglio 2021 - 11:05

La star ha accusato Marvel di aver violato un contratto che prevedeva un'uscita esclusiva nelle sale e una percentuale sugli incassi. Ma Disney non ci sta

Box Office Italia: Jungle Cruise supera i 200 mila euro 30 Luglio 2021 - 10:30

Nel suo secondo giorno nelle sale italiane, il film Disney ha mantenuto la prima posizione, seguito da Le due torri e Old

What If…? – Uno spot ricco di scene inedite per la serie animata Marvel 30 Luglio 2021 - 9:45

Le realtà alternative del multiverso Marvel nel nuovo spot di What If...?, serie animata dei Marvel Studios che debutterà l'11 agosto su Disney+.

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.