L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

ScreenWEEKend: un anno da ricordare per i mutanti!

Di Marco Triolo

X-Men - First Class Michael Fassbender James McAvoy Jennifer Lawrence Rose Judith Esther Byrne foto dal film 2

Questo fine settimana, a discapito della stagione estiva imminente, è ricco di uscite, sempre piuttosto varie. Si passa dai cinecomics al cinema di gangster, ma non manca la commedia e un edificante esempio di cinema hollywoodiano. A voi le uscite di oggi.

X-Men: L’inizio di Matthew Vaughn

Che dire che non sappiate già di questo film? Matthew Vaughn ha preso in mano il franchise dei mutanti Marvel, che ultimamente era in evidente declino, e ha realizzato quello che, senza troppo sforzo, è il migliore capitolo dai tempi di X-Men 2. Alcune sequenze sono un po’ ingenue, ma in generale il film tiene e cita a piene mani il cinema di James Bond, dall’ambientazione agli interni, passando per i personaggi. Ad esempio il Magneto di Michael Fassbender, mentre il Sebastian Shaw di Kevin Bacon sembra un supercattivo alla Goldfinger. Andatelo a vedere se volete divertirvi e se amate gli Uomini X. Qui la nostra recensione.

Punto d’impatto di Matthew Chapman

Non fatevi ingannare dal titolo: Punto d’impatto non è un action movie con Bruce Willis ma una strana storia che ha per protagonisti due squinternati. Uno è un professore che minaccia di buttarsi da un cornicione, l’altro il poliziotto che dovrebbe teoricamente impedire il folle gesto. Però le cose poi si complicano quando i ruoli si invertono. Per un film intelligente fuori dagli schemi potreste tentare la strada dell’opera di Chapman. E poi ci sono Liv Tyler e Patrick Wilson.

London Boulevard di William Monahan

Nonostante l’ottimo cast – Colin Farrell, Keira Knightley, Ray Winstone e David Thewlis – e il regista William Monahan (sceneggiatore di The Departed), London Boulevard è un concentrato dei più beceri luoghi comuni del gangster movie britannico, pigro nella scrittura, nella regia e nella recitazione. Io vi ho avvertito. Poi decidete voi: magari potrebbe anche essere questione di gusti. O meglio, è sempre questione di gusti. Ok, piantiamola qui: ecco la recensione del nostro Filippo, a cui tra l’altro è piaciuto.

Le donne del 6° piano di Philippe Le Guay

Le Guay racconta una storia di miseria e borghesia nella Francia del 1960. Alla noia di un’esistenza dettata dal conformismo borghese, nella vita dell’agente di cambio Jean-Louis subentra un nuovo stimolo: seguire le vicende di un gruppo di immigrate spagnole che vive nella soffitta del suo palazzo. Si riflette su un po’ tutto in questa pellicola: principalmente è la storia di un uomo che tenta di dare una sferzata a una vita tediosa che non gli si addice più, ma tra le pieghe del racconto fa capolino la Storia con la “S” maiuscola. In Spagna sono infatti gli anni del franchismo, e da quel luogo provengono le donne del titolo. Per chi ama il cinema francese e i film sulla riscoperta di sé.

Un anno da ricordare di Randall Wallace

Con questo timido titolo giunge nel nostro paese Secretariat, storia vera di Penny Chenery, una ragazza che vinse contro ogni previsione il prestigioso torneo Triple Crown, in sella al suo destriero Secretariat e con alle spalle pochissima familiarità con il mondo dell’ippica. Dal regista di We Were Soldiers, nonché sceneggiatore di Braveheart, possiamo aspettarci un racconto edificante fondato sul classico topos americano della seconda occasione e del riscatto tramite la vittoria sportiva. Niente di più, forse, ma a volte può bastare.

Bronson di Nicolas Winding Refn

Esce in fretta prima del debutto in DVD previsto a fine mese (il 22 giugno) l’ottimo film di Nicolas Winding Refn, un regista ancora poco noto in Italia ma che ha da poco incassato il premio per la miglior regia a Cannes, col suo recente Drive. Bronson è un’altra storia vera, quella di Michael Peterson, detto Bronson per la sua propensione alla violenza, che gli costò 34 anni di carcere di cui 30 in isolamento. Una storia estrema raccontata con un taglio originale che saprà conquistare chi è stanco del “solito” cinema sui criminali (vedi più sopra, London Boulevard). Tom Hardy sta diventando una star, e qui capirete perché.

Come ogni settimana, vi rimandiamo ai trailer dei film, al box office e alle nostre app per iPhone e iPad.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli: I character poster italiani 5 Agosto 2021 - 21:45

Shang-Chi, il Mandarino e il misterioso Death Dealer nei nuovi poster di Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli in arrivo nelle sale italiane il 1° settembre

Bruised: Il film diretto da Halle Berry su Netflix il 24 novembre 5 Agosto 2021 - 21:00

L'opera prima da regista di Halle Berry, Bruised, sarà disponibile in tutto il mondo su Netflix il 24 novembre. Nuova immagine

The Lost Daughter: il film di Maggie Gyllenhaal andrà su Netflix in USA 5 Agosto 2021 - 20:15

Il film, tratto da La figlia oscura di Elena Ferrante, sarà presentato in concorso a Venezia, e distribuito in Italia da BIM

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.