Condividi su

17 maggio 2011 • 09:47 • Scritto da Marco Triolo

Tim Burton molla Maleficent e Angelina Jolie!

Il regista ha lasciato la regia di Maleficent, versione de La bella addormentata raccontata dal punto di vista della strega cattiva, interpretata da Angelina Jolie. Al suo posto, potrebbe entrare David Yates...
Post Image
1

C’era da aspettarselo, vista la mole di progetti nell’agenda di Tim Burton. Il regista, impegnato nella lavorazione di due film in contemporanea, Dark Shadows con Johnny Depp e il remake in stop motion del suo corto Frankenweenie, è stato costretto a mollare Maleficent, film Disney che racconta la fiaba della Bella addormentata dal punto di vista della strega cattiva, interpretata da Angelina Jolie. La Jolie resta fissa nel ruolo della strega, e non c’è stato alcuno screzio tra Burton e lo studio: anzi, Frankenweenie sarà prodotto dalla stessa Disney. Semplicemente, il regista non si era mai davvero impegnato, nonostante fosse stata chiamata alla sceneggiatura Linda Woolverton, che ha anche scritto Alice in Wonderland.

Ora che succede? Succede che la Disney dovrà trovare un sostituto, e già si fa il nome di David Yates, regista degli ultimi Harry Potter. Voi come la vedete?

(Fonte: The Hollywood Reporter)

Condividi su

Un commento a “Tim Burton molla Maleficent e Angelina Jolie!

  1. La notizia ha due aspetti in apparenza opposti.
    Il primo è che dispiace davvero che il progetto salti.
    Tim Burton e la Jolie sembrano per il cinema fatti l’uno per l’altra.
    Ed il ruolo della strega è perfetta per Angelina.
    Il secondo aspetto è che tutto sarebbe stato ideale se il progetto fosse completamente di Burton.
    La presenza della sceneggiatrice di Alice in Wonderland non è una garanzia di qualità ma di incassi e l’operazione voluta dalla Disney aveva il chiaro intento di replicare il successo di Alice, trasportando l’impostazione nel nuovo progetto. Un film per tutti da ogni favola principale e tantissimi vincoli.
    Quindi non sarebbe venuto fuori un film di Tim Burton, come avremmo pensato, personale ed originale, con la libertà di fare le cose come le vuole lui. Ma un Alice 2 di cui non si sente la necessità.
    E si chiama David Yates, un solido mestierante, docile e adatto per un film su commissione.
    Quindi pericolo scampato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *