Warning: getimagesize(http://static.screenweek.it/2010/2/26/Green-Zone-Matt-Damon-Foto-Dal-Film-57_mid.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
La Warner Bros acquista un film per il debutto alla regia di Matt Damon?

La Warner Bros acquista un film per il debutto alla regia di Matt Damon?

Di Leotruman

La Warner Bros sta negoziando proprio in questi giorni l’acquisto di Father Daughter Time: A Tale of Armed Robbery and Eskimo Kisses, uno script di Matthew Aldrich che è molto richiesto e ha ricevuto ben 5 offerte nell’ultimo periodo.

Se l’accordo andrà in porto il film in teoria avrebbe già un protagonista: si tratta dell’attore Matt Damon, che potrebbe anche essere scelto come regista per il suo debutto dietro la macchina da presa (un rumor che ormai viene ripetuto da diverso tempo).

Green Zone Matt Damon Foto Dal Film 57

L’asta per i diritti, che ha raggiunto cifre elevate, probabilmente verrà vinta dalla Warner Bros ma in ogni ci sono la Paramount (con JJ Abrams interessato al prodotto), la Fox di Peter Chernin), la Mandate e infine Walter Parkes con la Relativity Media. Un soggetto davvero molto conteso.

Ci sono stati anche alcuni colpi di scena durante l’asta visto che un’offerta era stata fatta anche dallo stesso Damon con Chris Moore tramite la loro società di produzione, la Pearl Street, e con il denaro di finanziatori privati. Visto che la stessa società è legata alla Warner Bros, Deadline riporta che la gara si è quasi conclusa e che la Warner Bros dovrebbe ottenere i diritti per poi far gestire il progetto da Damon e dalla Pearl Street.

La storia parla di un uomo che fugge con la figlia, sua complice in diverse rapine che coinvolgono ben 3 stati. Secondo lo stesso Aldrich “E’ un piccolo road-movie, molto personale, molto dark ma allo stesso tempo spassoso”.

Ma perché Matt Damon ha fatto anche una propria offerta indipendente? Secondo Jewerl Ross, uno dei manager di Aldrich che sta lavorando all’asta, è perché Damon è stato totalmente rapito dal soggetto e vuole proteggere a tutti i costi la visione dello scrittore evitando che un grande studio possa acquistarlo per sviscerarlo e cambiarlo totalmente (non è quindi solo una questione di soldi).

Aspettiamo aggiornamenti nei prossimi giorni, in ogni caso siamo curiosi di scoprire se Matt Damon possa replicare il successo di Ben Affleck, che dietro la macchina da presa (con gli ottimi Gone Baby Gone e The Town) sembra aver iniziato una seconda vita.

Fonte: deadline

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Indiana Jones 5: Prima immagine ufficiale di Harrison Ford 26 Maggio 2022 - 21:49

Ecco Harrison Ford nei panni di Indiana Jones nella prima immagine ufficiale del quinto capitolo del franchise, diretto da James Mangold

The Mandalorian: la stagione 3 a febbraio su Disney+ 26 Maggio 2022 - 21:49

Nel corso della Star Wars Celebration è stato annunciato che la terza stagione di The Mandalorian arriverà su Disney+ a febbraio 2023.

Star Wars: Skeleton Crew, Jude Law protagonista della nuova serie live action 26 Maggio 2022 - 21:34

Jude Law è il protagonista della nuova serie di Star Wars, Star Wars: Skeleton Crew, che debutterà nel 2023.

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.