Condividi su

15 maggio 2011 • 12:04 • Scritto da Ilaria

Dal trailer al film: Red

E' uscito ieri in nei nostri cinema Red, il cinecomic diretto da Robert Schwentke con Bruce Willis, Morgan Freeman, Helen Mirren e John Malkovich, ispirato al fumetto scritto da Warren Ellis. Siete andati a vederlo? Cosa ne pensate?
Post Image
1

Red John Malkovich Morgan Freeman Bruce Willis foto dal film 5

E’ uscito venerdì in nei cinema italiani Red, il cinecomic diretto da Robert Schwentke con Bruce WillisMorgan FreemanHelen Mirren, John MalkovichMary-Louise ParkerKarl Urban ispirato al fumetto scritto da Warren Ellis. Il trailer, così come gli altri materiali promozionali che sono stati usati nel corso della campagna di lancio di questa pellicola, era ricco di scene d’azione e di dialoghi ad alto tasso ironico…

… il che ci ha fatto sperare di poter passare un paio d’ore in totale spensieratezza guardando un action movie avvincente e, allo stesso tempo, non troppo “faticoso” da seguire. Ora noi della redazione di ScreenWEEK siamo curiosi di sapere se siete andati a vedere il film e, soprattutto, cosa ne pensate! Siete usciti dalla sala soddisfatti oppure la pellicola ha deluso le vostre aspettative? E che ne pensate del trailer che abbiamo appena visto? E’ riuscito a dare un’idea precisa del prodotto che stava promuovendo?
Noi come ogni sabato restiamo in attesa dei vostri commenti. Se non siete ancora corsi al cinema ma pensate di farlo oggi o nei prossimi giorni, potete dare un’occhiata alla recensione in anteprima del nostro Filippo e poi cercare la sala più vicina a voi consultando la nostra programmazione. E se volete avere il grande cinema sempre a portata di mano, ricordate di scaricare le nostre applicazioni per iPad, iPhone, iPod Touch e Android!

Condividi su

Un commento a “Dal trailer al film: Red

  1. Un film medio, che ha il suo punto di forza e di distinzione nel cast, molto compreso ed integrato nei ruoli, a cui conferiscono un tocco riconoscibile e divertito di classe e personalità. Willis e John Malkovich svettano su tutti ed è un piacere sincero rivedere Mary Louise Parker.
    Un cinefumetto riuscito perchè resta un fumetto senza pretese ed assecondato da una discreta verve in cabina di regia e da una buona tecnica. Migliore la prima parte più compatta e ritmata, con un certo mordente ironico, che la seconda, più rilassata e diluita, che conduce in tranquillità verso il twist finale.
    Essenziale con tanto fumetto dentro. Me gusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *