L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Conto alla rovescia per Cannes

Di Andrea D'Addio

Mezzanotte a Parigi Owen Wilson Carla Bruni foto dal film 1

Meno di ventiquattro ore all’apertura di Cannes, e va bene che si parla sempre male dell’organizzazione italiana, che ci riduciamo sempre all’ultimo momento basti le ore precedenti il via di ogni Mostra del cinema di Venezia, ma anche qui in Costa Azzurra, il giorno della vigilia, il numero dei carpentieri è  pari a quello di giornalisti e vari operatori del settore. Per loro fortuna il caldo non è soffocante, qualche nuvola copre il sole e il lavoro per montare stand, tavoli e passerelle nonché l’affissione dei vari poster in giro per il lungomare prosegue senza sosta vibrando giusto della solita tensione che contraddistingue chi è costretto a fare le cose di fretta e nulla più. Il numero di imprecazioni in francese, ma con accento slavo, risulta così piuttosto contenuto e se ci si siede di fronte al mare, sfogliando il programma con le varie date e orari di ogni film, si riesce persino ad apprezzare la festaiola atmosfera generale senza lasciarsi distrarre dall’invasivo rumore dei preparativi.

Mezzanotte a Parigi Poster USA

Ok, l’hanno detto tutti, si apre con il film di Woody Allen, Midnight in Paris, e la curiosità che sta letteralmente logorando le redazioni giornalistiche e i cavalletti dei fotografi di tutto il mondo è legata alla presenza, o meno, di Carla Bruni sul tapis rouge. Per ora, nulla di confermato, anzi, si sa già che ci sarà tutto il resto del cast, mentre di lei ancora nessuna notizia. Verrà? E se verrà, sarà possibile studiare la forma del suo pancione per capire se davvero è incinta di due gemelli? Sono domande che meritano una risposta e ci aspettiamo che il tutto venga chiarito il più presto possibile.
Detto questo, i primi quatto giorni del festival sono senza dubbio quelli più ricchi di glamour, volti noti (americani) e intrattenimento in grande stile. Sempre domani, dopo Woody Allen, sarà infatti  presentato alla stampa Sleeping Beauty, rilettura moderna e un po’ erotica (ormai è una moda per le storie un tempo conosciute “per bambini”) di una delle fiabe più celebri di Chales Perrault. Stavolta nessuna principessa Aurora, ma una studentessa universitaria dal nome Lucy, interpretata da Emily Browning (recente protagonista del flop Sucker Punch).

Kung fu panda 2 Poster Italiano

Il giorno dopo sarà la volta di Kung Fu Panda 2, di cui è previsto un red carpet con Dustin Hoffmann, Jack Black e forse Angelina Jolie, ma nessuna proiezione stampa, né si trova il titolo all’interno del programma ufficiale del Festival. Misteri che saranno chiariti al massimo domani. Lo stesso giorno Tilda Swinton e John C.Reilly interpreteranno due genitori di un futuro (almeno narrativamente parlando) giovanissimo assassino pronto a massacrare i propri compagni di scuola in We Need to Talk About Kevin, tratto dall’omonimo best seller di Lionel Shriver del 2003. Una storia che senza dubbio farà pensare al Gus Van Sant di Elephant, che proprio lo stesso giorno aprirà la sezione Un Certain Regard con il suo Restless (nel cast l’ex Alice in Wonderland Mia Wasikowska).  Venerdì molto italiano: Habemus Papam di Moretti e il francese Polisse, nel cui cast spicca il nome del nostro Riccardo Scamarcio.

Pirati dei Caraibi Oltre i confini del Mare Poster Italia

Sabato sarà la volta di I Pirati dei Caraibi 4, quindi di Johnny Depp e della new entry (di certo più espressiva di Orlando Bloom e Kiera Knightley messi assieme. Di cui ha idealmente preso il posto) Penelope Cruz. Michael Redford, che firmò la regia di Il Postino di Troisi, presenterà sempre sabato un documentario sul grande pianista jazz Michel Petrucciani.

Melancholia Poster USAThe Tree of Life Poster Italia

Da domenica in poi, il festival entrerà nel vivo della competizione: i fratelli Dardenne, già due volte Palma d’Oro, con Le Gamin au vélo, il sempre attesissimo Terrence Malick con The Tree of Life, Lars Von Trier con Melancholia, Aki Kaurismaki con Le Havre, Pedro Almodovar con La piel que Habito e Paolo Sorrentino con quel This Must be the Place in cui vedremo l’ennesima trasformazione di Sean Penn. Fuori concorso una Jodie Foster nella duplice veste di regista e attrice darà la possibilità a Mel Gibson di riscattare gli ultimi anni di carriera, con The Beaver. Tanti, celebrati, autori ed interpreti quindi da cui ci si aspetta tanto e su cui Cannes è pronta a ripartire dopo la fiacca edizione dello scorso anno. Ci saranno film che a sorpresa conquisteranno i favori di pubblico e critica e qualche sicura delusione. Non ci resta che alzare il sipario. Sempre che nel frattempo, mentre scriviamo, lo abbiano finito di montare.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Clone: Robert Kirkman e il collettivo GRAMS si alleano per una serie TV 14 Maggio 2021 - 14:30

Dal fumetto di David Schulner, una serie prodotta in Italia dalla collaborazione tra Skybound e Fabula Pictures

Disney: Ecco le uscite cinematografiche italiane nei prossimi mesi 14 Maggio 2021 - 14:02

Da Crudelia a Assassinio sul Nilo, ecco le uscite cinematografiche italiane nei prossimi dodici mesi del listino di Walt Disney Company Italia

Venezia 78 – Anche Dune tra i possibili film del programma 14 Maggio 2021 - 13:45

Stando a Variety, Dune potrebbe essere presentato a Venezia 78 insieme a Freaks Out, On a Half Clear Morning e Lost Illusions.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.