L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Acquolina in bocca per Super8

Di Andrea D'Addio

Super 8 Joel Courtney Elle Fanning foto dal film 3

Ohio, 1978. Un gruppo di ragazzini sta girando segretamente dai genitori un video amatoriale nello storico formato super8 (da qui il titolo). Stanno filmando in una stazione ferroviaria abbandonata, è notte, accanto a loro passa velocemente un treno, nella direzione opposta però arriva un auto. L’impatto è tanto pauroso quanto spettacolare. Ma non è tutto. Scampati al disastro, un nuovo pericolo è in agguato. Cosa trasportavano quei vagoni? E perché il conducente dell’auto dell’incidente, poco prima di esalare l’ultimo sospiro, dice ai ragazzini di scappare il più velocemente possibile da lì prima che arrivino i militari e vengano a sapere che ci sono dei testimoni?

Quando ci sono registi del calibro di J.J. Abrams, la presentazione in anteprima di un minimontaggio di soli venti minuti di film è una strategia di lancio che funziona. Si pagherebbe con piacere il biglietto per rimanere in sala e scoprire cosa succederà dopo. Il creatore di Lost è uno che sa dove mettere le mani quando si tratta di creare grande spettacolo. Fracassone, senza dubbio, ma capace di tenere alta la tensione con un espediente tanto semplice, quanto irresistibile: il mostrare il più tardi possibile il cattivo della situazione. Se in Cloverfield (di cui era produttore) erano i grattacieli, qui, almeno nei venti minuti che abbiamo visto, è prima lo sportello di un vagone e poi l’insegna di una stazione di benzina. Qualcosa si intravede in una pozzanghera, sembra lo stesso mostro del già citato Cloverfield e l’idea viene spontanea: che Super8 ne sia un prequel?

Super 8 Joel Courtney Elle Fanning foto dal film 2

Come è suo solito (Lost ne è l’esempio più lamapante, ma anche Star Trek) J.J .Abrams mette al centro della sua storia un gruppo di personaggi: in questo caso ragazzini con il sogno di girare un film. Le eco che si percepiscono in lontananza sono quelle di E.T (non sembra un caso che Steven Spielberg sia il produttore di Super8) e Stand By Me, con scelta di canzoni (le musiche sono di Michael Giacchino) e granulosità della fotografia adatte a suscitare nostalgia fin dalla prima inquadratura. Elle Fanning ruba gli occhi con una scena drammatica da attrice consumata, che orma più brava della sorella maggiore Dakota (che l’ha inserita nello show business) sembra un dato di fatto. In Italia Super8 uscirà il 30 settembre, negli States il 10 Giugno. Per ora ci si deve accontentare.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Alex Kurtzman ha esteso il suo contratto con CBS Studios fino al 2026 1 Agosto 2021 - 19:06

Alex Kurtzman rimarrà a capo dell'universo di Star Trek per altri sei anni, dopo il rinnovo del suo contratto con CBS Studios

Il revival di Criminal Minds su Paramount+ forse non si farà 1 Agosto 2021 - 19:00

Lo ha rivelato su Twitter la star della serie originale Paget Brewster

Stallone ha un nuovo anello fortunato… Expendables 4 si avvicina! 1 Agosto 2021 - 17:00

Il protagonista e creatore del franchise ha postato su Instagram la foto del nuovo anello del suo Barney Ross. Ci siamo?

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.