L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Next Three Days, la recensione in anteprima

Di Filippo Magnifico

The Next Three Days Poster ItaliaRegia: Paul Haggis
Cast: Russell Crowe, Elizabeth Banks, Brian Dennehy, RZA Robert Diggs, Ty Simpkins, Liam Neeson, Olivia Jane Wilde, Lennie James, Moran Atias, Aisha Hinds
Durata: 2h 2m
Anno: 2010

La tranquilla vita del professore John Brennan (Russell Crowe) viene sconvolta il giorno in cui la polizia irrompe nel suo appartamento per arrestare sua moglie Lara (Elizabeth Banks), accusandola di omicidio. Le prove contro di lei sono schiaccianti, ciononostante John è convinto dell’innocenza della domma che ama. Il tempo passa e, mentre la moglie continua a perdere ogni speranza di poter un giorno uscire fuori dal carcere, l’uomo fa di tutto per mantenere vive le speranze e crescere il loro figlioletto Luke, che comincia a vedere la madre come una figura estranea, aumentando il suo dolore. Passati tre anni John decide di tentare il tutto per tutto, organizzando l’evasione di Lara.

Il giorno in cui Paul Haggis ha deciso di passare dietro la macchina da presa, è passato dall’essere un acclamato sceneggiatore al diventare un controverso regista, dividendo critica e pubblico e dando vita ad opere (Crash-Contatto fisico e Nella valle di Elah) considerate genuinamente toccanti e, al tempo stesso, accusate di un eccesso di sentimentalismo, il più delle volte palesemente calcolato. In questi casi – o perlomeno nella maggior parte – la verità si trova esattamente nel mezzo, ma parlarne è tanto inutile quanto banale, perciò cerchiamo di soffermarci solo ed esclusivamente sulla sua ultima fatica.

The Next Three Days, remake del francese Anything for her, pellicola del 2007 diretta dall’esordiente Fred Cavayé, è un film che fondamentalmente non dice niente di nuovo, aggiungendosi alla miriade di drammi mascherati da thriller che sono usciti negli ultimi anni e che, cascasse il mondo, continueranno ad uscire. Al centro della vicenda c’è un uomo, che chiede disperatamente e ostinatamente giustizia su un errore giudiziario che, a conti fatti, vede solo ed esclusivamente lui, e che si trova costretto ad andare avanti nonostante il carico di disgrazie che gli è piombato addosso. Partendo da questa premessa Haggis riesce ad orchestrare un’opera che regge bene ogni possibile incongruenza o forzatura, avvolgendo ogni momento di pathos (lo stesso che, sicuramente, dividerà nuovamente pubblico e critica) e calibrando in maniera sapiente la tensione, che raggiunge il culmine nel momento della tanto attesa evasione.

Se l’operazione riesce è merito sicuramente del regista, ma anche di Russell Crowe, in grado di sostenere magnificamente il peso di questa storia, proponendoci un personaggio che, allo stesso modo di quel John Nash che gli è valso una candidatura all’Oscar, è tanto imponente quanto fragile.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il produttore Scott Rudin lascia tutti i suoi progetti dopo le accuse di abusi ai dipendenti 20 Aprile 2021 - 21:30

Il mega-produttore, premio Oscar per Non è un paese per vecchi, ha fatto un passo indietro dopo una serie di pesanti accuse

Ted Lasso: la seconda stagione dal 23 luglio su Apple TV+, ecco il trailer! 20 Aprile 2021 - 20:53

Apple TV+ ha diffuso il trailer della seconda stagione di Ted Lasso, la serie sportiva interpretata e creata da Jason Sudeikis.

Cannes 2021: confermati The French Dispatch e Benedetta di Paul Verhoeven 20 Aprile 2021 - 20:45

I nuovi film di Wes Anderson e Paul Verhoeven, già selezionati l'anno scorso, verranno presentati sulla Croisette

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.