L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Next Three Days, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

The Next Three Days Poster ItaliaRegia: Paul Haggis
Cast: Russell Crowe, Elizabeth Banks, Brian Dennehy, RZA Robert Diggs, Ty Simpkins, Liam Neeson, Olivia Jane Wilde, Lennie James, Moran Atias, Aisha Hinds
Durata: 122 minuti
Anno: 2011

Nonostante sia un remake, e fino ad un certo punto molto fedele all’originale Pour Elle, The Next Three Days ha una partenza dalla scrittura sopraffina. E non lo si dice solamente perchè alla regia (e alla sceneggiatura ovviamente) c’è Paul Haggis, emerso per le sue doti di scrittore e solo recentemente passato anche alla regia, quanto perchè anche per gli standard dello sceneggiatore di Million Dollar Baby e Casino Royale, il percorso indiziario prima e di lenta costruzione di un piano poi, ha del magistrale.

Capace di stare abilmente con il piede in due staffe, tra il realismo di una lenta discesa personale in un piano paradossale ma lucidamente elaborato e la classica narrazione iperbolica all’americana di eroi solitari che lottano contro il destino, Haggis sembra padroneggiare anche registicamente uno dei film più interessanti dell’annata. Almeno fino ad un certo punto.
L’ultima mezz’ora e più, quella d’azione in cui si tirano le fila di quanto è stato costruito lungo il film passando dall’elaborazione del piano alla sua attuazione ( quella che si differenzia di più dall’originale), riesce sistematicamente a distruggere tutta l’ambiguità e l’interesse che la pellicola aveva suscitato. Una cosa che purtroppo capita spesso quando Haggis oltre a scrivere siede anche dietro la macchina da presa.

La storia del marito, innocuo professore, che si ritrova la moglie accusata e incarcerata per omicidio e che crede ciecamente alla sua innocenza, tanto da pianificare per anni la sua evasione, poteva essere (e fino ad un certo punto è) un film sul disperato progetto di un folle che vede una realtà che nessun altro vede. Invece Haggis nell’ultima parte opera una rilettura degli stimoli forniti dal resto del film, colpi di scena inclusi, riportando tutto nell’alveo del politicamente corretto, della giustizia e di una bontà manichea.
Dopo aver posto domande lungo il film all’improvviso nel finale si mette a dare tutte le risposte. TUTTE. E sono tutte deludenti.

Un buon thriller buttato nella parte finale o solida pellicola di genere? Qui le altre critiche

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Zero – Antonio Dikele Distefano intervista Giuseppe Dave Seke in un nuovo video 15 Aprile 2021 - 17:45

Antonio Dikele Distefano, creatore di Zero, dialoga con il protagonista Giuseppe Dave Seke in un nuovo video pubblicato da Netflix.

Riapertura cinema: ecco le linee guida delle regioni 15 Aprile 2021 - 17:30

La Conferenza delle Regioni ha approvato un documento che sarà proposto a Governo e Comitato tecnico-scientifico

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.