L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Pezzi di cinema: speciale Pasqua

Di Marco Triolo

Salute a voi tutti, cari lettori che seguite questa umile rubrica. Come l’anno scorso, vi facciamo gli auguri di Buona Pasqua con un numero speciale in tema con la festa di oggi. E i proponiamo un film che, meglio di tanti altri, racconta la Passione di Cristo e riesce anche a divertire con numeri musicali dal gusto tremendamente hippie. Stiamo naturalmente parlando di Jesus Christ Superstar, l’opera rock di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice così come è stato rappresentata al cinema da Norman Jewison.

Fu Barry Dennen, attore che interpretava pilato nell’album che aveva poi portato al musical di Broadway, a suggerire a Jewison di tratte un film dall’opera. Dopo aver ascoltato il disco, in cui Ian Gillan dei Deep Purple interpretava la parte di Gesù, il regista si convinse a dirigere il progetto. La pellicola fu girata nel 1972 in Israele e altre location mediorientali, e si fa notare principalmente per il suo stile bizzarro, che mescola antico e moderno – le guardie di Pilato armate di mitragliatori, Pilato stesso che sfoggia una villa con piscina – e per l’approccio meta-cinematografico nel mostrare il cast e la troupe che arrivano sul set in bus e che, alla fine, smontano tutto dopo la crocifissione per ripartire con lo stesso bus.

Il cast è composto quasi tutto da attori che già avevano interpretato la rappresentazione di Broadway: Ted Neely, l’attore che interpreta Gesù, a teatro aveva solo fatto la parte di un lebbroso e di un reporter, ma aveva preparato anche il ruolo principale in quanto sostituto ufficiale del protagonista. La parte era stata offerta prima a Gillan, che però rifiutò per andare in tour con i Deep Purple. Memorabile anche l’interpretazione di Carl Anderson nei panni di Giuda, che nel testo è reso molto più umano e sfaccettato (suggerisce che darà i trenta denari ai poveri), e in generale alcuni cambiamenti suscitarono le ire sia della comunità ebraica, che ci vedeva dell’anti-semitismo, sia quelle cristiane, che consideravano il ritratto di Gesù, rappresentato come un giovane che allude anche a una vita sessuale, blasfemo. I testi furono anche parzialmente cambiati per cercare di non urtare troppo i sentimenti del potenziale pubblico. Circa quarant’anni dopo, le polemiche si sono ovviamente spente e rimane solamente un film capace come pochi di scattare un’istantanea di un’epoca, ma anche sincero e sentito più di tante leccate e legnose mega-produzioni, rese innocue per la troppa paura di offendere. Qui sotto una selezione di scene mitiche dal film. Buona Pasqua a tutti!!

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Elite: La stagione 4 dal 18 giugno, foto e video annuncio 12 Aprile 2021 - 16:03

Prime foto ufficiali e video annuncio della quarta stagione di Elite, in arrivo su Netflix a giugno

Gabriele Muccino rinnega Quello che so sull’amore, il film con Gerard Butler “fu un vero incubo” 12 Aprile 2021 - 14:30

Gabriele Muccino è tornato sui social. Lo ha fatto per disconoscere ufficialmente un suo film: Quello che so sull’amore, il suo terzo film americano, realizzato nel 2012 dopo La ricerca della felicità e Sette anime.

Carrie-Ann Moss racconta di aver ricevuto offerte per “ruoli da nonna” subito dopo aver compiuto 40 anni 12 Aprile 2021 - 13:45

Carrie-Ann Moss parla del modo in cui l'industria hollywoodiana vede le donne non appena compiono 40 anni, rivelando la sua esperienza.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.