L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Lo stravagante mondo di Greenberg, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Lo stravagante mondo di Greenberg Locandina ItaliaRegia: Noah Baumbach
Cast: Ben Stiller, Juno Temple, Rhys Ifans, Jennifer Jason Leigh, Chris Messina, Dave Franco, Brie Larson, Greta Gerwig, Mark Duplass, Susan Traylor
Anno: 2011

Sarebbe bello stare in sala nei primi giorni di proiezione di questo film promosso come un’altra grande ed esilarante commedia con Ben Stiller mentre è un dramma intimista che non vuole divertire ma semmai toccare.
E proprio qui sta il limite di un film che in più di un momento riesce davvero a toccare come desidererebbe ma che poi aspira a tracciare una parabola umana di sommessa sofferenza e lotta contro se stesso per un domani migliore, che è ben oltre alle proprie possibilità.

Greenberg è il cognome del protagonista e di suo fratello che, partito per le vacanze, gli affida casa e cane. Sebbene residente a New York, Greenberg si sposta ad Hollywood per badare alla villa del fratello, lì incontra vecchi amici e conosce una ragazza (l’assistente di famiglia). La particolarità del protagonista è il suo essere molto problematico, introverso e reduce da cure psichiatriche.
Non è mai chiaro quanto queste cure siano state realmente necessarie o il tipico modo di esternalizzare la risoluzione di problemi personali da parte di chi ha talmente tanti soldi da crearsi problemi simili.

Denso di dialoghi, molto personale, asciugato nella regia e decisamente mumble (c’è uno dei Duplass a fare da garante) Greenberg è un film che sembra davvero poco riuscito, non tanto per i suoi momenti più deboli quanto per quelli migliori. E’ proprio quando gli occhi indifesi di Ben Stiller, che si portano dietro la storia dell’attore fatta di personaggi sempre insicuri ma determinati, incrociano la personalità disturbata e in cerca d’affetto del personaggio che si intuisce cosa Greenberg poteva e voleva essere ed irrimediabilmente non è.

Staccarsi dall’immagine di grande attore comico non è facile e Stiller ce la mette tutta, forse però è Greenberg a non essere il film adatto? Qui le altre critiche


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Thor: Love and Thunder – Russell Crowe interpreterà Zeus! 23 Aprile 2021 - 8:45

Russell Crowe svela a una radio australiana che interpreterà Zeus in Thor: Love and Thunder, e che si stava apprestando a concludere il suo impegno sul set.

Fascinating Rhythm: Martin Scorsese produrrà il film su George Gershwin 22 Aprile 2021 - 21:30

Il progetto è stato affidato al regista di Sing Street, John Carney, e non dovrebbe essere un biopic canonico

Haunted Mansion: il film ispirato all’attrazione di Disneyland trova il suo regista 22 Aprile 2021 - 20:45

Il creatore di Dear White People Justin Simien dirigerà il film per Disney

Chi è M.O.D.O.K. e da dove salta fuori con quel suo capoccione 22 Aprile 2021 - 16:22

Le origini di M.O.D.O.K., uno dei più bizzarri villain di tutta la storia Marvel.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?