Condividi su

17 aprile 2011 • 16:46 • Scritto da Cristiano

Game of Thrones: parte stasera in USA l’attesissimo serial tratto dai romanzi di Martin

L'Inverno è arrivato.
Post Image
4

Game of Thrones 1x03 Lord Snow Lord Eddard 'Ned' Stark PromoL’Inverno è arrivato.

E no, non voglio addentrarmi in questioni puramente metereologiche e dilungarmi su quanto il tempo, negli ultimi giorni, non si addica propriamente alla stagione primaverile.

L’Inverno è arrivato perchè oggi, finalmente, negli USA debutta Game of Thrones, l’attesissima serie tv tratta dalla saga di romanzi di George R. R. Martin. Una saga di culto, quella de Le Cronache del ghiaccio e del fuoco, che consta per il momento di quattro novels (in italia Mondadori li ha inspiegabilmente pubblicati in 9 romanzi; il nuovo capitolo della saga invece uscirà questa estate negli States), che vanta milioni di fans in tutto il mondo che minuziosamente seguono le avventure dei loro beniamini, sopportando i dilatatissimi tempi di scrittura di Martin.

Quando la HBO annunciò alla fine dello scorso anno di aver ufficialmente ordinato la serie, furono in molti a storcere il naso: quella che si presenta come una delle più imponenti saghe storico/fantasy mai realizzate arrivava in televisione. Quando però venne annunciato che anche George R. R. Martin fosse a bordo del progetto, i dubbi dei più si erano in parte risollevati. E poi c’erano delle garanzie: in primis la rete, HBO, che ha una storia di prodotti di qualità. E poi l’intenzione di trattare un romanzo per stagione.

La prima stagione di Game of Thrones, che partirà stasera su HBO (dopo una piccola anteprima la settimana scorsa), racconterà gli avvenimenti del primo romanzo della saga A Game of Thrones appunto (in italia pubblicato in due romanzi, Il trono di spade e Il grande inverno). Sarebbe alquanto riduttivo cercare di raccontare sommariamente la trama, perchè la bellezza e la grandezza della saga di Martin sta proprio nella complessità dell’opera: sia per quanto riguarda la trama (piena di colpi di scena e di svolte inaspettate), ma soprattutto per la vivacità e la profondità dei tanti personaggi protagonisti.

Volendo darvi un assaggio della trama, mi viene in aiuto wikipedia: Nel continente di Westeros, in seguito alla controversa morte del re Robert Baratheon, che aveva conquistato il trono durante la battaglia sul Tridente e lo aveva consolidato attraverso il matrimonio con Cersei Lannister e il proprio grande carisma, scoppia una feroce lotta di potere per decidere chi si siederà sul “Trono di Spade”. Nel frattempo l’ultima discendente della Casa Targaryen, la dinastia che aveva governato su Westeros prima di essere detronizzata da Robert e dai suoi alleati, sta cercando di trovare fondi e seguaci per riconquistare il regno sottrattole. Intanto tutti ignorano l’inverno imminente e l’antico pericolo che porta con sé, lasciando la Barriera, ultimo ed invalicabile baluardo tra gli uomini e gli Estranei, in mano ai pochi e male assortiti Guardiani della notte (Night’s Watch, nella versione originale).

Game of Thrones è un racconto epico, in cui storia e leggenda, fantasy ed action si amalgamano alla perfezione. A donare quel qualcosa in più però sono tutti i personaggi, da quelli principali a quelli secondari, a cui Martin ha saputo minuziosamente, con grande maestria, conferire una vivacità e una profondità uniche. A partire dal valoroso condottiero e sovrano Eddard Stark, che nel serial ha il volto di Sean Bean; passando per la terribile Cersei Lannister, che ha le perfette sembianze della bellissima Lena Headey. L’adorabile ‘bastardo’ Jon Snow, che viene interpretato da Kit Harington; e la regina Catelyn Stark, una donna valorosa e allo stesso tempo piena di fragilità. Vi invito a spulciarvi per bene la guida che Episode39 ha dedicato al serial, per scoprire tutto sugli altri personaggi (che per ragioni di spazio ho omesso, altrimenti la lista sarebbe stata infinita – ma meritano tutti un’occhiata).

Il progetto di portare Le cronache del ghiaccio e del fuoco sul piccolo schermo è partito nel 2007. Le intenzioni della rete erano chiare dall’inizio: fare il miglior lavoro possibile. Ecco perché fu subito richiesto il coinvolgimento di George R. R. Martin chiamato, oltre che a supervisionare il progetto, anche a partecipare alla stesura della scrittura degli episodi. Con un budget stimato intorno ai 60 milioni di dollari (solo il pilota è costato 10 milioni), non c’è dubbio che la rete punti tantissimo su quello che vanta il titolo – per diversi aspetti – del più mastodontico fantasy mai visto in televisione. La HBO ci punta talmente tanto da aver già opzionato una seconda stagione, a una settimana di partenza dalla prima: d’altronde, per ammortizzare i costi dovuti a set, costumi e quant’altro, l’unica possibilità sarebbe programmare sul lungo periodo.

L’anticipazione per la serie è stata descritta dai vari media outlets come enorme, con un fanbase appassionato che ha seguito da vicino lo sviluppo dello show. Le recensioni sono state perlopiù positive: i critici hanno sottolineato quanto ben realizzato fosse il mondo dello show, quanta attenzione fosse dedicata alla complessità dei personaggi, sottolineando in sì quanto il cast fosse bravo – ma in particolar modo quanto i più giovani attori fossero dotati.

Insomma: quello di oggi è senza ombra di dubbio un giorno memorabile per la televisione.

L’Inverno è arrivato.

E nonostante abbia massima fiducia nella HBO, sono anche convinto che sarà in parte veramente difficile ripetere la magnificenza (e no, non sto esagerando) dei romanzi di George R. R. Martin. Il mio consiglio? Se non lo avete già fatto, correte a comprarli! I primi due, che verranno raccontati nella prima stagione del serial, sono: Il trono di spade e Il grande inverno

Game of Thrones 1x02 The Kingsroad Cersei Lannister Promo

Condividi su

4 commenti a “Game of Thrones: parte stasera in USA l’attesissimo serial tratto dai romanzi di Martin

  1. E noi sempre a ‘pietire’ che arrivi qualcosa da noi, nel deserto della tv generalista a basso costo, e con l’obbligo di comprare su Sky o sulla copia maldestra, Premium …
    Sarei curioso di vederlo …
    p.s: sono saltate due lettere
    Sean Bean e fanbase … 😉

  2. Ma qualcuno sa se e quando la serie sarà rilasciata con doppiaggio italiano e su quale canale?

  3. Spero di si, è talmente bella che me la riguardo tutta! @tonystark “copia maldestra” 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *