L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Charlie Sheen licenziato da Due uomini e mezzo!

Di Marco Triolo

Citando una condotta morale depravata e le dichiarazioni e le offese fatte da Charlie Sheen al creatore di Due uomini e mezzo Chuck Lorre, la Warner Bros. Television e la CBS hanno infine deciso di licenziare l’attore dalla sit-com di maggiore successo della televisione americana. Uno show che fa circa 14 milioni di spettatori a puntata ed è giunto all’ottava stagione trainato da un successo inarrestabile. Dunque, se Warner e CBS hanno deciso che fosse il caso di mandare via la star più importante del proprio palinsensto, un motivo valido ci deve pur essere.

Il problema è nato quando Charlie Sheen ha lasciato il set per la clinica di riabilitazione, nell’estremo tentativo di liberarsi dalle sue dipendenze da alcol e droghe. La sua assenza ha avuto l’effetto collaterale di bloccare la lavorazione della sit-com: “Basandosi sulla totalità delle dichiarazioni, della condotta e delle condizioni di Charlie Sheen, CBS e Warner Bros. Television hanno deciso di fermare la lavorazione di Due uomini e mezzo per il resto della stagione“. Da allora, la furia dell’attore non si è più placata: ha aperto un account Twitter da cui lanciava le sue accuse contro il network e Lorre, che ha definito un “verme” e ha sfidato a un incontro corpo a corpo per decidere le sorti di quello che lui definisce il “suo” show.

L’avvocato di Sheen ha rivelato che l’attore ha intenzione di fare causa alla Warner, ma lo studio ha dalla sua una clausola che permette il licenziamento in caso di “depravazione morale”: “Il suo cliente ha mantenuto una condotta pericolosamente auto-lesionista e appare molto malato“, ha risposto all’avvocato, citando anche il fatto che Sheen forniva cocaina sul set e che la produzione aveva preparato un jet pronto a partire in qualsiasi momento per condurlo in clinica, ma l’attore si è sempre rifiutato di salirci a bordo. Una brutta storia, davvero, e come sempre a farne le spese saranno i fan. Non è ancora chiaro se CBS e Warner abbiano intenzione di proseguire con la serie senza Sheen. L’attore, da parte sua, si è detto contento del licenziamento.

(Fonte: The Hollywood Reporter)


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

CODA: il trailer del film Apple TV+ che ha stravinto al Sundance 24 Giugno 2021 - 19:45

La storia di Ruby, diciassettenne con la passione per il canto che è anche l'unico membro udente di una famiglia di non udenti

Come un Gatto in Tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto dal 26 agosto al cinema 24 Giugno 2021 - 19:00

Il 26 agosto arriverà nelle nostre sale il sequel di Come Un Gatto In Tangenziale, la commedia diretta da Riccardo Milani e con protagonisti Paola Cortellesi e Antonio Albanese.

Words Bubble Up Like Soda Pop dal 22 luglio su Netflix 24 Giugno 2021 - 18:21

Dal 22 luglio il lungometraggio animato originale Words Bubble Up Like Soda Pop sarà disponibile su Netflix e nei cinema giapponesi.

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)