Warning: getimagesize(http://static.screenweek.it/2011/2/9/sono-il-numero-quattro-teaser-poster-italia.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Boxoffice Mondiale: Sono il Numero Quattro passa in testa!

Boxoffice Mondiale: Sono il Numero Quattro passa in testa!

Di Leotruman

Eccoci al nostro appuntamento del giovedì mattina, quello in cui analizziamo la classifica degli incassi mondiali del weekend.

A sorpresa questa settimana in testa troviamo…

Sono il numero quattro Teaser Poster Italia

Sono il numero quattro, il film fantascientifico di D.J. Caruso con Alex PettyferTeresa Palmer che ha esordito la scorsa settimana negli USA ed è a quota 40 milioni di dollari dopo una decina di giorni nelle sale.

Il film è uscito nel 50% dei mercati esteri e ha incassati 17.8 milioni di dollari. Buoni gli esordi in Russia e Australia (3.3 e 2.3  milioni), 2.6 milioni nel Regno Unito con una media di quasi 7mila dollari mentre in Corea del Sud ne ha raccolti 1.7.

A questo punto il totale globale è di 61 milioni in una decina di giorni, che corrisponde al suo budget di produzione. Cercherà di superare almeno i 150 milioni a fine corsa, garantendosi la possibilità di un sequel.

Black Swan Poster USA

Scende in seconda posizione, ma l’incasso è invariato per Il Cigno Nero con il premio Oscar Natalie Portman visto che ha racconto anche questa settimana 17.5 milioni di dollari.

Ha esordito in Sudafrica con 2.2 milioni mentre continuano gli incassi d’oro di Francia (altri 3 milioni, quasi 15 totali), Spagna (2.5 milioni, quasi 7 totali) mentre nel Regno Unito ha superato ormai i 25 milioni di dollari!

A questo punto il totale globale è si 228 milioni di dollari e sta per superare Juno (231) per diventare il secondo incasso assoluto della Fox Searchlight dopo The Millionaire (377 milioni).

Terza piazze per il vincitore di ben 4 Oscar Il Discorso del Re, che continua a vincere anche tra il grande pubblico: altri 14.9 milioni di dollari nel weekend per un totale che ormai raggiunge i 270 milioni di dollari!

Sempre bene in Francia (2.3 milioni), Germania (2.2 milioni) e Regno Unito (poco meno di 2 milioni, 65 milioni totali!). Non tutti i paesi apprezzano però allo stesso modo: ha esordito questo weekend solo in quinta posizione in Giappone (1.2 milioni) e in settima in Russia (614mila).

Aspettiamoci una forte crescita nel prossimo weekend grazie alla cassa di risonanza degli Oscar.

Anche Il Grinta raggiunge le vette del botteghino con 13.3 milioni incassati in 53 paesi. Da segnalare l’ottimo esordio in Francia con quasi 4.3 milioni e una media di oltre 10mila dollari (la più alta della classifica), mentre in Germania si è dovuto accontentare del quarto posto con 2.2 milioni (media di 8mila dollari).

Nonostante all’estero non stia facendo segnare i record americani, il film dei Coen è già a quota 215 milioni di dollari e chiuderà tra i 250 e i 300 milioni di dollari.

Gnomeo e Giulietta Character Poster 1

Continua a crescere anche il cartoon distribuito da Disney Gnomeo e Giulietta, che dopo aver sorpreso gli USA sta incassando bene anche all’estero nonostante sia uscito in una manciata di paesi.

9.3 milioni di dollari nel weekend per un totale di quasi 37 milioni all’estero e 112 milioni globali (in meno di 3 settimane). Al suo terzo weekend nelle sale è ritornato in testa nel Regno Unito con altri 4 milioni e un totale che ha già superato i 20 milioni!

Inizia a salire la commedia Mia Moglie per Finta con Adam SandlerJennifer AnistonNicole Kidman con 9.3 milioni e un totale estero di 25 milioni, mentre Amici Amanti e… con Ashton Kutcher e la “prezzemolina” Natalie Portman aggiunge altri 9.1 milioni per un totale di 34 milioni (103 globali).

Da notare infine l’esordio in Giappone dell’ormai dimenticato Le Cronache di Narnia: Il viaggio del Veliero, che ha incassato 6.6 milioni di dollari. Il totale è di 387 milioni e grazie al paese del Sol Levante supererà la soglia dei 400 (decisamente positivo visto che a fatica negli USA ha superato i 100).

Vi ricordo di partecipare al nostro gioco, la Boxoffice Cup:

– ecco il link per partecipare al round italianoThe Fighter contro La vita facile!

– ecco quello per giocare a quello americano: quanto incasserà Rango con Johnny Depp, che esce anche 35 paesi del mondo?

Fonte dei dati: boxofficemojo

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Ironheart nel nuovo promo art di Black Panther: Wakanda Forever 6 Luglio 2022 - 14:00

Il nuovo promo art di Black Panther: Wakanda Forever mostra l'armatura Mark I di Riri Williams, alias Ironheart.

Your Honor: la serie con Bryan Cranston si chiuderà con la stagione 2 6 Luglio 2022 - 13:00

La serie, remake dell'israeliana Kvodo, non tornerà con una terza stagione. Lo ha rivelato lo stesso Bryan Cranston

I Metallica ringraziano Stranger Things 4: “Un onore incredibile” 6 Luglio 2022 - 12:23

Nel secondo volume della stagione 4 di Stranger Things i Metallica occupano un ruolo fondamentale...

Bastard!! L’oscuro dio distruttore: il dark fantasy – heavy metal scostumato 5 Luglio 2022 - 11:02

Dark Schneider è sbarcato su Netflix, con i suoi due punti esclamativi, le battaglie e la follia vintage del dark fantasy heavy metal.

Stranger Things 4: che mi hai portato a fare sulla collina di Kate Bush se non mi vuoi più bene? 2 Luglio 2022 - 15:42

Alcune considerazioni dopo aver visto per quasi quattro ore due episodi di una serie TV: il finale della quarta stagione di Stranger Things.

Come The Umbrella Academy mi ha venduto un’altra apocalisse 2 Luglio 2022 - 9:53

Cosa funziona, cosa no, e cosa mi spinge a restare a bordo del treno di Umbrella Academy, dopo la terza stagione.