L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Road to Rango: Johnny Depp ed Edward Mani di Forbice

Di Leotruman

Tra meno di 3 settimane arriverà in Italia Rango, un film di animazione diretto dal regista Gore Verbinski che torna a collaborare con Johnny Depp dopo il grande successo della trilogia dei Pirati dei Caraibi.

Rango Poster Italia 4

Infatti Depp darà la sua voce al protagonista della pellicola, Rango un camaleonte in crisi d’identità che riuscirà a vivere l’avventura della sua vita diventando un eroe.

Pur non essendo stato girato con un processo di motion capture (come ad esempio A Christmas’ Carol), anche se si tratta di un processo di animazione tradizionale in CG è incredibile come il protagonista sia effettivamente… Johnny Depp!

Non è solo un “prestare la propria voce” ad un personaggio animato. Infatti nel processo di produzione della pellicola Johnny Depp ha interpretato realmente le battute del personaggio e il team di disegnatori e animatori si è basato effettivamente sulla mimica e sulla espressività dell’attore per dar vita al personaggio di Rango.

Potete facilmente capire il procedimento guardando la featurette sottotitolata qui sotto:

Vi è più chiaro adesso? Quando andremo a marzo al cinema a vedere Rango sarà come vedere una pellicola con Johnny Depp protagonista, e sicuramente ci regalerà un’altra grandissima interpretazione.

Come dubitare: la sua carriera è costellata di pellicole entrate anche nella storia del cinema proprio grazie al contributo dell’attore. Quale miglior occasione per ripercorrere i più bei ruoli che Johnny Depp ci ha regalato nei suoi 20 anni di carriera?

In questa prima tappa torniamo al 1990, per scoprire insieme uno dei suoi primi ruoli da protagonista: Edward Mani di Forbice.

Edward mani di forbice segna la prima collaborazione di Depp con Tim Burton, che lo sceglierà ben altre sei volte come protagonista delle sue pellicole (sette se consideriamo anche il prossimo Dark Shadows).

Nel cast ci sono anche Winona RyderDianne WiestKathy BakerAnthony Michael HallVincent PriceAlan Arkin.

Per chi non lo avesse mai visto (e sarebbe veramente grave) la storia parla di un inventore (Price) che vive in un castello, e grazie alla sua genialità riesce a “creare” un vero e proprio ragazzo a cui darà il nome di Edward (Depp). L’uomo trasmette al ragazzo le regole della buona educazione e della vita sociale, ma purtroppo muore prima di completarlo e di sostituire con delle vere mani le forbici che ha al loro posto.

Edward rimarrà solo per diversi anni,  ma una curiosa rappresentante di cosmetici (West) finisce per imbattersi in lui e dopo lo spavento iniziale decide di portarlo a casa sua per crescerlo ed aiutarlo insieme con la sua famiglia. Farà la conoscenza di Kim (Rider), la loro bella figlia, e se ne innamora. Intanto la famiglia lo aiuta a trasformare la sua diversità in un talento, e diventa uno stimato giardiniere e acconciatore.

Ma non tutti sono benevoli con lui, in particolar modo Jim (Hall), il fidanzato di Kim, che geloso e arrogante proverà prima a sfruttare le capacità di Edward per atti criminali riuscendo in seguito a fargli rivoltare contro l’intera cittadina. Viene allora esiliato nuovamente nel suo castello, dove avviene lo “scontro finale”.

Leggendo la trama non si può non pensare al Pinocchio di Collodi e a Frankenstein di Mary Shelley. Tim Burton ha preso spunto dai due grandi classici e ha creato una favola post-moderna che è dark solo in apparenza.

Infatti tutto è portato all’eccesso ma gli stessi eccessi e gli stereotipi sono la base di un’ottima riflessione sulla società americana sub-urbana e sulla famiglia.

Malgrado questo Edward mani di forbice è un film che parla di amicizia e di amore, quello che va oltre ogni limite (fisico e non) e andrebbe proiettato in tutte le scuole e preso come spunto di riflessione per dibattere sulle diversità.

Burton scelse bene il suo interprete: Johnny Depp fu a dir poco eccezionale nella parte di Edward. Il suo personaggio è praticamente muto in tutto il film (dice solo 169 parole) e Depp ha poi raccontato di essersi ispirato a Charlot e ai classici del muto per interpretarlo al meglio. Il film gli fruttò la sua prima nomination ai Golden Globes e altri riconoscimenti a livello internazionale.

Nonostante le critiche eccellenti e il passaparola estremamente positivo, il film incassò “solo” 6.3 milioni di dollari nel weekend d’esordio, una piccola delusione visto che Tim Burton arrivava da un grande successo come quello di Batman (uscito l’anno precedente). Ma il passaparola fu positivo e il film arrivò a 56 milioni totali, anche se il vero e proprio successo del film avvenne grazie al home video e ogni volta che viene riproposto in televisione ci sono sempre molti fan della pellicola, di Depp e di Tim Burton incantanti a guardarlo.

Concludo dicendo semplicemente che Edward Mani di Forbice è una delle più belle favole moderne degli ultimi decenni, e tutti ci ricorderemo Johnny Depp per questo ruolo (che lo lanciò definitivamente come star).

Voi quante volte l’avete visto? E’ il film che preferite di più della coppia Burton-Depp?

L’appuntamento è tra due giorni per esaminare insieme un’altra grande interpretazione di Johnny Depp, nell’attesa di vederlo in Rango.

Fonti: screenWEEK, boxofficemojo, wikipedia

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Wonder Woman 1984 nelle sale italiane il 28 gennaio 2021 24 Novembre 2020 - 22:48

Wonder Woman 1984 arriverà nelle sale italiane il 28 gennaio 2021, ecco le date di uscita della pellicola nei territori internazionali

GRAMMYs 2021 – No Time to Die di Billie Eilish ottiene una nomination 24 Novembre 2020 - 21:32

Le nomination della 63ma edizione dei Grammy riservono poche sorprese, tra i candidati anche il brano di 'No time to die' di Billie Eilish

Shameless: il trailer della stagione finale, in USA dal 6 dicembre 24 Novembre 2020 - 20:45

La famiglia Gallagher tornerà per un ultimo giro, tra gentrificazione, invecchiamento e Covid

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?