L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Oscar Game 2011 – parte tre: migliori sonoro e montaggio sonoro

Di Leotruman

Siamo alla terza tappa verso la serata di premiazione della  83esima edizione degli Academy Awards, meglio conosciuti come premi Oscar.

Solo 10 giorni alla notte di domenica 27 febbraio quando al Kodak Theatre di Los Angeles verranno consegnate le statuette più ambite (tutte le news sugli Oscar le trovate nella nostra pagina evento).

Oggi esamineremo insieme due categorie particolarmente tecniche, quella del Miglior sonoro e Miglior montaggio sonoro, cercando di capire insieme anche in cosa consistono e quali sono le differenze.

Nei commenti dovrete esprimere poi le vostre preferenze, magari indicando chi secondo voi vincerà ma allo stesso tempo chi vorreste che vincesse.

  • MIGLIOR SONORO:

In questa categoria, meglio definita come miglior mixaggio sonoro, si esamina la miscelazione e l’equilibrio di diversi elementi, come la musica, il dialogo e tutti i suoi presenti nella pellicola, così come l’efficienza e il livello sul set della produzione audio. Ecco i candidati:

1) Inception (Lora Hirschberg, Gary A. Rizzo and Ed Novick)

Inception non solo è stato il kolossal estivo di maggior successo dell’anno, ma ha ricevuto anche ottime critiche tanto da essere inserito nella lista dei 10 candidati a Miglior Film.

Insieme agli effetti visivi non si può negare che il suo altissimo livello nel sonoro abbia amplificato notevolmente le emozioni e il grado di empatia provati durante la sua visione. Per chi come me l’ha visto in una sala con una certificazione THX non può certo dimenticare alcune scene come anche solo il primo “calcio” dato nella vasca da bagno, l’inseguimento tra le strade di Mombasa e l’esplosione finale della fortezza innevata.

Inception Cillian Murphy Ken Watanabe Foto Dal Film 74

2) Il Discorso del Re (Paul Hamblin, Martin Jensen and John Midgley)

Le dubbie vittorie degli anni passati in questa categoria (The Hurt Locker su Avatar, e The Millionare su Il Cavaliere Oscuro) fanno ipotizzare che i membri dell’Academy a volte possono votare unicamente per la simpatia nei confronti della pellicola senza fermarsi a riflettere sull’effettivo merito.

Ma la nomination de Il Discorso del Re non è di certo “rubata” in questo caso, visto che il sonoro è un suo elemento fondamentale: la balbuzie di Re Giorgio, i suoi tic, la “cattura” della sua voce in ogni sfumatura e nelle sue esitazioni sono veramente di livello elevato e hanno fornito ulteriore credibilità alla storia.

Il discorso del Re Colin Firth foto dal film 2

3) Salt (Jeffrey J. Haboush, Greg P. Russell, Scott Millan and William Sarokin)

Unica nomination per il kolossal con Angelina Jolie che ha incassato quasi 300 milioni di dollari in tutto il mondo, che secondo alcuni esperti è il più meritevole della cinquina per la natura e l’armonia del suo suono.

Qualcuno ipotizza che potrebbe anche vincere, soprattutto per premiare Greg P. Russell che è alla sua 14esima nomination senza essere mai riuscito a portare a casa l’Oscar. Premio di consolazione?

Salt Angelina Jolie foto dal film 9

4) The Social Network (Ren Klyce, David Parker, Michael Semanick and Mark Weingarten)

Poco più di un mese fa The Social Network di David Fincher sembrava il favorito su tutta la linea e avrebbe potuto ripetere l’exploit di The Millionaire, che ha vinto anche in questa categoria (più altri 7 Oscar).

Le cose sono cambiate e tutto si è frammentato, nonostante sia ancora leader per alcune categorie. Purtroppo in questa probabilmente non vincerà, malgrado alcuni elementi di eccellenza grazie anche al perfezionismo di David Fincher come ad esempio il ritmo frenetico dei dialoghi, la conversazione al club con la musica altissima, e il lavoro di integrazione e “sfumatura” nei confronti della bellissima colonna sonora.

The Social Network Jesse Heisenberg Justin Foto dal film Timberlake

5) Il Grinta (Skip Lievsay, Craig Berkey, Greg Orloff and Peter F. Kurland)

Tra le 10 nomination raccolte dal film dei fratelli Coen c’è anche quella per il miglior sonoro. L’ambientazione western ha sicuramente aiutato grazie al suo estremo fascino, con i suoi suoni e i suoi rumori.

Greg Orloff e Peter F. Kurland sono alla loro prima collaborazione con i fratelli registi, mentre Skip Lievsay e Craig Berkey sono alla loro seconda esperienza.

Dispiace molto che anche in questa categoria sia stato escluso un film come Tron: Legacy, ma anche Black Swan a sorpresa non ha ricevuto la nomination nonostante l’importanza fondamentale del sonoro nella pellicola di Darren Aronofsky.

La gara è ancora aperta e le sorprese potrebbero non mancare. Se continuiamo a seguire la teoria che Inception possa fare man bassa delle nomination tecniche, non può non vincere in questa categoria. Ma la concorrenza è di altissimo livello.

CHI VINCERA’Inception

CHI DOVREBBE VINCERE: Inception

Il grinta Jeff Bridges foto dal film 5

  • MIGLIOR MONTAGGIO SONORO:

Quella del montaggio sonoro è una delle categorie più sottovalutate o mal interpretate. Viene criticato spesso ai membri dell’Academy di confondere e non cercare di capire meglio la differenza tra sonoro e montaggio sonoro, votando semplicemente il loro preferito.

Ma la sottile arte di montare suoni registrati all’interno di una pellicola meriterebbe una maggiore considerazione, visto che è a dir poco fondamentale per il risultato finale di un film. Dal 2007 il numero di candidati è stato esteso a cinque. Ecco quelli di quest’anno:

1) Toy Story 3 (Tom Myers and Michael Silvers)

In una pellicola d’animazione il montaggio sonoro è fondamentale, visto l’intero paesaggio di suoni e rumori deve essere totalmente ricostruito poiché la pellicola non è stata registrata su un vero set ma creata artificialmente.

La Pixar fin da Mosters&co è sempre stata ai vertici e quella di Toy Story 3 è la sua sesta nomination nella categoria e Tom Myers e Michael Silvers sono ritenuti delle leggende nel settore. Riuscirà questa volta a portarsi a casa la statuetta?

La gang del SunnySid

2) TRON: Legacy (Gwendolyn Yates Whittle and Addison Teague)

Escluso scandalosamente dalle categorie del Miglior Sonoro, Effetti visivi, Costumi e Colonna Sonora, il kolossal in 3D della Disney è riuscito almeno a portarsi a casa una nomination.

Come in un film d’animazione, il mondo di Tron è stato ricreato quasi totalmente in post-produzione a livello visivo ma anche per il sonoro. I dettagli e la cura di ogni aspetto di Tron: Legacy sono di altissimo livello e dispiace veramente della scarsa considerazione riservatagli dai membri dell’Academy. Incrociamo le dita almeno per questa categoria.

Tron Legacy Gallery 07

3) Inception (Richard King)

Forse una delle vittorie certe per il kolossal di Christopher Nolan. Il montaggio sonoro è veramente spettacolare ed è riuscito a fornire una struttura ben definita ai molti diversi elementi presenti nel film.

Richard King è alla sua terza nomination nella categoria e ha già vinto una statuetta grazie a Il Cavaliere Oscuro. Prepariamoci ad una doppietta?

Inception Leonardo Wilhelm DiCaprio Foto Dal Film 80

4) Unstoppable (Mark P. Stoeckinger)

Una della sorprese della cinquina è sicuramente l’inserimento del film di Tony Scott, che soprattutto negli USA ha raccolto un discreto successo.

La folle corsa di un treno a velocità impazzita è forse il sogno di tutti i montatori sonori, e tutta la gamma dei possibili rumori è stata riprodotta e amalgamata perfettamente nel thriller. Mark P. Stoeckinger era stato nominato anche lo scorso anno per Star Trek.

Unstoppable - Fuori controllo foto dal film 3

5) Il Grinta (Skip Lievsay and Craig Berkey)

Il principale e più temibile concorrente di Inception è sicuramente il film dei fratelli Coen, che ha ricevuto molta attenzione anche sul piano tecnico. Dopo la nomination per il sonoro non poteva mancare quella per il montaggio sonoro.

Il suono delle raffiche di vento, i colpi di arma da fuoco, i sibilii tipici di un film western non potevano non trovare il gradimento della sezione tecnica, ed ecco servita la decima nomination de Il Grinta.

Gli esperti del settore sono molto rammaricati che non sia stato inserito nella cinquina Robin Hood di Ridley Scott, considerato eccellente dal punto di vista del montaggio sonoro. Anche Dragon Trainer sicuramente meritava, ma i posti disponibili erano solo cinque…

CHI VINCERA’Inception

CHI DOVREBBE VINCERE: Tron Legacy

Il grinta Hailee Steinfeld Matt Damon foto dal film 3

Ora tocca a voi: chi secondo voi vincerà nelle due categorie e chi vorreste che vincesse?

Esprimete una chiara preferenza nei commenti e ad Oscar consegnati pubblicheremo la classifica di chi ha indovinato più vittorie con i propri pronostici.

Nei prossimi giorni potete tranquillamente continuare a votare anche per le altre categorie (che trovate qui sotto) e completare la vostra lista di preferenze. Chi indovinerà più vittorie?

1° parteMIGLIORI COSTUMI E TRUCCO

2° parte: MIGLIORI SCENOGRAFIE ED EFFETTI VISIVI

Vi ricordo che a  questo link trovate tutte le news relative alla 83esima edizione degli Academy Awards.

A domani per la quarta parte!

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Marvel’s Behind the Mask: un nuovo documentario sui nostri eroi preferiti, dal 12 febbraio su Disney+ 20 Gennaio 2021 - 21:15

A partire dal 12 febbraio, sarà disponibile su Disney+ Marvel’s Behind the Mask, un nuovo documentario che racconterà la storia dei principali eroi di casa Marvel, soffermandosi sull’identità che si nasconde dietro le loro maschere.

Secondo Paul Greengrass, tra sei mesi torneremo tutti al cinema 20 Gennaio 2021 - 21:15

Il regista di Notizie dal mondo è ottimista: torneremo al cinema prima di quello che crediamo

Fedeltà: iniziate le riprese della serie Netflix con Michele Riondino e Lucrezia Guidone 20 Gennaio 2021 - 20:32

Sono iniziate oggi le riprese di Fedeltà, una nuova serie originale italiana Netflix, tratta dall’omonimo romanzo di Marco Missiroli. Nel cast Michele Riondino e Lucrezia Guidone.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.