L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Andrew Stanton parla di John Carter of Mars

Di Marco Triolo

Il regista di John Carter of Mars, Andrew Stanton, ha rivelato a MTV alcune novità sullo status attuale del primo film live action 3D prodotto dalla Pixar. L’intervista completa la potete vedere di persona nel video qui sotto, di seguito riportiamo alcuni estratti in italiano.

Stanton si è detto molto entusiasta di aver intrapreso quest’avventura al di fuori dell’animazione: “Quando si lavora a film d’animazione per tutta la vita, poterne uscire anche solo per un giorno è fantastico, figurarsi per mesi interi. Nonostante abbia dovuto patire il caldo e il freddo, è stata un’esperienza eccezionale: la cosa più difficile che abbia mai fatto, ma allo stesso tempo una grande avventura“. Un’avventura ancora lontana dalla fine: “Attualmente non sono in post-produzione, ma in fase di riprese digitali, e la cosa proseguirà per tutto il resto del 2011. Quindi sono a metà dell’opera“. Il regista crede molto in Taylor Kitsch, l’attore (visto in X-Men le origini: Wolverine) che interpreterà il protagonista John Carter: “Spero che diventi un altro grande volto del cinema, e, se faremo le cose per bene, per la gente sarà John Carter e nessun altro“. Infine, Stanton parla del look scelto per il film: “Non ho cercato di imitare nulla, ma di dare al film un suo stile unico. Ho tentato di realizzare un film marziano storicamente accurato, se la cosa può avere un senso. Lascerò a voi il compito di decifrare questa frase“.

John Carter of Mars sarà basato su “La principessa di Marte”, il primo romanzo del ciclo di “Barsoom”, dieci libri scritti nella prima metà del secolo dall’autore di “Tarzan”, Edgar Rice Burroughs. La storia ha come protagonista un gentiluomo della Virginia, il John Carter del titolo, impegnato nella Guerra Civile americana. Un giorno, dopo essersi rifugiato in una caverna per sfuggire agli Indiani, Carter muore e risorge misteriosamente su Marte. Lì, combatterà a fianco dei mostruosi marziani verdi, giganteschi rettili dotati di quattro braccia, e conquisterà Dejah Thoris, la principessa dei marziani rossi.

Il cast comprende, oltre a Kitsch, Lynn Collins, Thomas Haden Church, Willem Dafoe, Mark Strong, Dominic West, Samantha Morton, Ciaran Hinds e James Purefoy. Molti di loro presteranno la propria performance al motion capture, tecnica che avrà lo stesso peso visto in Avatar.

Vi segnaliamo che qui potete votare con un semplice “Mi piace” il film che secondo voi ha più chance di vincere il premio Oscar. Cosa aspettate? Dite la vostra!


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

He’s All That: il trailer del remake di Kiss Me, dal 27 agosto su Netflix 5 Agosto 2021 - 11:15

La nuova versine della storia raccontata nel cult anni '90 vedrà un'inversione dei ruoli. Protagonisti Addison Rae e Tanner Buchanan

Impeachment: American Crime Story, il teaser trailer della serie su Monica Lewinsky 5 Agosto 2021 - 10:30

Beanie Feldstein, Clive Owen e Sarah Paulson interpretano la terza stagione della serie antologica di Ryan Murphy

What If…? – Una featurette con Jeffrey Wright spiega il concept della serie 5 Agosto 2021 - 10:01

È disponibile una featurette in cui Jeffrey Wright - alias Uatu l'Osservatore - ci introduce nel multiverso di What If...?, dall'11 agosto su Disney+.

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.