L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Big Bang Theory: firmato un contratto triennale!

Di Cristiano

La CBS ha rinnovato The Big Bang Theory per tre stagioni.

Bazinga!

No, non è uno dei simpatici scherzi di Sheldon, è la verità: la rete Paramount ha annunciato, via comunicato stampa, di aver firmato un contratto triennale (della bellezza di 260 milioni di dollari) con la produzione di The Big Bang Theory. L’accordo prevede appunto tre ulteriori stagioni della sitcom di Chuck Lorre: in pratica è certo che The Big Bang Theory andrà in onda fino al 2014 (raggiungendo quindi la settima stagione). Si apriranno poi nuovamente le trattative, e chissà che non si decida di continuare ancora (tutto dipenderà dagli ascolti e dalla disponibilità del cast).

The Big Bang Theory è uno dei programmi più forti dei nostri palinsesti,” ha detto Nina Tessler, presidentessa della CBS Entertainment. “Acclamato dalla critica e adorato dal pubblico, è una hit con pochi precedenti. Il genio creativo di Chuck Lorre e Bill Prady, e il talentuosissimo e giovane cast di attori, hanno creato una comedy che intratterà il pubblico per molto tempo. Siamo orgogliosi di aver al nostro fianco la Warner Bros in questo viaggio.”

“Siamo davvero soddisfatti che la CBS abbia premiato The Big Bang Theory con un contratto così longevo,” ha dichiarato Peter Roth, presidente della Warner Bros Television. “E’ una prova inconfutabile del lavoro brillante che cast e autori hanno fatto per lo show, e non vediamo l’ora di continuare questa partnership così di successo.”

Attualmente alla quarta stagione, The Big Bang Theory tiene incollati al piccolo schermo una media di 14 milioni di telespettatori a settimana, con un notevole rating del 4.7 nella fascia d’età 18-49 (e un rating del 5.9 nella fascia adulti 25-54 anni).

La serie si è rivelata inoltre un successo di critica. Lo scorso anno Jim Parsons si è portato infatti a casa un Emmy nella categoria Miglior Attore Protagonista in una Serie Comedy e quest’anno la serie è nominata per ben 2 Golden Globes, Miglior Serie Comedy e Miglior Attore Protagonista in una Serie Comedy (Parsons).

Non ho parole: non potevo iniziare la giornata con una notizia migliore!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Falcon and the Winter Soldier: Wyatt Russell ha confermato il ritorno di Chris Evans? 14 Aprile 2021 - 20:45

Sappiamo che il quinto episodio di The Falcon and the Winter Soldier sarà particolarmente intenso e sappiamo anche che ci sarà una special guest. Si tratta di Chris Evans?

Explore Madripoor: Guida a tutte le easter egg del sito ARG su The Falcon and the Winter Soldier 14 Aprile 2021 - 20:00

Il sito Explore Madripoor, apparso nel web dopo gli ultimi episodi di The Falcon and the Winter Soldier, nasconde moltissime easter egg sullo show: ecco una guida per non perdere nessun contenuto!

Top Gun: Maverick, Tom Cruise avrebbe spinto per il rinvio del film 14 Aprile 2021 - 19:44

La star vorrebbe organizzare un tour promozionale prima dell'uscita, cosa che adesso sarebbe stata impossibile

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.