L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Pezzi di cinema: Rocky IV (1985)

Di Marco Triolo

Ok, ammetto già in partenza che Rocky IV non è neanche lontanamente paragonabile ad altre entrate della serie “Pezzi di cinema”, nel senso che, per lo meno da un punto di vista oggettivo, è un brutto film. E’ un polpettone nazionalista, una parabola gonfiata dal più becero spirito reaganiano che racconta di quanto l’americano, sano e amante delle tradizioni, sia destinato ad avere la meglio sul russo, che invece trae la sua effimera forza dal gelo del sistema sovietico. Insomma, robaccia alla Rambo II. Eppure, mentirei se dicessi che non ho visto questo film una decina di volte, da piccolo. Lo adoravo, e questo ben prima di accorgermi che affidare una parabola sulla vecchia e sana America a un protagonista che si mangiava gli steroidi a colazione fosse quanto meno un controsenso.

Ma in fondo, chi se ne frega: Rocky IV è un film mitico, per i personaggi (l’Ivan Drago di Dolph Lundgren è storia del cinema), i dialoghi (quel “Io ti spiezzo in due” che resterà per sempre negli annali) e le situazioni al limite del ridicolo, come il discorso finale di Rocky (“Se io posso cambiare, e voi potete cambiare… tutto il mondo può cambiare!“) che anticipa la Perestrojka. Insomma, “so bad it’s good” all’ennesima potenza.

Sylvester Stallone qui è anche regista, e ha ammesso che i pugni che volano tra lui e Lundgren nella prima parte del match sono autentici, su richiesta dello stesso regista. In particolare, un pugno di Lundgren fece sbattere il cuore di Stallone contro la cassa toracica, causandogli difficoltà respiratorie e una prognosi di otto giorni in ospedale. Allo stesso modo, Lundgren colpì Carl Weathers lasciandolo privo di sensi sul ring per alcuni minuti. Una volta sveglio, l’attore minacciò di lasciare il film, ma fu convinto da Sly a rimanere, a patto che Lundgren si desse una calmata. Insomma, tutto si può dire di Stallone, tranne che non prenda sul serio il proprio lavoro!

Qui sotto, il già citato discorso finale di Rocky.

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Wonder Woman 1984 nelle sale italiane il 28 gennaio 2021 24 Novembre 2020 - 22:48

Wonder Woman 1984 arriverà nelle sale italiane il 28 gennaio 2021, ecco le date di uscita della pellicola nei territori internazionali

GRAMMYs 2021 – No Time to Die di Billie Eilish ottiene una nomination 24 Novembre 2020 - 21:32

Le nomination della 63ma edizione dei Grammy riservono poche sorprese, tra i candidati anche il brano di 'No time to die' di Billie Eilish

Shameless: il trailer della stagione finale, in USA dal 6 dicembre 24 Novembre 2020 - 20:45

La famiglia Gallagher tornerà per un ultimo giro, tra gentrificazione, invecchiamento e Covid

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?