L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Pezzi di cinema: RoboCop (1987)

Di Marco Triolo

Dopo aver trattato di Terminator, Rambo e Rocky, parliamo di un’altra icona del cinema action americano anni Ottanta: il mitico RoboCop di Paul Verhoeven. Per un quarto critica sociale e per tre quarti azione sfrenata e violentissima come solo all’epoca si riusciva a fare, RoboCop è uno dei migliori film hollywoodiani di Verhoeven, che ha creato un personaggio talmente vincente (interpretato da Peter Weller) da venire riutilizzato (maluccio) in due sequel scritti da Frank Miller e in una serie TV.

L’idea del film venne originariamente allo sceneggiatore Edward Neumeier, che, passando vicino a un poster di Blade Runner, chiese agli amici di cosa parlasse: dal poliziotto a caccia di robot al robot-poliziotto il passo è stato breve. Verhoeven, appena letto lo script, lo ritenne uno stupido action movie: fu solo grazie alla moglie, appassionatasi alla sceneggiatura, che si convinse che c’era molta più carne al fuoco di quello che pareva a una prima letta. Neumeier e Verhoeven avrebbero lavorato di nuovo insieme a Starship Troopers, altro film satirico che, come RoboCop, fu percepito dalla gente come fascista, nonostante in entrambi i casi sceneggiatore e regista abbiano voluto esprimere idee di sinistra mascherate da film d’azione destrorso. Un paio di curiosità: il personaggio di RoboCop fu ispirato in parte a Judge Dredd, in parte a un personaggio poco noto della Marvel, ROM. Verhoeven, inizialmente, avrebbe voluto Rutger Hauer nei panni del protagonista, e Michael Ironside in quelli di Clarence Boddicker. Ironside più avanti avrebbe collaborato col regista in Atto di forza.

Qui sotto, due clip al prezzo di una: la scena al poligono di tiro e la sequenza finale del film.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Trek: Picard – Il trailer ufficiale della stagione 2, a febbraio su Prime Video 24 Settembre 2021 - 20:30

Amazon ha diffuso il trailer ufficiale (sottotitolato in italiano) della seconda stagione di Star Trek: Picard, in arrivo su Prime Video il prossimo febbraio.

Marvel in causa per mantenere i diritti di diversi membri degli Avengers 24 Settembre 2021 - 20:30

Vedova Nera, Occhio di Falco, Falcon, ma anche Spider-Man e Doctor Strange: gli eredi degli autori Marvel rivogliono indietro i diritti

Cowboy Bebop: il poster della serie live-action targata Netflix 24 Settembre 2021 - 20:19

John Cho, Daniella Pineda e Mustafa Shakir sono ritratti (di spalle) sul poster del live-action di Cowboy Bebop targato Netflix, in arrivo sulla piattaforma venerdì 19 novembre.

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

Dopo aver trattato di Terminator, Rambo e Rocky, parliamo di un’altra icona del cinema action americano anni Ottanta: il mitico RoboCop di Paul Verhoeven. Per un quarto critica sociale e per tre quarti azione sfrenata e violentissima come solo all’epoca si riusciva a fare, RoboCop è uno dei migliori film hollywoodiani di Verhoeven, che ha […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.