L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Pezzi di cinema: Grosso guaio a Chinatown (1986)

Di Marco Triolo

Stavo facendo zapping oggi pomeriggio, e con mia sorpresa ho visto che stavano dando Grosso guaio a Chinatown su Italia 1. Scoperto che non ne avevo ancora parlato in questa rubrica, nonostante sia uno dei film della mia infanzia, ho pensato che fosse una buona idea farne il Pezzo di cinema della settimana. Il film di John Carpenter, visto oggi, è uno di quelli invecchiati meno bene nella filmografia del regista, vuoi per la trama sconclusionata, forse anche un po’ troppo. Ma bisogna riconoscere che, in parte, il tono scanzonato e incongruente da fumettone è voluto.

E pensare che tutto è nato da uno script che fondeva elementi del cinema di arti marziali con un setting western. Quando il progetto fu passato dalla Fox nelle mani di Carpenter, la sceneggiatura era stata già ampiamente riscritta da W.D. Richter, che aveva spostato l’ambientazione ai giorni nostri. Prima di Kurt Russell, erano anche stati considerati Jack Nicholson e Clint Eastwood per il ruolo di Jack Burton, ma entrambi erano occupati. Russell fu attirato dal progetto per il personaggio di Burton, “un eroe che ha molti difetti. Jack è un eroe e non lo è, fallisce tante volte quante ha successo. E’ un vero pallone gonfiato“. Carpenter, da parte sua, ci mise la sua capacità di girare con mano sicura l’azione: una regia classica che unisce un gruppo di personaggi anni Trenta (ispirati al cinema di Howard Hawks, uno dei suoi autori preferiti) a un’ambientazione ad film di Bruce Lee, mischiata ancora con la mitologia cinese. Lo scarso successo al box office va proprio ricondotto a questo miscuglio impalpabile di influenze, che hanno reso il film impossibile da vendere. Come spesso è accaduto per Carpenter, Grosso guaio a Chinatown è però diventato un cult di cassetta.

Qui sotto la mitica scena di battaglia iniziale tra i Chang Sing e i Wing Kong.

Vi segnaliamo che qui potete votare i film da voi più attesi della stagione 2011 con un semplice “Mi piace”. E’ il vostro turno per rivelarci quali film non vedete l’ora di gustarvi!

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Them – La serie Amazon conquista Stephen King: “Mi ha spaventato a morte” 11 Aprile 2021 - 20:00

La serie horror Them ha da qualche giorno fatto il suo debutto su Amazon Prime Video e ha già trovato un fan che non passa certo inosservato: sua maestà Stephen King.

Spider-Man: No Way Home – Un riferimento a Cap nelle nuove foto dal set 11 Aprile 2021 - 19:00

Due foto dal set di Spider-Man: No Way Home contengono un riferimento alla Statua della Libertà e allo scudo di Capitan America.

Creed 3: Michael B. Jordan spiega perché non ci sarà Sylvester Stallone 11 Aprile 2021 - 18:00

Come sappiamo, in Creed III, il prossimo capitolo della saga che sarà diretto e interpretato da Michael B. Jordan, non tornerà Rocky Balboa. Ecco il motivo.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.