L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Il ritorno di Sarah Michelle Gellar in tv: intervista al produttore di Ringer, Peter Traugott

Di Cristiano

Le reti americane sono a lavoro per la prossima stagione televisiva. Non rimaneteci troppo male quindi se, in questi mesi, si susseguiranno notizie su potenziali nuovi serial che poi, di fatto, non vedranno la luce. Ma tra i progetti messi in cantiere, ci sono sicuramente quei titoli che invece saranno parte della stagione televisiva 2011-2012.

Ringer, il serial che segna l’attesissimo ritorno in tv della fantastica Sarah Michelle Gellar, è sicuramente tra i pilot più chiaccherati (la notizia ha fatto balzare la Gellar in testa ai trending topics su Twitter, per dire), e io in primis spero con tutto me stesso che questo drama sarà tra quelli che la CBS annuncierà il prossimo Maggio per l’Autunno 2011.

Per il momento, come vi abbiamo già detto, Ringer viene descritto come un drama che vede protagonista una giovane ragazza problematica (la Gellar, appunto) che è costretta a mettersi in fuga perchè ha un conto in sospeso con un un po’ di gente assolutamente poco raccomandabile. Decide allora di prendersi l’identità della sua ricca gemella, solo per scoprire che c’è una taglia anche su quest’ultima .

La descrizione è abbastanza vaga, e per fortuna Entertainment Weekly è venuto in nostro aiuto andando a chiedere direttamente a Peter Traugott, produttore esecutivo di Ringer, di cosa effettivamente parlerà questo serial. Ecco quindi Traugott parlare della trama di Ringer, della star Sarah Michelle Gellar e di come quest’ultima si senta all’idea di tornare in tv (voleva andare sul satellite!), e perchè lo show andrebbe benissimo sulla CBS.

Di cosa parla Ringer esattamente?
E’ un thriller, non ci sono dubbi. E’ un thriller che parla di redenzione e di vendetta. C’è il punto di vista di due sorelle gemelle che sono cresciute separate a causa di una tragedia che le ha segnate in passato. E una di loro adesso è alla ricerca di redenzione, mentre l’altra cerca vendetta. La prima ha passato una vita piena di problemi: quando la gemella scompare misteriosamente, decide di prendersi la sua identità. Si ritrova quindi a vivere la vita di successo della sorella, solo per poi rendersi conto che in realtà anche la vita di quest’ultima è piena di complicazioni e pericolo. La gemella muore in un incidente su una barca. L’altra sorella quindi diventa lei, solo per scoprire che la morte della prima non è stata casuale..

Come mai avete scelto Sarah Michelle Gellar come protagonista? Come l’avete convinta?
Sarah ha iniziato a pensare di tornare in tv due anni fa circa (e c’ha provato sulla HBO, ma il suo serial non è andato oltre l’ordine del pilot, ndr), ed era molto più interessata alla tv via cavo che ai network generalisti. Principalmente per le tematiche che la tv via cavo può permettersi di trattare. Ma ora come ora la differenza tra reti generaliste e via cavo si è veramente assottigliata, ed è possibile fare un show di qualità su entrambe le piattaforme. Quando abbiamo letto lo script di Ringer, scritto da un team di giovani autori (Eric Charmelo e Nicole Snyder da Supernatural) ce ne siamo letteralmente innamorati. Il manager di Sarah glielo ha proposto, e se n’è innamorata subito anche lei. Ci abbiamo lavorato un’anno circa, cercando di decidere cosa fare: Sarah all’inizio non era molto sicura sulla nostra idea di proporlo ad un grande network, perchè temeva che in qualche modo avrebbero cambiato l’essenza dello show. Quando il progetto è arrivato alla CBS, è piaciuto subito anche a loro, e soprattutto hanno adorato Sarah; ci hanno letteralmente corteggiato per mesi, e alla fine Sarah si è molto ricreduta, rendendosi conto che la rete – nonostante generalista – stava apprezzando uno show che qualitativamente era stato immaginato per la tv via cavo.

Poichè le protagoniste sono due gemelle, è abbastanza ovvio che Sarah interpreterà entrambe, giusto?
Certo, interpreta entrambe le sorelle: una è Bridget, la sorella che si prende la vita di Siobhan – e Siobhan è appunto l’altra sorella. Le due gemelle si riuniscono dopo esser rimaste separate a lungo per così tanto tempo, ma non appena lo fanno, Siobhan muore. Cade.. sapete.. da una barca. Il fatto che Sarah faccia entrambi i ruoli, è un po’ un riferimento ai vecchi film di una volta, ai Westerns ad esempio.

Se Siobahn muore all’inizio, la vedremo in una serie di flashback – o cosa?

Esatto. La vedremo in questo modo. Paragonerei Ringer a Damages. Io adoro Damages – a proposito, è il mio show preferito – e Ringer seguirà il suo modo di raccontare il presente attraverso il passato. Non sono solo flashback, ma vere e proprie storie nel passato. Ecco cosa accadrà. Se la CBS ordinerà una serie completa, il pubblico scoprirà cosa è accaduto tra Siobhan e Bridget; perchè Siobhan non ha mai più voluto rivedere la sorella, perchè Bridget si trova in una situazione molto problematica – tutto questo servirà a raccontare la storia di Bridget, attraverso ciò che è accaduto a Siobhan.

Passiamo alla domanda che gira nella testa di tutti: cosa ne penseranno i fan di Buffy del nuovo ruolo della Gellar? Saranno contenti?
Io credo proprio di si. In realtà se Sarah ha inizialmente esitato, era proprio perchè rispetta molto i suoi fan. Sarah è eternamente grata a Buffy, e la prima cosa che mi hanno detto lei e il suo manager era che cercavano un ruolo che in qualche modo sarebbe stato apprezzato dai fan che con la serie di Joss Whedon sono cresciuti. Ed io personalmente non ho dubbi sul fatto che non rimarranno delusi!

In che modo Ringer accontenerà i fan di Buffy?
E’ uno show chiaramente molto differente. Voglio dire, Buffy è un serial specifico, e grandioso nel suo genere. Sarah è un’attrice grandiosa ed ha l’abilità – e questo credo sia una prerogativa di pochi – di interpretare ogni ruolo magnificamente. Quindi anche se Bridget/Siobahn sono così differenti da Buffy, Sarah è riuscita a conferire un’unicità ad entrambe. Risulta credibile sia come buona che come cattiva. In Cruel Intentions ad esempio lei era la cattiva, ma in qualche modo tutti ci siamo ritrovati comunque a fare il tifo per lei! Questo è proprio quello che cercavamo, un’attrice capace di interpretare entrambi i lati – quello cattivo, e quello buono – conferendo ad ognuno di essi unicità e credibilità. Buffy era un’eroina, una tipa tosta; Bridget e Siobhan non sono pure come il personaggio che Sarah ha intepretato per così tanto tempo, ma allo stesso modo il pubblico non potrà che fare il tifo per Bridget, anche se quest’ultima non fa sempre la cosa giusta, anche se è così imperfetta, anche se ha un lato oscuro.

Bridget sarà una sorta di eroina?
No, non è questo il caso. Non direi che è un’eroina, non è quel genere di show. E’ più un thriller, come ho detto. E mostra diversi lati di Sarah, perchè il suo personaggio è complesso ed interessante. Molto diverso dal personaggio di Buffy, ma allo stesso modo mantiene quella complessità, ecco, che tanto i fan dello show hanno adorato.

Quale sarà il formato di Ringer? Procedurale o Serializzato?
Se saremo fortunati, i nostri autori hanno previsto un arco narrativo ampio per le prime stagioni. All’inizio Bridget è intenzionata con tutta se stessa a scoprire chi ha ucciso Siohban e che ora è sulle sue tracce. Ma settimana dopo settimana ci saranno anche storie episodiche: Bridget si ritrova a vivere la fantastica vita della sorella, le sue relazioni, mentre cerca di capire tutto il resto. Dovrà stare col marito di Siobhan, che ovviamente non ha mai conosciuto: si ritrova quindi a vivere una relazione con un uomo che non conosce, mentre lui invece pensa di conoscere lei. Avrà a che fare con gli amici di Siobahn, tutte le persone insomma della vita della sorella.

Che cosa ha convinto la CBS ad ordinare uno show del genere?
Hanno letto lo script, e se ne sono subito innamorati. Nina Tassler (Presidente della sezione Intrattenimento alla CBS) e il suo team sono letteralmente impazziti per questo show, hanno voluto parlare con noi, era visibile quanto fossero appassionati. Ci hanno parlato di The Good Wife e come, un paio di anni fa, nessuno avrebbe mai pensato che uno show del genere sarebbe finito sulla CBS. Ovvero un procedurale, si, ma scritto in maniera brillante, e recitato divinamente: uno show che ha un sacco di personaggi complessi e trame allettanti. Speriamo che Ringer possa seguire questi passi. Sulla carta Ringer non è uno show CBS, ma lo stesso avreste detto diThe Good Wife.

Quando inizierà la produzione del pilota?
Al momento siamo impegnati con i casting, siamo nella fase di pre-produzione. Stiamo cercando un regista. Siamo ad uno stato primordiale, insomma, non gireremo prima di metà Marzo.

Perchè Sarah Michelle Gellar è perfetta per questo ruolo?
Io sono un grandissimo fan di Sarah. E sono felicissimo di vederla così eccitata per questo ruolo. Come produttore voglio chiaramente che questo show vada in onda; e come fan – non vedo l’ora di vedere settimana dopo settimana Sarah in TV! Siamo eccitatissimi, è un’icona: i suoi fan l’adorano, la CBS l’adora.. noi lo stesso.. speriamo che tutto funzioni!

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Articolo Succesivo

LEGGI ANCHE

EXCL – Paul Rudd commenta le recenti dichiarazioni di Martin Scorsese 19 Ottobre 2019 - 19:00

Cosa pensa Ant-Man delle recenti dichiarazioni di Martin Scorsese sul mondo dei cinecomic? Abbiamo intervistato Paul Rudd, ecco le sue dichiarazioni...

Zombieland: Doppio colpo – Gli errori sul set nel nuovo video 19 Ottobre 2019 - 18:00

I protagonisti di Zombieland: Doppio colpo si divertono tra scherzi ed errori nel nuovo video ufficiale. L'uscita del film è attesa per il 14 novembre.

The Boys – Patton Oswalt nel cast della stagione 2 19 Ottobre 2019 - 17:00

Eric Kripke ha rivelato su Twitter che Patton Oswalt avrà un ruolo nella seconda stagione di The Boys, ma non sappiamo quale personaggio interpreterà.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.