L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

We Want Sex, visto in anteprima

Di Leotruman

We Want Sex Poster ItaliaRegia: Nigel Cole
CastSally HawkinsRosamund PikeMiranda RichardsonBob Hoskins.
Durata: 113′
Anno: 2010

Dagenham, 1968. E’ il cuore industriale dell’Essex, dove risiede la fabbrica della Ford che da lavoro a 55mila operai (la più grande d’Europa ai tempi) ma anche a 187 donne, addette alla cucitura dei sedili in un fatiscente settore a loro destinato.

Le operaie perdono definitivamente la pazienza quando vengono ridimensionate a “non-qualificate”, con conseguente taglio netto dello stipendio.

Rita O’Grady (Sally Hawkins) con grande determinazione riuscirà a guidare le colleghe nel primo sciopero tutto al femminile che il Regno Unito ricordi. Scontrandosi con gli stessi sindacati e con un’opposizione tutta al maschile, riuscirà addirittura a farsi ascoltare dal Governo grazie all’aiuto della deputata Barbara Castle (Miranda Richardson).

Il tutto senza mai perdere ironia e con le atmosfere che solo la fine degli anni ’60 poteva regalare.

Il pregio di Nigel Cole è quello riuscire a dirigere commedie che scivolano via come l’olio, esattamente come con gli ottimi L’Erba di Grace e Calendar Girls. Divertenti ed eleganti nella giusta quantità, il regista riesce a raccontare delle belle storie senza mai pigiare sul comodo pedale della compassione e della pietà.

Nonostante non si faccia male nessuno questa è una storia oggettivamente drammatica, di donne decisamente stanche di lavorare in pessime condizioni e di essere trattate come esseri inferiori. Ma Cole riesce a mescolare al dramma il calore della commedia, in questo caso innegabilmente aiutato dalla solarità e dalla musica degli anni ’60, e il risultato coinvolge e insegna pur senza essere un pugno nello stomaco.

Il merito è senza dubbio anche dello splendido cast corale ancora una volta tutto al femminile. Sally Hawkins, cresciuta a pane e Leigh, è veramente fantastica in come riesce a trasmettere felicità e tristezza con così tante sfumature. Il suo cammino di crescita che la vede trasformare da semplice operaia a leader sindacale che riesce a tener testa ad un ministro si interseca perfettamente con la professione più importante della sua vita, l’essere madre e moglie.

I momenti più divertenti (ma anche quelli più commuoventi) arrivano grazie alle fantastiche colleghe, che fanno sembrare i personaggi maschili solo dei bamboccioni che vogliono comandare le donne, ma senza non sanno vivere e finiscono per perdere il confronto su tutti i fronti.

Molto convincenti anche le interpretazioni di Geraldine James (Connie) e di Miranda Richardson (la Rita Skeeter di Harry Potter) che interpreta la deputata Castle con tenacia e l’immancabile humour britannico.

Le quasi due ore di pellicola passano senza mai annoiare e senza quei cali di ritmo spesso presenti in film che alternano toni leggeri e drammatici. Personalmente il dialogo che rimane impresso più di tutti non è il discorso che fa Rita davanti ai vertici del sindacato (un po’ forzato), ma quello con il marito in una scena finale che permette di trovare la chiave per leggere non solo l’intero film ma anche la condizione della donna all’epoca (“Non non chiediamo privilegi. Vogliamo solo i nostri diritti”).

Il titolo We Want Sex (che è diverso dal titolo originale “Made in Dagenham“) si rifà ad una scena in cui lo striscione “We Want Sex Equality” (Noi vogliamo la parità sessuale) non fa in tempo ed essere srotolato completamente prima di essere visto dalla deputata Castle, che esclama una battuta spiazzante e decisamente comica.

Imperdibile la colonna sonora, ma l’ambientazione negli anni ’60 costituisce già di per sé una soundtrack naturale.

Voto: 8

We Want Sex uscirà nelle sale italiane venerdì 3 dicembre. Qui trovate la nostra scheda tecnica sul database, mentre a questo link potete guardare il trailer.

We Want Sex Poster Italia

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bridgerton: perché Regé-Jean Page non tornerà nella Stagione 2? 11 Aprile 2021 - 10:00

Ecco perché Regé-Jean Page, volto di Simon Basset, non tornerà nella seconda stagione di Bridgerton.

The Walking Dead: AMC sta considerando uno spin-off su Negan 11 Aprile 2021 - 9:00

La rete ha lanciato un sondaggio tra gli spettatori per capire se ci sia interesse in una serie prequel

GLAAD Media Award: ecco la reunion di Glee in onore di Naya Rivera 10 Aprile 2021 - 20:00

La trentaduesima edizione dei GLAAD Media Award ha ospitato una reunion di Glee. Un omaggio nei confronti di Naya Rivera, tragicamente scomparsa lo scorso luglio.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.