L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

The Killer inside me, la recensione in anteprima

Di Leotruman

The Killer Inside Me Poster Italia

Regia: Michael Winterbottom
Cast: Jessica AlbaCasey AffleckElias KoteasBill PullmanKate HudsonNed BeattyTom BowerSimon BakerBrent BriscoeMatthew MaherLiam AikenJay R. Ferguson
Durata: 120 minuti
Anno: 2010

Il vicesceriffo Lou Ford (Casey Affleck) vive e lavora in una piccola cittadina del Texas occidentale. Siamo negli anni ’50, l’epoca dell’educazione e delle buone maniere, ma quando Lou intraprende una passionale e violenta storia con la prostituta Joyce Lakeland (Jessica Alba) emerge un lato di lui che nessuno avrebbe mai sospettato: è un sadico, uno psicopatico che non ha difficoltà a trasformarsi in un assassino.

La sua spirale di violenza coinvolgerà tutte le persone che ha attorno, compresa la sua ragazza Amy (Kate Hudson), ma la situazione gradualmente gli sfugge di mano e i sospetti iniziano a convergere su di lui…

Micheal Winterbottom ha portato sul grande schermo il romanzo del leggendario scrittore pulp Jim Thompson, L’Assassino che è in me.

Non avendo letto il libro non posso giudicarne l’adattamento né il materiale di partenza. Resta il fatto che The Killer inside me è un film “violentemente noioso”, un risultato incredibile se consideriamo la quantità di sesso e di violenza presente nella pellicola.

Già l’incontro-scontro iniziale con Jessica Alba (una discreta interpretazione per la bella attrice) fa capire che il regista non sa dove vuole andare a parare. La gestione poi dei flashback, che servirebbero allo spettatore per comprendere meglio il passato del protagonista, è terribilmente confusa e si rischia di empatizzare ancora meno con lui.

Casey Affleck dimostra ancora una volta di essere un ottimo attore, ma si ha proprio la sensazione che venga diretto male e che le sue qualità interpretative siano poco utilizzate: un po’ banale l’idea che mostrarci  un sorrisino subito dopo un omicidio ci faccia capire che è un disturbato psicotico piuttosto che un semplice sadico. Non aiuta inoltre il doppiaggio italiano, che inspiegabilmente ha cambiato l’ottima voce prestatagli in Gone Baby Gone (primo bellissimo film da regista del fratello Ben) e che ci aveva permesso di apprezzarlo, con una vocina meno matura e “stridula” decisamente imbarazzante.

Winterbottom tenta in tutti i modi di farci provare simpatia per il suo antieroe, ma l’estremo meccanismo autodistruttivo nei confronti di tutto quello che ama e che potrebbe renderlo felice (gli amici o la bella e fedele fidanzata interpretata dalla Hudson) lascia semplicemente basiti e non coinvolge mai pienamente.

Anche i numerosi personaggi di contorno sono solo tratteggiati e nemmeno l’indagine investigativa condotta da Simon Baker (the Mentalist), che prova in tutti i modi a chiudere il cerchio su Lou già nella prima parte, riesce ad attirare e mantenere un sufficiente stato di tensione. Lo spettatore inevitabilmente finirà per sbadigliare anche nelle scene di sesso condite da sonore cinghiate sui così apprezzati lati B delle protagoniste (controfigure?).

Bill Pullman fa una “comparsata” (ma anche chiamarlo cameo sarebbe troppo) proprio alla fine quando ti eri dimenticato di aver visto il suo nome scorrere sui bei titoli di testa, accompagnati dal grande classico Fever (che potete vedere anche in questo nostro post). Ma ormai è troppo tardi

Voto: 4.5

Tarantino &co ci hanno viziato ad un livello qualitativo decimante più alto di pulp, oppure questo è un semplice falso passo di un regista che ha dimostrato ben altro nella sua carriera (come il premiato Road to Guantanamo)?

The Killer inside me uscirà nelle sale italiane venerdì 26 novembre. Vi rimando alla nostra scheda del database per il trailer, tutti i dettagli sul cast, la gallery e le notizie sul film.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Zero, un supereroe per il 99% – La recensione della serie Netflix 19 Aprile 2021 - 19:45

Zero punta a normalizzare la percezione degli italiani afrodiscendenti presso un'opinione pubblica troppo gravata dai pregiudizi, ma le buone idee non sono espresse al meglio.

Il gioco Rock’em Sock’em Robots diventerà un film, Vin Diesel sarà il protagonista 19 Aprile 2021 - 19:45

In arrivo un film ispirato a Rock ‘Em Sock ‘Em Robots, che sarà sviluppato e interpretato da Vin Diesel.

Segui la Notte degli Oscar con ScreenWEEK.it, domenica 25 aprile live su Twitch! 19 Aprile 2021 - 19:45

Domenica 25 aprile alle 23:45 non perdetevi la diretta sul nostro canale Twitch!

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.