L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Nowhere boy, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

NowhereBoy Poster USARegia: Sam Taylor Wood
Cast: Aaron Johnson, Kristin Scott Thomas, Anne-Marie Duff, Sam Bell, Thomas Sangster, Ophelia Lovibond
Durata: 96 minuti
Anno: 2010

Nowhere boy racconta l’adolescenza di John Lennon. In maniera poco usuale per un film biografico si svolge in un arco temporale molto breve, circa due anni, nei quali forzatamente vengono fatti coincidere eventi che, stando a Wikipedia, non si sono svolti secondo quell’ordine.
Si tratta del periodo intorno ai 18 anni, quando John (che sembra un giovane Michael Caine) perde definitivamente la madre in un incidente d’auto e comincia ad appassionarsi al rock ‘n’ roll (in quest’ordine per Wikipedia, contemporaneamente secondo il film).

La cosa che viene quindi da chiedersi subito è quale sia il senso di un film così concepito. Se non si racconta la storia della vita di John Lennon, se non se ne raccontano le opere e se non se ne racconta il pensiero (a giudicare dal film è cambiato molto negli anni) che si racconta? Di un ragazzo inglese degli anni ’50 che si appassiona alla musica? Di come un grandissimo personaggio dell’arte popolare del novecento abbia tratto ispirazione dal fatto che non ha avuto una madre e contemporaneamente ne ha avute due (la vera, ad intermittenza, e la zia che lo ha seguito sul serio)?
La speranza, mentre si vede Nowhere boy, è che qualcosa emerga a prescindere dagli interrogativi, ma sarà ovviamente tradita. Il racconto di un ragazzo che non riceve che delusioni affettive melodrammatiche e che, come molti, scopre il rock ‘n’ roll come perturbatore dell’ordine e della compostezza borghese, non è molto diverso da ciò che conosciamo e che abbiamo visto reso con molta più abilità in An education.

L’unico vero, grande momento di cinema lo regala l’attacco del film, che con lungimiranza e conoscenza utilizza il famoso accordo iniziale di A Hard Day’s Night per introdurre una sequenza onirica molto molto bella e significativa, specie per la posizione che occupa nel racconto. Il resto è noia.

La vita, le opere e i pensieri di John Lennon, sono fuori da questo film. Che rimane? Qui le altre critiche

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Animaniacs da novembre su Hulu 9 Agosto 2020 - 12:21

Hulu ha rivelato la premiere della nuova serie animata degli Animaniacs, che arriveranno da novembre sulla piattaforma. Confermato il ritorno di Mignolo e Prof.

È morta Franca Valeri, aveva appena compiuto 100 anni 9 Agosto 2020 - 11:05

Attrice, sceneggiatrice, drammaturga, colonna portante del varietà televisivo italiano, Franca Valeri aveva compiuto 100 anni lo scorso 31 luglio

Zack Snyder svela la prima immagine del suo Steppenwolf in Justice League 9 Agosto 2020 - 11:00

Impegnato in sala di montaggio, Zack Snyder ha condiviso un'immagine del suo Justice League che ritrae il "nuovo" design di Steppenwolf.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.