L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Roma: tra Scorsese e Miyazaki il terzo gode

Di Marco Triolo

We Want Sex Sally Hawkins Foto dal film 1

Il terzo giorno del Festival di Roma si apre con la proiezione di We Want Sex (alias Made in Dagenham), la storia vera di 187 operaie degli stabilimenti Ford situati nella cittadina inglese di Dagenham, appunto, che nel 1968 organizzarono uno sciopero senza precedenti nella storia inglese e mondiale: uno sciopero tutto al femminile, per ottenere una retribuzione pari a quella degli uomini.

Il film, diretto da Nigel Cole, è interpretato da Sally Hawkins, Rosamund Pike e Miranda Richardson, con Bob Hoskins in un ruolo di supporto. Un cast di grande livello per raccontare una storia molto importante nell’evoluzione dei diritti delle donne e dei lavoratori in generale, ma come spesso accade in questo tipo di produzioni, non si riesce a evitare una certa retorica nella parte finale, quando la protesta raggiunge la sua massima intensità emotiva. Ogni volta che appare, la Hawkins si lancia in edificanti filippiche sui diritti della donna, che pur condivisibili su un piano puramente ideologico, sul grande schermo rallentano e appesantiscono la narrazione. Però alla fine il film è godibile, con una prima parte scoppiettante che riesce benissimo a contestualizzare la lotta per l’emancipazione delle donne, tutte amiche e vicine di casa in una realtà di provincia che sembra ben distante dai moti della rivoluzione culturale. Eppure, anche lì le cose iniziano a smuoversi… Il film uscirà da noi il 3 dicembre, vi invito comunque a dargli un’occhiata.

La giornata per me è proseguita tra il serio e il faceto: oggi pomeriggio ho prima fatto una capatina alla conferenza stampa di presentazione de La dolce vita, il cui restauro ad opera di The Film Foundation è stato proiettato in serata. Ospite d’onore della conferenza, Martin Scorsese ha illuminato la sala Petrassi con la sua sola presenza. Insomma, è Martin Scorsese! L’autore di Taxi Driver, Quei bravi ragazzi e Mean Streets, una vera leggenda vivente. Il regista ha parlato del capolavoro di Fellini come di “un film coraggioso e capace di portare un cambiamento nella società. Fu tra i primi a spezzare la censura per portare onestà sullo schermo”. E prosegue: “La dolce vita ha reso evidente che si può gettare nel cestino la narrazione classica e far emergere lo spettacolo della vita”. Scorsese è stato tra i primi autori a portare l’attenzione dell’opinione pubblica sul bisogno di restaurare i classici del cinema, prima che il tempo ce li strappi. “Per me il senso di continuità è importante per le generazioni future”, conclude, “perché senza passato non c’è futuro”.

Porco Rosso foto dal film 13

Dopo la conferenza mi sono precipitato alla proiezione pomeridiana di Porco Rosso, capolavoro d’animazione di Hayao Miyazaki. Rivederlo al cinema, nel buio della sala, su quello schermo gigante, non ha prezzo. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, Porco Rosso racconta la storia di un pilota italiano, Marco Pagot (chiamato come l’animatore italiano con cui Miyazaki realizzò la serie TV di Sherlock Holmes), che ha assunto l’aspetto di un maiale dopo una non precisata maledizione. Smessi i panni del pilota di guerra, Marco per vivere dà la caccia ai pirati dell’aria in una località dell’Adriatico. L’amicizia con la piccola Fio gli cambierà la vita, restituendogli fiducia nel prossimo. Insomma, una storia classica, raccontata con grande spreco di immagini memorabili da Miyazaki. Porco Rosso uscirà nei nostri cinema tra pochi giorni, il 12 novembre. Anche in questo caso, non perdetelo.

La retrospettiva Studio Ghibli continua domani con Nausicaa nella valle del vento: ne riparleremo. Domani, inoltre, preparatevi ad un’occhiata esclusiva a Let Me In, remake americano di Lasciami entrare. Finalmente sapremo se è bello quanto dicono, o se ci farà rimpiangere l’originale.

Nel frattempo qui trovate il resoconto di ieri su Tron Legacy e Burke & Hare, e qui la recensione di Animal Kingdom.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Love, Death + Robots – Volume 2: il nuovo red band trailer della serie Netflix 10 Maggio 2021 - 21:00

La serie antologica animata di David Fincher e Tim Miller tornerà con otto nuovi episodi il 14 maggio

Videogames News: Il Futuro di Google Stadia, I Problemi di Returnal, Xbox in Perdita 10 Maggio 2021 - 20:35

Ecco come ogni settimana la nostra rubrica riguardante tutte le più interessanti notizie in arrivo dal mondo dei videogiochi!

Solos: Dal 25 giugno su Prime Video la serie antologica Amazon Original 10 Maggio 2021 - 20:15

In Italia arriverà il 25 giugno su Prime Video: Solos la serie antologica Amazon Original creata da David Weil, con Anne Hathaway e Helen Mirren

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).