L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

A Savelletri iniziano le riprese di Se sei così, ti dico di sì con Elimio Solfrizzi e Belen Rodriguez

Di Claudia

Inizieranno oggi lunedì 4 ottobre, a Savelletri di Fasano in Puglia, le riprese di Se sei così, ti dico sì, il nuovo film nato da un’idea di Antonio Avati e diretto da Eugenio Cappuccio che ne ha scritto la sceneggiatura con Claudio Piersanti.

Se sei così, ti dico sì prodotto dai fratelli Pupi ed Antonio Avati per DUEA Film con la partecipazione di Apulia Film Commission sarà ambientato tra la Puglia, Roma ed il Texas, otto settimane di lavorazione complessive previste, tre delle quali a Savelletri in Puglia.

Emilio Solfrizzi, il Paolo della seguitissima fiction Tutti Pazzi per Amore e Belén Rodríguez, la showgirl argentina più bella e chiacchierata della tv italiana, saranno la coppia protagonista di Se sei così, ti dico sì


Un cast prestigiosi di cui fanno parte anche Iaia Forte, Roberto De Francesco, Francesca Faiella, Salvatore Marino, Totò Onnis, Michele Venitucci, Manuela Morabito, Roberto Zibetti e tanti attori pugliesi tra cui Fabrizio Buompastore, Gaetano D’Amore, Azzurra MartinoPinuccio Sinisi, Marco Montingelli,  Vito Cassano, Lucia Lanzolla, Vincenzo Grassi, Vito Lisi.

Ecco in anteprima la storia di Se sei così, ti dico sì:

La storia racconta di Piero Cicala (Emilio Solfrizzi) che è riuscito ad avere il suo momento di successo negli anni ‘80… con una sola canzone intitolata  Io, te e il mare, un fuoco di paglia che però gli ha fruttato un milione di dischi venduti.
Purtroppo Piero non ha saputo gestire la sfolgorante fortuna e se l’è vista svanire tra le mani, velocemente e irrevocabilmente. Lui però non è un depresso o uno che si butta giù più di tanto, ha carattere, lo stesso carattere forte e solare della Puglia, in cui ha fatto ritorno dopo il breve successo, facendo i conti con tutti, naturalmente, perché nessuno può perdonarti il troppo successo e tanto meno l’inevitabile insuccesso che fisiologicamente segue a un grande successo.

Nel paesino pugliese, Piero ha il suo giro essenziale di conoscenze ed amici, lavora nel ristorante diretto dalla sua ex moglie (Iaia Forte) e passa il tempo con l’amico barbiere (Totò Onnis) anche lui ex musicista, con i suoi colleghi di lavoro e con un polpo in una vasca col quale parla ogni tanto.

Una vita modesta che sembra in qualche modo pacificamente assestata fino a quando non arriva la proposta di una importante trasmissione tivù, che lo ripesca come gloria del passato, invitandolo a Roma.
Naturalmente è necessaria una “ripulitina” per togliergli quell’inevitabile patina grigia che nel tempo si è depositata su di lui e sulla sua immagine così nel paese  si danno tutti da fare per rimodernare il suo aspetto.
Piero si trasforma in una baraonda comica di illazioni e previsioni, auguri di cuore (pochi) e auguri di sventura (molti), un vero e proprio shock per un uomo ormai tagliato fuori da decenni dai riflettori ma che ancora non sa che sta per avere un’avventura ben più sconvolgente ed esilarante.

Nella capitale incontrerà la famosissima Talita Cortès (Belén Rodríguez) una showgirl giunta in città per il lancio di un nuovo prodotto che si trova al centro di tutte le telecamere della città, del mondo del gossip ed è letteralmente assediata dai suoi fan che arrivano a circondare l’albergo che per un strano caso del destino è lo stesso dove alloggia Piero.
Il loro avventuroso incontro, tra orde di fotografi e fan, li porterà a partire insieme con un aereo privato verso gli Stati Uniti. Uno scoppiettante susseguirsi di eventi comici e grotteschi, suscitati dal capriccio di una diva e dall’inadeguatezza apparente del nostro cantante pugliese, li sta portando verso una direzione inimmaginabile.
Piero, sconvolto e come in preda a un sogno, si ritrova abbracciato con la donna più desiderata.
Il suo amico barbiere e l’intero paesino in Puglia sono in fibrillazione continua per la loro bizzarra vicenda, seguita da tutti i media del mondo e le luci americane lo accoglieranno in un modo inatteso.

Il regista Eugenio Cappuccio, gli attori e la troupe (direttore della fotografia Filippo Corticelli, fonico Mario Iaquone, scenografo Giuliano Pannuti, costumista Maria Fassari, trucco Luigi Rocchetti) durante le riprese racconteranno il film e dialogheranno con gli appassionati tramite il blog creato per l’occasione e già on-line.

Eugenio Cappuccio con Se sei così, ti dico sì ritorna al cinema dopo quattro anni dal suo ultimo film Uno su due, presentato alla prima edizione del Festival di Roma. Ed ecco cosa ha dichiarato a tal proposito:

“Ho scelto di fare questo film per tre ragioni fondamentali. La prima, perché c’è stato un incontro fatale con i fratelli Avati. La seconda perché ho sempre girato commedie, dal Caricatore in poi, tutte commedie, con toni e colori e argomenti diversi, ma sono tutte “commedie”, credo. Infine, perché posso contare sul cast necessario per questo film. Ho scelto Emilio Solfrizzi perchè ho sempre avuto la nutriente impressione che eravamo stati al liceo insieme, in viaggio insieme, a fare danni insieme… e poi credo sia uno degli attori italiani più versatili e simpatici che abbiamo: per il mio film è unico e insostituibile. E poi è pugliese: poche cose mi fanno ridere e affascinano come il dialetto pugliese; la gestualità, la filosofia di quella gente, la bellezza della Puglia, che è la California italiana. E pare lo diventerà sempre di più. Ci sono molti attori pugliesi nel film, perché un terzo della storia è ambientata là”.

Mentre Emilio Solfrizzi a proposito dell’ inconfondibile pugliesità, sua e del personaggio dichiara:

“la provenienza del mio personaggio è la fragile Puglia di un passato prossimo, molto provinciale ma anche romantica e ingenua. Piero incarna tutto questo e nel suo piccolo si regala una rivincita per sé e per la sua terra”.

Ed a proposito della scelta del personaggio femminile prosegue Eugenio Cappuccio

“Quanto alla cara Belèn, quando ci siamo incontrati ho avuto la netta impressione, altrettanto nutriente, che mi sarebbe piaciuto molto aver fatto il liceo con lei, dei viaggi insieme, fare danni insieme, insomma quelle sensazioni da ‘ma come mai non ci siamo risentiti prima?’. Battute a parte, Belen incarna nella sua essenza di donna di successo oggi ciò che serve per il film, non farà ‘se stessa’, ma reciterà un ruolo vicino a se stessa. Belén è una figura della modernità, un fenomeno classico della civiltà dello spettacolo, dove impera il potere del corpo. Sono sicuro che, con la fondamentale complicità di Solfrizzi, darà luce al film. È una donna ironica e luminosa. La luce in un film è importante, come l’ironia, e nella vita è lo stesso per entrambe. Insomma, tante ragioni importanti per una storia che è un confronto tra due modi di vivere il successo, due forme di popolarità, una bruciata in un solo episodio, l’altra amministrata con cura”.

Belén Rodríguez, che ha scelto il nome del suo personaggio, dice:

“ Mi chiamerò Talita, che è un nome ebraico ‘fanciulla’ come il mio che significa Betlemme”

Per sapere come andrà a finire questa bizzarra ed imprevedibile avventura dovremo aspettare il 2011 perchè Se sei così, ti dico sì uscirà proprio nel 2011 distribuito da Medusa Film.

Ma se volete essere aggiornati sullo svolgimento delle riprse continuate a seguire le nostre news dal blog

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Rosario Dawson è Ahsoka Tano: Chi è la Jedi in arrivo su The Mandalorian 25 Ottobre 2020 - 20:00

Chi è Ahsoka Tano, il personaggio che Rosario Dawson interpreterà in The Mandalorian? Scopritelo nel nostro speciale!

Lucca Changes sarà completamente online 25 Ottobre 2020 - 19:35

Lucca Changes passerà completamente online. Gli eventi saranno tutti disponibili gratuitamente online tramite le piattaforme di streaming e alla Rai

Grand Army – Netflix mette a disposizione il primo episodio su Youtube 25 Ottobre 2020 - 18:00

A circa una settimana dall'uscita di Grand Army su Netflix, il primo episodio è disponibile gratuitamente su Youtube. La serie è tratta da una pièce teatrale di Katie Cappiello.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).