Condividi su

22 settembre 2010 • 11:24 • Scritto da Marco Triolo

Twilight: Breaking Dawn non sarà in 3D. Forse…

A quanto pare, le due parti del capitolo finale della Twilight Saga non saranno girate in 3D. Ma vorrà forse dire che saranno convertite più avanti?
Post Image
0

Andando un po’ controcorrente rispetto a quella che è la tendenza attuale, Summit Entertainment ha fatto sapere al sito Gossip Cop – in risposta ad alcuni rumors che davano Breaking Dawn in 3D – che i due film conclusivi della Twilight Saga non saranno girati nel formato a tre dimensioni. Il che potrebbe voler dire tutto e niente. In che senso? E’ presto detto.

Nonostante le continue prediche di James Cameron, che ha visto un futuro fatto di pellicole girate esclusivamente in 3D, Hollywood non ha colto l’abissale differenza, in termini artistici, tra un film “girato” in 3D e un film “convertito” in tale formato. La seconda opzione è discussa e discutibile, e spesso porta a risultati tremendi (come nel caso de L’ultimo dominatore dell’aria e Scontro tra Titani). Dunque, annunciando che i due film di Bill Condon non saranno “girati” in 3D, Summit potrebbe anche implicare che verranno convertiti a cose fatte. Ma potrebbe anche intendere che, al contrario, dato che al pubblico di Twilight non frega molto del 3D, si sia scelto di mantenere il buon vecchio 2D.

The Twilight Saga: Breaking Dawn sarà diviso in due parti, entrambe dirette da Bill Condon e in uscita il 18 novembre 2011 e il 16 novembre 2012. Nel cast vedremo ancora una volta Kristen Stewart, Robert Pattinson e Taylor Lautner.

A voi, popolo di Twilight, l’ardua sentenza: volete un film in 2D o 3D?

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *