L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

4bia, la recensione in anteprima

Di Filippo Magnifico

Phobia Poster 1 USARegia: Banjong Pisanthanakun, Paween Purikitpanya, Yongyoot Thongkongtoon, Parkpoom Wongpoom
Cast: Laila Boonyasak, Pongsatorn Jongwilak, Chon Wachananon, Maneerat Kham-uan, Kantapat Permpoonpatcharasuk, Witawat Singlampong
Durata: 2h
Anno: 2008

Quattro storie, dirette da altrettanti registi: nella prima una ragazza bloccata a casa in seguito ad un incidente riceve un SMS da uno sconosciuto; nella seconda un giovane ragazzo perseguitato da un gruppo di bulletti decide di vendicarsi con la magia nera; nella terza dei ragazzi in campeggio dovranno fare i conti con le loro paure; infine una hostess è costretta ad affrontare un volo insieme al cadavere della moglie del suo amante.

Arriva dalla Thailandia e con notevole ritardo sulla tabella di marcia (la pellicola è del 2008) 4bia, film a episodi che ripercorre le gesta di vecchi cult del passato come Creepshow, strizzando l’occhio a recenti produzioni come Masters of Horror e Películas para no dormir. Gli ingredienti sono semplici: quattro registi particolarmente affermati in patria e abbastanza conosciuti – perlomeno tra gli appassionati – dalle nostre parti come Banjong Pisanthanakun, Paween Purikitpanya, Yongyoot Thongkongtoon, Parkpoom Wongpoom per altrettante storie. Il risultato è un ottimo prodotto, in grado di regalare qualche brivido e, cosa fondamentale, di non prendersi troppo sul serio.

I richiami al cinema di genere sono molti e più o meno evidenti. A cominciare dal primo episodio, che riesce a spaventare grazie al semplice uso dell’atmosfera, prendendo un tema particolarmente caro al cinema orientale (si veda ad esempio Phone e The Call) e mischiandolo ad una tensione latente che tanto ricorda la prima parte de I tre volti della paura.
Il clima cala decisamente nel secondo episodio, penalizzato da una regia esageratamente frenetica e dall’uso di una grafica digitale poco convincente e ormai datata, per poi riprendersi con quelli che si potrebbero a tutti gli effetti definire i capitoli migliori di quest’opera, volutamente citazionisti, divertenti e – soprattutto nel finale – in grado di riportare alla mente quei temi che hanno fatto la fortuna di vecchi cult del passato come Ai Confini della Realtà.

Un film più che dignitoso insomma, ma che in ogni caso passerà inosservato a causa di una distribuzione ridicola e di un lancio promozionale praticamente nullo.

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 27 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision: la storia del Darkhold nel Marvel Cinematic Universe 7 Marzo 2021 - 20:00

Il Darkhold comparso in WandaVision non è affatto alla sua prima apparizione nel Marvel Cinematic Universe: ecco la sua storia all'interno dell'universo unito!

Nomadland – Uscita a rischio in Cina? 7 Marzo 2021 - 19:24

Chloe Zhao è stata al centro di una polemica di stampo nazionalista in Cina che ha portato a una censura legata al film Nomadland. La pellicola potrebbe rischiare l'uscita nelle sale cinesi

The Falcon and the Winter Soldier – Sam e Bucky sono “colleghi” nel nuovo spot 7 Marzo 2021 - 19:00

La strana coppia di The Falcon and the Winter Soldier cerca una definizione del proprio rapporto nel nuovo spot, ricco di scene inedite.t

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.