L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

ScreenWEEKend: tra orchi simpatici e antipatici, giustizieri e lettere a Giulietta!

Di Marco Triolo

Letters to Juliet Amanda Seyfried

Vedete che un pochino le cose si stanno riprendendo? Siamo ormai al weekend del 27 agosto, il campionato di calcio è alle porte e la stagione cinematografica ricomincia con una bella manciata di titoli. Vediamoli insieme…

Dal 25 agosto:

Shrek e vissero felici e contenti di Mike Mitchell

Torna l’orco più amato da grandi e piccini, in quella che dovrebbe essere l’ultima avventura cinematografica del personaggio DreamWorks. Shrek, in crisi da quarantenne, fa un patto con Tremotino e si ritrova in una folle versione alternativa di Molto Molto Lontano. In questa realtà gli Orchi vengono cacciati, Tremotino è re e Shrek e Fiona non si sono mai incontrati. Il 3D dovrebbe dare una spinta in più, ma siamo sicuri che la gente si sarebbe riversata comunque nelle sale: Shrek è troppo amato per non essere un successo. E chissà che la DreamWorks non ci ripensi, a un quinto capitolo…

Nightmare di Samuel Bayer

Dall’orco buono a quello cattivo: il babau numero uno del cinema americano torna in un remake firmato da Samuel Bayer e interpretato da Jackie Earle Haley. Sarà una dura lotta quella che li aspetta: l’originale Nightmare di Wes Craven è ancora oggi un capolavoro del cinema orrorifico, spesso imitato e mai eguagliato. E rimpiazzare Robert Englund del ruolo principale potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. Nel cast c’è anche Thomas Dekker, il John Connor televisivo.

Giustizia privata di F. Gary Gray

Una premessa tamarrissima – un geniale ingegnere architetta un piano diabolico per tenere in scacco la città di Philadelphia dalla sua cella e farla così pagare a un sistema che non ha saputo punire i carnefici dei suoi cari – per un film d’azione che si preannuncia “biblico”. A interpretarlo due ottimi attori, Gerard Butler e Jamie Foxx, che con il loro carisma praticamente vendono il film da soli. Un modo come un altro per staccare il cervello, senza sentirsi insultati nell’intelligenza. Qui e qui le opinioni dei miei colleghi.

Amore liquido di Marco Luca Cattaneo

Unico pesce fuor d’acqua di quest fine settimana è la piccola produzione di Marco Luca Cattaneo: trattasi del primo film sulla porno-dipendenza, storia di Mario, un quarantenne bolognese che vive con l’anziana madre costretta, dopo un ictus, su una sedia a rotelle e alle cure di una badante. Nella città semideserta per via delle vacanze estive, Mario incontra Agatha, una giovane ragazza madre che irrompe nella sua vita, spezzando la sua solitudine e risvegliando in lui sentimenti sopiti, con i quali sarà costretto a fare i conti. Ne parliamo in dettaglio qui e qui.

Dal 27 agosto:

London River di Rachid Bouchareb

Anche gli inglesi hanno avuto il loro 11 settembre, anche se in versione ridotta. London River parla proprio di questo. La trama: giunti a Londra per cercare i rispettivi figli, di cui non hanno più notizie dal tempo degli attacchi terroristici del 2005, Elizabeth, inglese di mezza età, e Ousmane, che da anni lavora in Francia come giardiniere, scoprono che i ragazzi vivevano insieme al tempo degli attentati. Diffidenze e pregiudizi reciproci rendono all’inizio le cose difficili, ma la consapevolezza del legame tra i figli e il dolore riusciranno ad avvicinarli.

Indovina chi sposa Sally di Stephen Burke

Sally e Freddy si sposano lo stesso giorno e nello stesso posto, ma non tra di loro. Sally, infatti, non si sposa per amore ma per soldi, mentre Freddy prova ad avere una seconda chance dopo il precedente matrimonio finito male. Quando i due ricevimenti di nozze, svolti nello stesso hotel, si incontrano, le sicurezze dei due inziano a vacillare… Indovina chi sposa Sally è stato definito una commedia screwball all’irlandese. Insomma, non la solita storia di nozze, che potrebbe anche essere un piacevole modo per passare il vostro venerdì sera.

La polinesia è sotto casa di Saverio Smeriglio e Andrea Goroni

Stefano è un giovane manager apparentemente soddisfatto della propria vita, ma interiormente disgustato dalla futilità di ciò che lo circonda. L’incontro con due giovani e squatrinati surfisti gli farà però capire come vorrebbe essere davvero: inizia così un percorso che lo porterà ad instaurare un profondo rapporto col mare e la natura, a ritrovare la passione per la libertà e l’amore per una ex compagna di liceo. Una commedia italiana dai protagonisti semi-sconosciuti che si spera sia un po’ al di sopra della media dei cinepanettoni/cinecocomeri. Sta a voi decidere se dare al film il beneficio del dubbio.

Urlo – Howl di Rob Epstein e Jeffrey Friedman

Esce finalmente anche nei nostri cinema Howl, la biografia del poeta beat Allen Ginsberg. La presenza del bravo James Franco dovrebbe essere una garanzia, ed è anche interessante l’idea di concentrarsi sul processo a Ginsberg dopo la pubblicazione del suo capolavoro “Howl”, ritenuto all’epoca osceno. In un fine settimana dedicato quasi solamente all’intrattenimento, Howl è una piacevole eccezione che speriamo non venga snobbata.

Letters to Juliet di Gary Winick

Altro titolo molto atteso, almeno dalle mie parti perché girato a Verona, è Letters to Juliet, commedia romantica interpretata da Amanda Seyfried, Gael Garcia Bernal, Christopher Egan, Vanessa Redgrave e Franco Nero. Un film che rientra senza tanti fronzoli nei cliché della romantic comedy, ma che potrebbe interessare il pubblico nostrano per la presenza di numerosi volti noti del nostro cinema: Marina Massironi, Milena Vukotic, Luisa Ranieri, Fabio Testi e Angelo Infanti. Insomma, un film della serie “guarda chi è quello!”. Chi non ama le storie sdolcinate, eviti.

Il rifugio di François Ozon

Ozon torna con il suo nuovo film, un dramma con i piedi ben piantati nel cinema verità. La storia è quella di Mousse, ricoverata in ospedale dopo un’overdose. Quando si risveglia scopre che il suo compagno è morto e che lei è incinta. La famiglia di lui la spinge ad abortire ma lei scappa da Parigi, decisa a portare a termine la gravidanza. Troverà un inaspettato appoggio nel cognato, in un rapporto fatto di risentimento ed attrazione. Un nuovo modello familiare che le permette di aver salva la vita e ricominciare.

La strategia degli affetti di Dodo Fiori

Il complicato rapporto tra Paolo, architetto di successo, e il figlio Matteo, adolescente problematico, viene scosso dall’arrivo di un’estranea che porta alla luce emozioni sopite. Si tratta di Nina, figlia di un vecchio amico di Paolo in difficoltà, che aprirà gli occhi del figlio sulla pessima influenza dei suoi genitori. Ancora storie di vita vissuta per il terzo film italiano in uscita questo weekend. La competizione però è molto forte e film così piccoli rischiano di essere eclissati.

North Face di Philipp Stölzl

Storia vera dei primi alpinisti che nel 1936, in pieno regime nazista, tentarono la scalata della famigerata parete nord dell’Eiger. I due avranno su di sé gli occhi di un’intera nazione e soprattutto quelli di un regime che non tollera sconfitte e non vede l’ora di celebrare i trionfi degli ariani. Ce la faranno a portare a termine l’impresa? Dalle clip, che abbiamo postato qui, la pellicola si preannuncia come altamente spettacolare.

Qui i risultati al box office dei giorni precedenti, qui invece un po’ di pronostici.

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

El Camino e la lettera di Jesse, chi è [SPOILER]? 13 Ottobre 2019 - 18:29

La lettera che vuole spedire Jesse Pinkman alla fine di El Camino è indirizzata a Brock Cantillo, il piccolo figlio di Andrea Cantillo.

Dolittle – Ecco il trailer del film con Robert Downey Jr. 13 Ottobre 2019 - 18:03

Ecco il trailer di Dolittle, la pellicola diretta da Stephen Gaghan che vedrà Robert Downey Jr. nel ruolo di un medico che comprende il linguaggio degli animali.

Cenerentola – Idina Menzel in trattative per il film con Camila Cabello 13 Ottobre 2019 - 18:00

Idina Menzel potrebbe interpretare la matrigna cattiva in Cenerentola, nuova versione cinematografica della celebre fiaba.

Mortal Kombat, il film (FantaDoc) 10 Ottobre 2019 - 13:45

Quella volta in cui Mortal Kombat ha stracciato Street Fighter grazie alla generosità di Christopher Lambert...

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Le avventure del giovane Indiana Jones 9 Ottobre 2019 - 15:38

Le avventure del giovane Indiana Jones: quando, negli anni 90, in TV c'erano quattro Indiana Jones diversi, di tutte le età...

7 cose che forse non sapevate su Capitan Futuro 8 Ottobre 2019 - 15:40

Dalle origini all'inquietantissimo film fan-made, passando per Go Nagai, sette curiosità su Capitan Futuro.