L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Predators: piccolo massacro portatile su Iphone

Di Fabio Di Felice

L’ammetto: per recensire questa app sono partito prevenuto.
Essì perché, quando ho scaricato il gioco di Predators, mi aspettavo litri di sangue, una marea di ignoranza truculenta, creature orribili e il nasone di Adrien Brody e, in effetti, ho trovato tutto ciò che fa parte della lista. Con in più un bel giochino sotto.

Titolo: Predators
Sviluppatore: Chillingo Ltd
Genere:
Videogioco – Azione
Prezzo: 2,39 €
Adatto a
: Adulti

Chi non conosce la storia dei Predators? Razza aliena di cacciatori di trofei e fieri combattenti. Tutto molto bello, almeno finché non decidono di venire sulla terra per collezionare teste umane. A scacciarli ci penserà prima il grande Schwarzenegger (che quando ancora non governava la California, faceva fuori alieni) e poi, prima che passassero a darsele di santa ragione con gli Aliens, il buon Danny Glover.
Robert Rodriguez
, non pago, ha deciso che questa povera razza sciagurata doveva vedersela anche con Adrien Brody (che come potete vedere negli screenshots sottostanti, è nasone anche nel gioco) e così ecco che al cinema abbiamo un nuovo film e una serie di nuovi videogiochi, tra cui questo per le piattaforme Apple.

Il gioco è un  gran bel pezzo di action in cui comanderemo un predator, con combo, possibilità di sbloccare e upgradare armi, trofei (e dai con le teste) da collezionare e un buon numero di livelli da superare.
L’inizio è spiazzante: il predator combatte con il solo ausilio di due lame da polso, pienamente in vista nel bel mezzo della foresta.
Questo manda alle ortiche tutta l’immagine che ci eravamo costruiti in sequel su sequel di film riguardanti la razza di cacciatori. Nei film, infatti, è impossibile vedere un predator che non sia accucciato e nascosto, praticamente invisibile, sopra qualche albero.
I primi momenti, anche per colpa della lentezza con cui vengono introdotti i comandi, sono piuttosto monotoni e ci è consentito soltanto menare le mani con un tasto. La varietà, però, non tarda ad arrivare e, già dal secondo livello, sarà possibile utilizzare tecniche di combattimento avanzate come affondi, combinazioni di colpi e smembramenti, tutto condito da dell’ottima violenza gratuita.
Il sistema di combattimento ricorda da vicino quello utilizzato nel gioco di Wolverine: Le origini per Xbox360/ps3 (se non siete tra quelli che l’hanno giocato, recuperatelo a una manciata di euro ora che è uscito da un pò di tempo, a dispetto della storia davvero idiota, il gioco merita tantissimo).
Dal videogame dedicato al mutante canadese, eredita anche il buon numero di combo e il livello di gore quasi esagerato.

Graficamente il gioco è davvero pregevole. La realizzazione tecnica del predator, dei nemici delle ambientazioni e la fluidità con cui sono animati -sopratutto per quanto riguarda le combinazioni di colpi del nostro alieno preferito- è davvero notevole.
Peccato per la poca varietà di nemici e livelli che, alla fine si possono davvero contare sulle dita di una mano.  Buona anche la visualizzazione dei poteri: dall’invisibilità, alla visione termica a cui poi si aggiungono diverse armi sbloccabili tra cui il Combi Stick (che per quanto lo si voglia far suonare figo, comunque è un bastone), la pistola al plasma, la rete da caccia e il Disco (degno di Xena, la principessa guerriera). Senza contare che ognuno di questi equipaggiamenti è migliorabile tramite l’utilizzo dei punti accumulati durante il gioco.


Se questo software volesse far passare un messaggio, attraverso le centinaia di soldati che trucidiamo nei 24 livelli disponibili, sarebbe: fate fuori prima i cecchini! Sono loro la vera spina del fianco del gioco e, purtroppo per noi, saranno presenti nella maggior parte dei livelli.
Fortunatamente la varietà delle sfide è alta e varia dall’ uccidere un numero specifico di nemici -spesso anche in modo particolare-, al resistere per un certo quantitativo di tempo fino a vere e proprie missioni in stealth; Insomma, non è tanto la noia quanto la frustrazione a uccidere la voglia di continuare. Frustrazione dovuta al tasso di sfida piuttosto alto, sopratutto negli ultimi livelli. Comunque con l’equipaggiamento giusto e padroneggiando la tecnica dell’invisibilità, è possibile superare tutte le sfide e portare il gioco a compimento nel giro di tre ore circa, che non è una pessima longevità per un gioco su un dispositivo portatile.
Inoltre, una volta completata l’ultima missione, si sbloccherà una modalità survival in cui un numero infinito di nemici ci si lancerà contro per testare la nostra resistenza. Il tutto è un pò fine a se stesso visto che, a quel punto dell’avventura, avremo portato tutto l’equipaggiamento al massimo livello e collezionare punti sarà inutile.

Da giocare quando:
Viuuuuulenza!
Consigliato? Sì, decisamente sì! Uno dei migliori titoli d’azione che ho avuto il piacere di provare su iphone.

In chiusura, vi segnalo le nostre applicazioni per iphone e ipad, a questo indirizzo e vi do appuntamento alla prossima recensione!

ScreenWeek sta seguendo l'edizione 2019 del Toronto International Film Festival. Segui QUESTO LINK per non perderti tutte le nostre recensioni in anteprima!
Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Le Mans ’66 – Si va in guerra nel nuovo trailer italiano 15 Settembre 2019 - 20:00

Le provocazioni di Ferrari e la realizzazione di un auto in grado di competere contro la casa automobilistica italiana nel nuovo trailer italiano di Le Mans '66

Black Narcissus – Nel cast Alessandro Nivola e Gemma Arterton 15 Settembre 2019 - 19:00

Alessandro Nivola e Gemma Arterton interpreteranno i protagonisti della miniserie di tre episodi Black Narcissus basata sul romanzo Narciso nero

El Gato Negro – Robert Rodriguez e Diego Boneta insieme per lo show di Apple TV+ 15 Settembre 2019 - 18:00

Robert Rodriguez e Diego Boneta insieme per lo show di Apple TV+ El Gato Negro, basato sul fumetto messicano creato da Richard Dominguez

La storia di Dune (FantaDoc) 12 Settembre 2019 - 16:28

Il lungo e tortuoso percorso che ha portato il Dune di David Lynch, con il suo cast pieno di stelle, a diventare un grandissimo successNO.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Lancillotto 008 11 Settembre 2019 - 12:15

Dare tutto un altro significato all'espressione "monkey business": gli scimpanzé agenti segreti di Lancillotto 008.

7 cose che forse non sapevate su George della Giungla, Superpollo e Tom Slick 10 Settembre 2019 - 16:58

"Tu parti con la liana ma poi non arrivi mai"... Ma le curiosità su George della giungla e i suoi sodali Superpollo e Tom Slick arrivano invece subito, eccole!