Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2010/07/6a00d8341c630a53ef0133f27cb33a970b.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Comic Con di San Diego 2010: J. J. Abrams difende il finale di Lost e, con Joss Whedon, denuncia la policy attuale dei network

Comic Con di San Diego 2010: J. J. Abrams difende il finale di Lost e, con Joss Whedon, denuncia la policy attuale dei network

Di Cristiano

Presente alla Comic Con di San Diego 2010, tra l’altro protagonista di un panel insieme a Dio Joss Whedon, J. J. Abrams ha colto l’occasione per difendere il finale di Lost. “Se avessimo pianificato tutto in anticipo, vi avremmo fatto un torto” ha detto il produttore ai giornalisti presenti in sala. “Non si possono prevedere alcune cose, come Michael Emerson che sarebbe salito a bordo. So che i telespettatori hanno opinioni diverse sul finale, ma credo che Damon Lindelof e Carlton Cuse abbiano fatto un lavoro eccellente, e abbiano realizzato un finale coi controcazzi.”

Col pretesto di Lost, J. J. Abrams ha inoltre manifestato un po’ di frustazione verso la politica odierna dei network, anche alla luce del debutto del nuovo Undercovers. “Cercano show che possano vendere e mandare in onda in replica. Sinceramente, i serial poco ‘serializzati’ non m’interessano per niente. Sono interessato nell’investire nei personaggi. Le storie hanno bisogno di tempo e di un qualche tipo di progresso.”

Joss Whedon, dal canto suo, ha rincarato la dose. “Non lo ammetteranno mai, che la gente vuole quello, ovvero un serial che abbia la sua continuinity. Ma è più facile per loro investire in progetti sicuri come The Mentalist. Anche quando Lost si è rivelato un successo stellare, i vertici dei network continuavano a dichiare di non voler quel tipo di progetto. Ma di cosa si ricorda la gente quando pensa a Cheers? Sam e Diane.”

Dopo aver annunciato di essere il regista de I Vendicatori, purtroppo per tutti noi, Joss ha anche lasciato intendere di aver momentaneamente messo in ‘pausa’ la sua carriera in tv. “Per il momento, non ho alcun progetto di quel tipo. Tra un impegno e l’altro, cercherò di portare a termine la seconda stagione (della webseries) Dr. Horrible.”

Che dire, considerando che in sala Joss veniva acclamato per i suoi numerosi capolavori come Buffy, Firefly e il recente Dollhouse, la notizia mi lascia con una profonda amarezza!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Il mago di Oz: Kenya Barris scriverà e dirigerà il reimaging 17 Agosto 2022 - 0:27

Warner Bros. ha affidato a Kenya Barris, il creatore di Black-ish, la scrittura e la regia di The Wizard of Oz

Wolfgang Petersen è morto: addio al regista di La Storia Infinita e La tempesta perfetta 16 Agosto 2022 - 21:24

Il cineasta tedesco Wolfgang Petersen, regista di pellicole come La Storia Infinita, Air Force One e La tempesta perfetta, è morto a Los Angeles, all'età di 81 anni.

Crystalline Resonance Final Fantasy: anche il Italia il concerto ispirato alla saga 16 Agosto 2022 - 21:00

Square Enix festeggia il 35esimo anniversario della sua saga più famosa con uno speciale tour concertistico, Crystalline Resonance Final Fantasy.

Better Call Saul, il finale: “meglio non chiamarlo Saul” [SPOILER] 16 Agosto 2022 - 15:23

La fine di un viaggio sorprendente, un finale da storia della TV: le nostre considerazioni sull'ultimissimo episodio di Better Call Saul.

The Sandman: i fan del fumetto possono dormire sonni tranquilli (recensione senza spoiler) 5 Agosto 2022 - 9:01

Neil Gaiman aveva ragione a proposito della trasposizione fedele. Ma The Sandman può piacere anche a chi il fumetto non l'ha mai letto?

Prey: il film “Predator contro i Comanche”, fortunatamente, fa il suo 3 Agosto 2022 - 18:01

E ci riesce ribaltando in continuazione i concetti di preda e predatore. Le nostre impressioni sul prequel di Predator, in uscita il 5.