L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Quante sorprese racchiuse in Toy Story 3!!! [attenzione spoiler in agguato]

Di Claudia

Toy Story 3 Advent Image Bimbo Bookworm

Toy Story 3: La grande fuga, il nuovo lungometraggio della Pixar diretto da Lee Unkrich, è uscito in USA il 18 giugno e nel suo primo weekend di programmazione ha incassato più di 109 milioni di dollari, la media per sala è stata elevatissima con oltre 27000 dollari per copia (QUI tutti i dettagli).

Da noi arriverà il prossimo 7 luglio e se non temete che eventuali spoiler possano rovinare la vostra attesa e la successiva visone del film, vi consiglio di continuare a leggere questo post nel quale vi svelerò i tantissimi Easter Eggs racchiusi all’interno del film!!!

Con il termine Easter Eggs in campo cinematografico si definiscono delle piccole chicche, delle sorprese, che la produzione decide di inserire nel film e che solo i più attenti sono in grado di scovare!!!

La Pixar ama nascondere tanti easter eggs nei suoi film ed in particolare si diverte ad inserire riferimenti a film e personaggi  delle sue produzioni passate e future, in Toy Story 3: La grande fuga ne sono stati scovati più di 60!!!

Iniziamo con alcune curiosità sui personaggi.

John Morris, che era già stato la voce ad Andy in Toy Story – Il mondo dei giocattoli e  Toy Story 2 – Woody e Buzz alla riscossa

sarà nuovamente la sua voce in Toy Story 3: La grande fuga. Andy è un ragazzo che sta per andare al college mentre John Morris nella realtà ha 26 anni ed ecco come sono cresciuti entrambi

La voce della piccola Molly in Toy Story 2 – Woody e Buzz alla riscossa, era quella di Hannah, la figlia di Lee Unkrich, che ha voluto inserire quelle registrazioni anche in Toy Story 3: La grande fuga e saranno le immagini riprese dalla mamma di Andy all’inizio del film.

Anche Lee Unkrich ha voluto recitare una battuta nel film

Toy Story 3

ed ha scelto Jack, il pagliaccio nella scatola, che con la frase New Toys!, accoglie Woody, Buzz ed il resto della combriccola quando arrivano per la prima volta al Sunnyside Daycare

Guardate il ragazzo nella foto, ve lo ricordate?

E’ Sid, il ragazzino tortura giocattoli vicino di Andy, che ritorna anche in Toy Story 3: La grande fuga, ed anche se non sono ancora state diffuse immagini sul suo personaggio cresciuto si sa che sarà un addetto alla spazzatura, che potrete riconoscere dalla sua inconfondibile maglietta nera col teschio bianco.

Passiamo un pò ai luoghi

Andiamo ad esplorare la stanza di Andy che al suo interno racchiude mille sorprese…. affissi al muro infatti ci sono più di 300 adesivi, alcuni dei quali sono stati creati proprio da Erin Magill, coordinatore artistico di Toy Story 3, quando frequentava le scuole superiori!!!

Tra gli adesivi ci sono riferimenti ad altri film Pixar, tra i quali alcuni al film Alla ricerca di Nemo, eccone uno

ed ancora un altro 

Focalizzate ora la vostra attenzione sulla parte cerchiata in rosso dell’immagine sottostante…

Se proviamo ad ingrandire quella parte appare questa immagine

La salamandra non vi ricorda quella del segnale “attraversamento salamandre” che la Pixar installò nel suo quartier generale di Emeryville campus?

…e già si tratta proprio di un riferimento a Newt un film che la Pixar aveva previsto di far uscire a giugno 2012, la cui produzione attualmente risulta essere stata cancellata!!!

Guardate adesso questa immagine

nella parte cerchiata in rosso c’è il calendario di Andy. Mentre nei due film precedenti lo stesso calendario mostrava una immagine di A Bug’s Life – Megaminimondo in questo raffigura una immagine di Snot Rod, uno dei personaggi di Cars – Motori Ruggenti. Osservate ora i due calendari dell’immagine sottostante…

non notate nulla? Anche se sono di anni differenti entrambi i calensari sono posizionati sul mese di Agosto!!!

Sull’armadio cerchiata in rosso c’è una targa con il nome di una strada, la W. Cutting Blvd che è proprio la strada in cui era ubicato il primo quarier generale della Pixar.

Ora guardiamoci ancora intorno e scoviamo quest’altro dettaglio

La parte cerchiata in rosso è il nuovo personaggio di Cars 2, la cui uscita è stata fissata dalla Disney per  giugno 2011. Il personaggio in questione è Finn McMissile di cui un bozzetto completo è stato mostrato l’anno scorso al D23 Expo.  Se osservate bene il dettaglio in basso noterete che il personaggio è simile alla Aston Martin di James Bond.


Spostandoci un pochino ecco cosa vediamo

Sulla cartina sono sistemate delle puntine che corrispondono alle città natali dello staff di produzione del film!!!

Se proviamo ad entrare nella stanza di Andy nei panni di Woody, vedremo attaccata al muro una bandierina gialla con le iniziali P.U. che sono l’acronimo di Pixar University, un programma di sviluppo professionale per gli impiegati della Pixar

facendo salire Woody sul comò, noteremo ben due sorprese…

la prima è quella nella parte cerchiata in rosso sulla sinistra. Ingrandendo infatti il bigliettino attaccato alla bacheca…potremo leggere “Carl and Ellie Fredricksen” che sono proprio i due  protagonisti del magnifico film UP

La seconda sorpresa è quella nella parte cerchiata in rosso sulla destra. Ingrandendo potremo distinguere il programma sportivo sponsorizzato dal Pizza Planet

Il riferimento al Pizza Planet, che la Disney ha realmente realizzato nei suoi parchi a tema di Walt Disney World’s Disney’s, Hollywood Studios e Disneyland Paris, compare in tutti i film Pixar realizzati fino ad oggi tranne che in Gli Incredibili – Una normale famiglia di supereroi. Ecco alcuni esempi

Altra cosa ricorrente nei film della Pixar è la scritta 113.

Inizialmente era solo una scritta utilizzata dagli studenti della CalArts di animazione tra  quali John Lasseter, Andrew Stanton, Brad Bird, Pete Docter, che faceva riferimento al numero di classe. Successivamente la scritta è stata inserita non solo in ogni film della Pixar, ma anche in alcuni film Disney, ed anche in Il gigante di ferro della Warner Bros, I Simpsons, della 20th Century FoxI Griffin, American Dad, Powerpuffgirls e le avventure di Tinytoon.

Se passiamo ad esaminare la macchina della mamma di Andy vedremo che la sua targa racchiude ben due sorprese

Non solo c’è la mitica scritta A113 ma anche la scritta Tiger Pride che rappresenta sia un esplicito riferimento alla città natale del regista Lee Unkrich,  Chagrin Falls nell’Ohioma e sia la mascotte della sua scuola superiore

Passiamo ora al Sunnyside Daycare…

Sul muretto esterno del Sunnyside Daycare, ci sono tante piccole immagini

se allarghiamo l’immagine nel cerchio rosso vedremo una lampada con una piccola palla gialla con un cerchio blu e una stella rossa

quell’immagine è la stessa del logo Pixar apparso per la prima volta nel 1986 nel corto Luxo Jr.

Entrando all’interno del Sunnyside Daycare… tra i giocattoli ritroviamo Mr Ray ed il delfino di Alla ricerca di Nemo entrambi doppiati da Bob Peterson co-regista di UP ed anche voce del cane Dug

Altro personaggio di Alla ricerca di Nemo è nascosto in questa immagine

se ingrandiamo il dettaglio vedremo in basso a sinistra un bel pesce a strisce bianco e rosso

Ora guardate un pò l’immagine sottostante

nella parte cerchiata in rosso, c’è un giocattolo in legno che ricorda proprio McQueen di  Cars – Motori Ruggenti

Ma guardate che numero compare sulla portiera di McQueen. Il numero è il 95, fa riferimento all’anno di uscita di Toy Story – Il mondo dei giocattoli e ricorre anche in altre scene di Toy Story 3: La grande fuga, come ad esempio sulla maglietta di un bimbo dell’asilo

e sulla locomotiva del treno che prende Woody

Altri riferimenti a Cars – Motori Ruggenti sono presenti in questa immagine in cui Buzz stringe la mano al robot…

nella parte cerchiata in rosso c’è un trattore simile a quello visto in Cars

Guardate un pò la scena qui sotto,

i nostri giocatori stanno scommettendo con le batterie Re-Volting che è lo sponsor del corridore 84 in Cars

ed altri riferimenti a Cars anche in questa immagine

nella parte cerchiata in rosso è possibile notare il camion dei pompieri simile a quello visto in Cars

Se guardate l’immagine di seguito noterete una somiglianza tra la bimba dell’asilo e Boo di Monsters & Co.

Sempre nell’immagine precedente potrete notare anche un orsacchiotto fuxia tra le mani della bimba seduta sulla poltrona… si tratta di Lotso che ha fatto la sua prima apparizione in Toy Story – Il mondo dei giocattoli ma all’epoca era di un colore più tenue ed era anche complessivamente differente

Un Letso più simile lo abbiamo visto in UP, vicino al letto nella sequenza in cui la casa di Carl vola davanti alla finestra della cameretta di una bambina

ma l’orsacchiotto di Toy Story 3: La grande fuga è completamente nuovo, si chiama Lots-o’-Huggins Bear ed ha la voce di Ned Beatty.

Lots-o’-Huggins Bear, che nell’immagine in alto vediamo tra le mani di John Lasseter e John Ratzenberger, ha ben 3.473.271 peli di diverso spessore e lunghezza, sistemati su vari strati.

Una curiosità, nel 1983 girava uno spot che ingannò molti spettatori facendo credere loro che Lotso fosse  un giocattolo in vendita.

Ecco lo spot americano

 

e quello giapponese

Difficile in effetti distinguere la fantasia dalla realtà!!! La Pixar e la Disney hanno creato questi finti spot che facevano parte del marketing virale per il film, l’orsacchiotto infatti non è mai stato in vendita se non fino a Toy Story 3: La grande fuga.

Guardate ora questa immagine

nella parte cerchiata in rosso c’è un riferimento al cortometraggio della Pixar Tin Toy. Nel cortometraggio, un piccolo giocattolo viene terrorizzato da un piccolo bebè, scappa dal bebè e si nasconde sotto un armadio dove trova un gruppo di giocattoli abbandonati, dispersi o che si nascondono dalla paura.

Proprio come accade in questa immagine

Ecco il video del corto Tin Toy

John Lasseter, capo creativo dei Pixar e Walt Disney Animation Studios e regista dei due precedenti Toy Story, è un buon amico del regista giapponese Hayao Miyazaki e guardate un pò quale omaggio ha voluto regalargli in Toy Story 3: La grande fuga?

Avete riconosciuto il personaggio nel cerchio rosso? E’ Totoro, il protagonista del film Il mio vicino Totoro del 1988.

Ma nella stessa immagine  i più attenti avranno potuto notare anche altri dettagli, uno di questi è il nickname 237 cherappresenta un riferimento a The Shining, il film preferito dal regista Lee Unkrich

Ma in quell’immagine ed anche in altre che sono riportate più in basso ci sono altri riferimenti alla Apple.

Il computer che i giocattoli usano all’asilo è un iMac con OSX e Safari. Vediamo Andy con iTunes aperto sul suo portatile.

mentre la tastiera del computer nell’immagine seguente è una vecchia tastiera Mac.

Per chi non lo sapesse, Mac. Steve Jobs che ha co-fondato la Apple con Steve Wozniak, ha comprato nel 1986, dalla Lucasfilm computer graphics division, il The Graphics Group che successivamente è ha preso il nome di Pixar,  ed è stato anche amministratore delegato della Pixar fino alla sua acquisizione da parte della Disney nel 2006.

Ritorniamo al film per parliare di batterie perchè durante la sequenza in cui i giocattoli resettano Buzz Lightyear, vediamo che Buzz sul retro ha 2 batterie AA Buy N Largie

Il nome delle batterie Buy N Large è lo stesso della società vista in Wall-E come si può notare nell’immagine qui in basso

Alcuni personaggi dei film della Pixar, hanno la voce di artisti e di registi che hanno ottenuto la parte dopo aver partecipato alle riunioni per la creazione della storia o hanno partecipato alle varie presentazioni del film.

Il Telefono Chiacchierono della Fisher Price ad esempio, ha la voce di  Teddy Newton, artista dello storyboard de Il gigante di ferro, character Designer per Gli Incredibili – Una normale famiglia di supereroi, che ha fatto il suo debutto alla regia con il cortometraggio Day & Night, che precede la proiezione di Toy Story 3: La grande fuga.

Chi invece ha preso parte a tutti i film della Pixar è John Ratzenberger considerato un vero e proprio portafortuna.  E’ stato infatti Hamm in Toy Story e Toy Story 2, PT Flea in A Bug’s Life, l’Abominevole Uomo delle Nevi in Monsters & Co, il banco di pesci in Alla Ricerca di Nemo, il Minatore ne Gli Incredibili, Mack in Cars, Mustafa il cameriere in Ratatouille, John l’umano di Wall-E ed il costruttore Tom in Up.

In Toy Story 3: La grande fuga ha nuovamente il ruolo del maialino Hamm

Toy Story 3 ScreenCaps 19

Tra i personaggi più esilaranti di Toy Story 3: La grande fuga, c’è senza ombra di dubbio Ken

la cui versione usata nel film è ispirata a “Animal Lovin’ Ken” del 1988

nel film Ken indossa ben 21 completini differenti ed eccolo in  un video vintage

Se c’è Ken non può non esserci Barbie

la cui versione utilizzata nel film è ispirata a “Great Shape Barbie” del 1983.

ed anche per Barbie un bel video vintage

Per Ken e Barbie anche una bella casa ispirata all’edizione del 1938 della Casa di Barbie.

E per finire ultima curiosità da Toy Story 3: La grande fuga.

La produttrice Darla K. Anderson ha prestato il suo nome a Darla in Alla Ricerca di Nemo

Toy Story 3 Hidden City Cafe 31

Qual è l’Easter Egg che vi è piaciuto di più….?

Nel film ci sono tantissime altre sorprese nascoste… ci ritroviamo qui dal 7 luglio per vedere chi tra voi sarà riuscito a trovarne altre!!!

(Fonte: SlashFilm)


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

How I Met Your Father: Hulu ordina lo spin-off con Hilary Duff 21 Aprile 2021 - 21:55

Hilary Duff sarà la protagonista e uno dei produttori di How I Met Your Father la serie di dieci episodi ordinata da Hulu

Antoine Fuqua dirigerà un nuovo adattamento de La gatta sul tetto che scotta 21 Aprile 2021 - 21:15

Sarà ispirato al revival teatrale interpretato da un cast di attori afro-americani

The Conjuring – Per ordine del Diavolo: ecco le prime immagini, domani il trailer! 21 Aprile 2021 - 20:41

Domani vedremo il primo trailer di The Conjuring – Per ordine del Diavolo, il terzo capitolo della saga horror creata da James Wan. Intanto ecco le prime immagini.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.