L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Lei è troppo per me, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Lei è Troppo per Me Poster ItaliaRegia: Jim Field Smith
Cast: Krysten Ritter, Jay Baruchel, Lindsay Sloane, Jasika Nicole, Alice Eve, T.J. Miller, Nate Torrence, Debra Jo Rupp, Adam LeFevre, Geoff Stults, Mike Vogel
Durata: 104 minuti
Anno: 2010

Il film fin dall’inizio doveva essere tutto adagiato intorno a Jay Baruchel, poco più di un pretesto di trama (donna stupenda decide di stare con ragazzo sfigato dal cuore d’oro) da allargare, variare e declinare in diversi ambienti e situazioni con relative figuracce o trionfi (due su tutti: l’incontro con i genitori di lei e l’incontro con la famiglia di lui, da una parte il tonfo umiliante (ed esilarante) dall’altra il trionfo indiretto (ed esilarante)).

Film facile da portare a termine anche facendo il minimo indispensabile e questo succede. I pregi sono un gran senso del ritmo che, come doveva, rivela più Jay Baruchel che altro, attaccato com’è ad una parte per la quale sembra nato e progettato. L’attore è capace di agitarsi a sufficienza per rendere il suo personaggio migliore della media dei personaggi sul genere, riuscendo ad emergere in quella che poteva essere un’opera da visione satellitare pomeridiana o da download illegale e che invece forse regge anche un visione cinematografica.

L’esperienza delle commedie simili arrivateci negli anni ’80 (e con qualche fatica anche negli anni ’90) ci ha insegnato che con questa materia, cioè con una trama che mette in ballo una situazione ventilata nei sogni di molti ipotetici spettatori, si può fare ben di più, si possono esplorare pulsioni e desideri, rivelare incoerenze e suggerire altre letture.

Jim Field Smith non fa nulla di tutto questo, nè ha la curiosità nerd di approfondire tutte le possibile situazioni, tutte le dinamiche nel loro profondo, nei dettagli. La problematica o la situazione paradossale non è declinata come si poteva fare (insistendo sui dettagli) ma affrontata per dare immediata soddisfazione a quello che già sappiamo di voler vedere (l’ex buzzicona che ha mollato lo sfigato, e per la quale lui ancora muore, che lo vede ora con una donna stupenda, o la medesima reazione da parte dei familiari/amici che l’hanno sempre preso in giro).
Una scena in aereo verso la fine salva tutto.

Commedia propedeutica ad un attore o classica “rivincita dei nerd”, dei finti perdenti, all’americana? Qui le altre critiche

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

David di Donatello: Laura Pausini parteciperà alla cerimonia l’11 maggio 8 Maggio 2021 - 16:00

È stato annunciato che Laura Pausini, reduce dalla vittoria ai Golden Globes e dalla cerimonia degli Oscar, parteciperà il prossimo 11 maggio alla 66ᵃ edizione dei Premi David di Donatello.

Sognando a New York – In the Heights: un’anteprima della canzone “96,000” 8 Maggio 2021 - 15:00

È disponibile un nuovo assaggio di In the Heights, il film tratto dal musical omonimo diretto dal regista di Crazy & Rich Jon M. Chu.

Crudelia – La gente ha bisogno di un cattivo in cui credere nel nuovo spot 8 Maggio 2021 - 14:00

Il nuovo spot esteso di Crudelia include molte scene inedite, e afferma che "La gente ha bisogno di un cattivo in cui credere".

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.