L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

King Kong 360 3D sta arrivando… passo dopo passo

Di Gabriele Farina

Vi avevamo parlato tempo fa della nuova attrazione messa in piedi dalla Universal.
Meglio ancora sarebbe dire che l’imponente opera è stata studiata, ideata e realizzata da Peter Jackson per conto della Universal.

Naturalmente mi riferisco a King Kong 360 3D (alla fine pare sia questo il nome definitivo).

Trattasi di grande attrazione in un numero imprecisato di dimensioni.
Sicuramente tre per quanto riguarda lo schermo e la visione oculare, qualcuna in più per quanto riguarda la percezione del visitatore.

Se infatti le immagini saranno proiettate in 3D, lo schermo sarà una tela immensa che avvolgerà a 360° lo spettatore dando (si presume) l’idea del coinvolgimento totale.
A questo bisogna aggiungere i probabili effetti reali quali il movimento delle poltrone e l’introduzione nella sala (anche se non di sala si tratterà) di fumo, vento, odori e diavolerie varie.

Così vedremo King Kong a quattr’occhi e potremo quasi toccarlo.
Sia chiaro che non di un film si tratta ma di un’attrazione turistica e spettacolare.

Il gigantesco giochino messo in piedi da Peter Jackson (e il nome dell’autore è l’unico motivo che mi spinge a dar credito ad un iniziativa che normalmente considererei poco più che da Luna Park) è praticamente pronto e la Universal ha cominciato con il lancio promozionale.
Lancio che mi sembra curioso e coinvolgente perchè fatto attraverso una serie di video.

Il primo della serie è quello che vedete qui sotto.
Si tratta dello stadio di Los Angeles in cui sono evidenti le giganti impronte lasciate dal quadrumane ed il danno fatto ad una delle tribune per uscire dallo stadio stesso.

Il secondo segno del passaggio di King Kong sono le impronte lasciate sulla spiaggia di Santa Monica, impronte davvero impressionanti che hanno mietuto anche una vittima: una delle macchine dei guardiaspiaggia (sperandoche Pamela Anderson si sia messa in salvo in tempo).

La linea sarà sostanzialmente questa: nelle prossime settimane ci verranno mostrati una serie di video che riprendono i segni del passaggio di Kong attraverso le strade ed i simboli di Los Angeles nel suo viaggio verso gli studi Universal.
Posso ipotizzare che lo scimmione non si farà vedere fino a quando raggiungerà la meta.
Staremo a vedere quale sarà il suo percorso…

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Free Guy: nuovo trailer italiano per il film con Ryan Reynolds, dall’11 agosto al cinema 13 Giugno 2021 - 13:00

Il prossimo 11 agosto Free Guy, la commedia d’azione diretta da Shawn Levy, arriverà nelle sale italiane. Ecco il nuovo trailer italiano del film con Ryan Reynolds.

Wolfgang dal 25 giugno su Disney+, ecco il trailer 13 Giugno 2021 - 12:00

Disney+ ha diffuso il trailer ufficiale di Wolfgang, il documentario che racconta la storia di Wolfgang Puck, un uomo che ha superato gli ostacoli di un’infanzia travagliata diventando, grazie alla sua perseveranza, uno degli chef più prolifici del nostro tempo oltre che un nome noto.

Nine Perfect Strangers: nuovo teaser trailer per la serie Hulu con Nicole Kidman 13 Giugno 2021 - 11:00

Arriverà su Hulu il 18 agosto, e da noi su Amazon Prime Video, la nuova serie realizzata dal team di Big Little Lies

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.