L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Robin Hood, un viaggio cinematografico iniziato nel lontano 1922

Di Claudia

“Tanto tempo fa in Inghilterra regnava un Re molto buono e amato da tutti, il suo nome era Riccardo Cuor di Leone. Un giorno in un paese molto lontano iniziò una guerra e Re Riccardo dové partire per quel paese, ma prima di andar via chiese a suo fratello, il Principe Giovanni, di governare il suo regno.

Il Principe Giovanni non era onesto come il fratello, il suo unico interesse era quello di diventare molto ricco e per questo obbligò tutti gli abitanti di Inghilterra, anche i più poveri, a pagare le tasse.

Il popolo ormai ridotto in misera e disperato poté finalmente contare sull’aiuto di un giovane e nobile cavaliere, un arciere provetto, nato in grande castello, il suo nome era Robin Hood.

Robin Hood aveva un solo obiettivo “Rubare ai ricchi per dare ai poveri”, questo suo motto non piaceva allo sceriffo che lo voleva catturare e mettere in prigione. Robin Hood per sfuggirgli decise di nascondersi nella foresta di Sherwood dove incontrò anche una banda di briganti capeggiata da Little John alla quale si unì per perseguire il suo obiettivo.

Chi di voi non conosce la storia che vi ho appena raccontato? La storia letteraria di Robin Hood.

Robin Hood è stato da sempre un personaggio molto affascinante e per questo motivo, il mondo cinematografico lo celebra da ben 88 anni.

L’ultima versione cinematografica di Robin Hood è quella scritta da Brian Helgeland, diretta da Ridley Scott, scelta come film d’apertura della 63° edizione del Festival di Cannes il 12 maggio e che nella stessa data sarà distribuita nella sale cinematografiche dalla Universal Pictures.

Robin Hood Russell Crowe Foto Dal Film 11

In questa nuova avventura, Robin Hood (Russell Crowe) è un arciere esperto, interessato solo a sé stesso. Dopo la morte di Riccardo Cuor di Leone (Danny Huston), Robin torna a Nottingham, una città colpita dalla corruzione di uno sceriffo (Matthew MacFadyen) despota e dalle tasse. Lì s’innamora della vedova Lady Marian (Cate Blanchett), una donna scettica sull’identità e sulle motivazioni di questo eroe della foresta. Nella speranza di conquistare Marian e salvare il villaggio, Robin riunisce una gang di mercenari dalle abilità letali a cui corrisponde il suo appetito per la vita. Insieme deprederanno la upper class per combattere le ingiustizie dello sceriffo.
Il loro Paese è stato colpito da decine d’anni di guerra e il nuovo Re ha un ruolo inefficace e rende la loro terra vulnerabile alle insurrezioni sia interne che esterne. Robin e i suoi uomini dovranno affrontare una grande avventura per proteggere il loro Paese dalla guerra civile e far tornare l’Inghilterra alla gloria.

In questa versione il Robin interpretato da Russell Crowe è un duro,  un fuorilegge più esperto rispetto ai suoi predecessori, nel film ci sono grandi scene di battaglia alla pari con Il Gladiatore, film vincitore di cinque premi oscar, che ha visto il primo connubio artistico tra Ridley Scott e Russell Crowe

Robin Hood Russell Crowe Foto Dal Film 07

Ma quali sono le altre versioni cinematografiche di Robin Hood?

Iniziamo dalla origini….

…la prima versione di Robin Hood risale al 1922, un film muto in bianco e nero, in cui Douglas Fairbanks interpreta un Robin Hood grazioso, focoso, carismatico, spavaldo e di buon umore, un eroe senza diritti, un nobile guerriero. Il film fu un grande spettacolo emozionale per quei tempi, furono impegnate migliaia di comparse, i duelli con la spada e le scene di giostre e acrobazie impressionarono molto positivamente il pubblico. Ed ecco un piccolo video del film

Nel 1938 fu la volta di “Le avventure di Robin Hood” in cui Errol Flynn interpretava un Robin spadaccino, forse il migliore che sia mai arrivato sullo schermo. Aveva 28 anni quando interpretò questo film ed il suo fu un Robin sexy, affascinante e malandrino. Errol Flynn e Olivia de Havilland (Lady Marian), oltre ad essere due degli attori più interessanti della loro generazione, avevano la chimica necessaria per tirare fuori delle scene intensamente romantiche.  Il punto forte del film era rappresentato anche dal resto del cast di cui facevano parte Alan Hale, Claude Rains, Basil Rathbone e la spettacolare grafica in Technicolor.

Nel 1964 fu la volta di I 4 di Chicago, una versione di Robin Hood veramente insolita.
Ambientato nella Chicago del 1928, con le pistole al posto di archi e frecce, questo divertente musical si ispirò solo vagamente alla storia classica. Diversi furono gli elementi importanti: uno sceriffo corrotto ed un camorrista buono a nulla (Peter Falk) che con la sua banda si stacca dal grande boss; Robbo (Frank Sinatra) si rifiuta di abbandonare il suo territorio, dà i soldi per un orfanotrofio ed in seguito incontrerà Mariana la figlia del boss defunto. Di certo non è stato un omaggio molto fedele, ma è stato veramente divertente veder ballare e cantare Frank SinatraDean MartinSammy Davis Jr.  e Bing Crosby.

Nel 1973 arriva finalmente anche la versione Disney di Robin Hood. Un allegro musical per ragazzi con personaggi animali animati,  che seguivano però la storia più tradizionale di Robin Hood. C’erano la volpe carismatica (doppiato da Brian Bedford) che interpreta l’eroe giudato dalla bella e disinvolta Marian.

Nel 1976 Sean Connery è Robin Hood in Robin e Marian di Richard Lester che seppur mantenendosi fedele alla storia, ha voluto rappresentare un Robin di mezza età, più stanco ma pur sempre nobile, che dopo aver trascorso 20 anni all’estero combattendo nelle Crociate, torna alla foresta di Sherwood con il suo fedele compagno Little John (Nicol Williamson). Famoso per le sue opere precedenti, è ancora una volta arruolato per combattere i tiranni in carica. Ma come lascia intendere bene il suo titolo, il film è soprattutto una storia d’amore in cui Robin si riunisce con Lady Marian (Audrey Hepburn) che durante la sua assenza si era fatta suora.

Nel 1991 tocca anche a Kevin Costner calarsi nei panni di Robin in Robin Hood principe dei ladri diretto da Kevin Reynolds.
Questa versione modernizzata vantava un eroe dal look glamour e dal pensiero più socialmente responsabile tanto che uno dei più importanti critici cinematografici,  Roger Ebert, definì il Costner Robin “una guerrigliero populista, un Che Guevara con arco e freccia“.
E ‘stata una delle più grandi produzioni della storia di Hollywood. In questa versione Robin torna dalle Crociate per trovare suo padre morto e la sua abitazione in possesso dello sceriffo di Nottingham (Alan Rickman).  Con il suo compagno Azeem (Morgan Freeman) e la banda di colleghi ribelli, il Robin Costner è una versione  americanizzata della leggenda, con un accento non proprio inglese.

Ed infine arriviamo alla versione più divertente di Robin Hood, quella di Cary Elwes del 1993 nel film Robin Hood un uomo in calzamaglia diretto da quel pazzone di Mel Brooks.
Com’era prevedibile, il regista si prende ogni sorta di libertà con il nostro eroe e il suo ambiente creando una in questa satira pazzesca ma Cary Elwes, forse ispirandosi alla interpretazione di Errol Flynn, è un perfetto focoso Robin che perfettamente si è incastonato nell’impressionante cast di supporto che includeva Dave Chappelle, Richard J. Lewis e Tracey Ullman. Non poteva mancare una chicca di Brooks: il personaggio di Frate Tuck diventa il rabbino Tuckman interpretato dallo stesso Mel Brooks!!!


E voi amici di Screenweek quale Robin Hood di questa lunga carrellata preferite? Cosa vi aspettate da Russell Crowe e dal regista Ridley Scott?
Voglio lasciarvi con quest’ultimo quesito: secondo voi quale uomo/donna dei nostri giorni potebbe essere un vero Robin Hood, l’eroe che “Ruba ai ricchi per dare ai poveri”?

(Fonte: inside movies)


ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cena con delitto – Knives Out: Trailer italiano del film di Rian Johnson 16 Ottobre 2019 - 21:15

Daniel Craig detective nel trailer italiano di Cena con delitto - Knives Out, il film giallo diretto da Rian Johnson

Michael Caine e Lena Headey in una moderna versione di Oliver Twist per Sky 16 Ottobre 2019 - 21:00

Una nuova versione del classico di Charles Dickens in arrivo su Sky e al cinema

Thor: Love and Thunder – Tornerà anche il Korg di Taika Waititi 16 Ottobre 2019 - 20:15

Il regista di Thor: Ragnarok ha confermato che il suo personaggio tornerà nel quarto film

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.

StreamWeek: le ultime miglia di Jesse Pinkman in El Camino 14 Ottobre 2019 - 13:07

El Camino, The Front Runner, Bohemian Rhapsody, Shazam e molto altro nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.