Condividi su

31 maggio 2010 • 11:43 • Scritto da Ilaria

Dalle urla di Saw VI alla magia di Tata Matilda, tutti i trailer del week end

Cosa vedremo in sala questo week end? Tra terribili torture, maiali volanti, soldati rigenerati e chi più ne ha, più ne metta, sono in arrivo una pioggia di trailer anche questa settimana!
Post Image
0

Un altro fine settimana di grande cinema è alle porte! Anche questa settimana andiamo a vedere insieme i trailer di tutti i film che troveremo al cinema a partire da questo venerdì, chiedendoci come al solito… ma, alla fine dei giochi, meglio il trailer o il film?

Cominciamo subito con il trailer di Saw VI, che uscirà domani anziché venerdì. Come si dice in questi casi, mandate a letto i bambini!

Beh cosa c’è da dire su una saga giunta ormai al sesto capitolo? Chi lo ama non ha bisogno di altro se non del titolo, chi lo odia non andrà al cinema a vederlo nemmeno se a chiederglielo fosse lo stesso regista in persona… Questo trailer, che ricorda molto da vicino l’animazione del menù di un dvd, non ci mostra scene raccapriccianti o sangue che scorre a fiumi, ma si limita a ribadire il concetto del numero 6, usando semplicemente delle urla strazianti come sottofondo musicale. L’idea è originale, il film un po’ meno forse…

Altro sequel ma di tutt’altro genere per Tata Matilda e il Grande Botto, un film per tutta la famiglia, come ci mostra anche un trailer forse un pò troppo lungo ma divertente, leggero e molto chiaro nell’esposizione della trama. Vediamolo insieme:

E continuiamo con i sequel con Universal Soldiers: Regeneration che, a quasi 20 anni dall’uscita de I Nuovi Eroi (Universal Soldiers), vede Jean-Claude Van Damme e Dolph Lundgren indossare di nuovo la divisa da supersoldati accanto al fighter Andrei Arlovski.

Più che il trailer di un film su una missione speciale, sembra un promo di un campionato di arti marziali, questo di Universal Soldiers: Regeneration. La trama è appena abbozzata e il riferimento al prequel è limitato ad un brevissimo accenno in fase di presentazione del cast. Speriamo solo che il film riesca ad offrire qualcosa in più rispetto al trailer…

E passiamo ora al trailer de Il Tempo che ci Rimane, film di Elia Suleiman che ripercorre la storia dello stato di Israele attraverso le vicissitudini della sua famiglia. Nel trailer però, tutto questo non viene detto. Riusciamo solamente a capire che si tratta di un film ambientato in Israele, per il resto tutto è lasciato all’intuizione. Non intervengono né cartelli né voce narrante e anche la scelta della musica è quanto mai singolare. Resta comunque un trailer che incuriosisce e che fa nascere in chi lo vede il desiderio di andare a cercare qualche notizia in più su questo film che sicuramente merita di essere visto:

Andiamo adesso in Iran con About Elly:

Anche questo è un trailer particolare perché si è scelto di mostrare un’unica lunga sequenza del film, si tratta quasi certamente dell’episodio chiave della storia, limitando al massimo gli interventi del montaggio. L’assenza  totale di sottofondo musicale, poi, sottolinea ed enfatizza la drammaticità delle immagini. Originale, non c’è che dire…

Il prossimo trailer di cui andremo a parlare è quello del film storico La Papessa.

Ben prodotto e confezionato, questo trailer, al contrario dei due precedenti, ha un suo chiaro e ben definito filo narrativo nella sequenza dei cartelli che, soprattutto nella parte iniziale, servono a introdurre per brevi cenni la storia legata alla figura della leggendaria Papessa Giovanna. Le immagini che seguono ci coinvolgono in un crescendo di curiosità che si interrompe al punto giusto. A me è piaciuto, a voi?

Il mistero di un omicidio irrisolto che tormenta il protagonista da ben 25 anni è il tema dominante del trailer de Il Segreto dei suoi Occhi, premiato come miglior film straniero agli Oscar ® di quest’anno. Il trailer è molto classico nella narrazione anche se la suspance sembra costruita più attraverso gli interventi della voce narrante che per mezzo delle immagini:

Con il trailer di Gentlemen Broncos ci caliamo nel mondo ironico e surreale di uno scrittore in erba di libri fantasy.

Il trailer è molto semplice, chiaro e lineare anche se forse avrebbe potuto chiudersi prima per evitare di svelare troppo la trama del film. In ogni caso, almeno a giudicare da queste immagini, il sorriso sembra assicurato…

E concludiamo con il trailer conciso ed essenziale di Humpday – Un Mercoledì da Sballo. In pochissimi frame il trailer riesce a riassumere tutti i selling point di questo film indipendente: la trama, il tono, i festival a cui a partecipato, le critiche positive che ha ricevuto e le voci dei doppiatori scelti per la versione italiana. Cos’altro c’è da aggiungere? Niente, non rimane che vederlo:

Allora che ne pensate? Quale di questri trailer vi è piaciuto di più?

Commentate gente, commentate…

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *