Condividi su

01 aprile 2010 • 14:10 • Scritto da Brad.dd

Un giorno alla Pixar con ScreenWEEK.it

Ieri sera, insieme ad un gruppo di bloggers da tutto il mondo, ho avuto l'immenso onore ma soprattutto l'oltre l'infinito piacere di assistere ad una delle prime proiezioni in assoluto di Toy Story 3.
Post Image
10

Toy Story 3 Foto Dal Film 06

Come sapete se ci/mi seguite su Twitter o su Facebook passerò la giornata di oggi (qui il giorno deve ancora cominciare) in visita alla Pixar.

Ieri sera, insieme ad un gruppo di bloggers da tutto il mondo, ho avuto l’immenso onore ma soprattutto l’oltre l’infinito piacere di assistere ad una delle prime proiezioni in assoluto di Toy Story 3. Lee Unkrich e la produttrice Darla K. Anderson ci hanno presentato una copia ancora in lavorazione (mancava il rendering finale di alcuni minuti, il souddmix e la colonna sonora era provvisoria) del terzo capitolo di Toy Story, il film che ha cambiato la storia dell’animazione.

Del film non si può ancora parlare, anche se noi prossimi giorni mi sfuggirà sicuramente qualche emozione visto che non posso contenerle facilmente, però che oggi avrò l’occasione di fare qualche domanda al regista e alla produttrice, Lee Unkrich e Darla K. Anderson appunto, ed eventualmente anche a Bob Whitehill, 3D Stereoscopic Artis, e Bobby Podesta & Mike Venturini, supervisori dell’animazione, c’è qualche curiosità che posso chiedere per conto vostro?

I commenti sono a vostra disposizione per le domande!

Condividi su

10 commenti a “Un giorno alla Pixar con ScreenWEEK.it

  1. @Anna, avendo avuto la possibilità di chiaccherare con l’illustre nostro connazionale che lavora alla Pixar, ha doppiato anche un personaggio di Cars prova ad indovinare quale dal nome, avrò il piacere di raccontarti quello che mi ha detto in proposito appena ci sarà tolto l’embargo sui dettagli dell’evento

  2. Adesso sta per uscire Toy Story 3,poi Cars 2 e forse Monsters & Co. 2.
    Non è che adesso iniziano a fare i seguiti a ripetizione come la Dreamworks. Oppure loro faranno i seguiti,quando hanno una storia che vale,come hanno detto???
    C’è un modo per fare un tour nei loro studi e caso mai anche in quelli della Walt Disney???

  3. I sequel hanno tanti vantaggi il primo dei quali è commerciale. Dall’altra parte però è anche vero che, da spettatori, ci fa anche piacere rivedere i personaggi che abbiamo amato impegnati in nuove avventure, anche se chiaramente si perde quella sorpresa di ambientazione che è tipica di ogni film Pixar, cioè il contesto, guarda ad esempio la sorpresa insita in quello di Monsters & Co.. Detto questo io non sono contrario ai sequel a priori: innanzitutto bisogna sempre vedere come riescono e se riescono bene non c’è niente da ridire; poi bisogna vedere se vengono fatti per mancanza di idee o per andare sul sicuro, oppure c’è del vero entusiasmo. Come ho detto sopra non posso ancora parlare di Toy Story 3 nel dettaglio, però ti posso dire che niente alla Pixar mi ha fatto pensare di essere in quel tipo di azienda, nonostante ci siano un 3, un 2 e forse un altro 2 in arrivo. Sulle tue domande un po’ più pratiche da quel che ho visto qui posso dirti che mi pare di aver capito che qualche visita la organizzano, mentre della Disney non so che dirti! Comunque appena trovo il tempo inizio a scrivere un po’ di post su tutta la gita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *