L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

L’uomo nell’ombra, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

The Ghost Writer Poster ItaliaRegia: Roman Polanski
Cast: Kim Cattrall, Ewan Gordon McGregor, Pierce Brosnan, Olivia Williams, Timothy Hutton, James Belushi, Tom Wilkinson, Eli Wallach, Jon E. Bernthal, Daphne Alexander
Durata: 128 minuti
Anno: 2010

Il nuovo (e forse ultimo) film di Roman Polanski vince nel momento in cui rifiuta qualsiasi velleità autoriale (anche se ovviamente facendolo raggiunge anche quest’obiettivo). Vince quando sembra imbastire un rapporto sentimentale e poi lascia che tutto rimanga solo un altro passo avanti nella distensione della trama, quando sembra operare un discorso sociale e politico sull’eredità del conflitto afghano nei rapporti America-Regno Unito ma poi vira subito su un colpo di scena del plot. Vince insomma tutte quelle volte che rifiuta fermamente di centrare la messa in scena sulle speculazioni autoriali e invece rimane attaccato ai fatti, lasciando che da essi emergano i personaggi e il contesto.

Con un’attenzione giustamente maniacale ai luoghi, al meteo e ai volti (vedasi Eli Wallach oppure il modo fantastico in cui è usato un attore solitamente scialbo come James Belushi) Polanski centra tutte le componenti fondamentali di un film di genere che, oltre ad un intreccio forte (garantito dal libro di partenza), si fonda soprattutto su un contesto e un’atmosfera in grado di convincere lo spettatore che tutto può succedere.
La rapidissima discesa di un normale (e un po’ sfortunato) scrittore chiamato a fare il ghost writer del primo ministro britannico e in un attimo catapultato in una situazione più grande di lui, fonda il suo coinvolgimento su elementi come la straordinaria abitazione in riva al mare in cui si svolge buona parte del film, il tempo plumbeo e ventoso e quella curiosa umanità al servizio del primo ministro che sullo sfondo di tutto continua a mettere a posto le foglie anche se il vento le scompiglia.

L’uomo nell’ombra è un film in diversi toni di grigio dove non c’è un raggio di sole e che non perde un attimo e no ha un gesto superfluo. Contrariamente al cinema di situazioni, di personaggi e di ambienti, che spesso si dilunga in scene che non hanno economia nella trama ma che definiscono un personaggio, questo è cinema di fatti che invece si nutre di situazioni, personaggi e ambienti nel quale tutto ha un senso perchè il meccanismo asciutto di narrazione della storia è specchio di un modo rigoroso di conoscere il mondo.

Meglio il Polanski complesso, alto e dotto di Il Pianista o quello secco, diretto e brutale di L’uomo nell’ombra? Qui le altre critiche

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Disney+ in Italia dal 24 marzo, ecco il prezzo mensile e annuale 21 Gennaio 2020 - 8:45

L'arrivo di Disney+ in Europa - Italia compresa - è stato anticipato al 24 marzo: ecco quanto costerà il servizio streaming della Casa di Topolino.

Il Merovingio potrebbe tornare in Matrix 4 20 Gennaio 2020 - 23:03

Dipenderà dagli impegni di lavoro dell'attore Lambert Wilson.

Disney+ rinnova The World According to Jeff Goldblum 20 Gennaio 2020 - 22:47

Lo show delNational Geographic vede protagonista l'iconico attore de La mosca e Il grande freddo.

7 cose che forse non sapevate su Flash Gordon 14 Gennaio 2020 - 12:30

Sette curiosità sulla serie animata Filmation su Flash Gordon di fine anni 70, tra nazisti da nascondere e personaggi femminili troppo sexy per la TV...

Nel fantastico mondo di Oz (FantaDoc) 10 Gennaio 2020 - 16:29

La storia di Nel fantastico mondo di Oz, il (vagamente inquietante) seguito delle avventure di Dorothy voluto da Disney... e salvato da George Lucas.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Lois & Clark: Le nuove avventure di Superman 8 Gennaio 2020 - 17:11

La storia della serie TV su Superman in cui Superman faceva solo la comparsa.