L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La storia del Peplum, parte 8: la nuova generazione

Di Marco Triolo

Parte 1 | Parte 2 | Parte 3 | Parte 4 | Parte 5 | Parte 6 | Parte 7

Come accennato nello scorso appuntamento, per vedere riaccendersi la fiamma del Peplum avremmo atteso fino al 2000, anno che vide l’uscita del mega-successo Il gladiatore, di Ridley Scott. Un film discusso e stroncato dalla critica, principalmente per le inesattezze storiche. Valore che non ha mai interessato più di tanto i produttori e i registi di questo genere di film, sia in Italia che in America. Basti pensare alle trionfali scenografie e coreografie dei film di Cecil B. De Mille, che non si curavano certo di rispettare le testimonianze storiche. Sta di fatto che il film andò benissimo, pur non rilanciando immediatamente la moda del Peplum, come tanti avevano previsto.

A dirla tutta, prima de Il gladiatore, Mel Gibson aveva già tentato un ritorno all’Historical Epic con il suo Braveheart (1995), che però ha un setting medievale e quindi è già qualcosa di diverso. Ma i suoi 5 Oscar preludevano a un ritorno di interesse nei confronti dei grandi racconti epici ambientati nel passato, e Il gladiatore immancabilmente bissò, vincendo altrettante statuette. Il film, ovviamente, recuperava uno degli stereotipi di maggior successo nella storia del filone, soprattutto italiano: ovvero narrava la storia di un gladiatore – in questo caso un ex generale –  in cerca di vendetta.

Nel decennio successivo si sono avvicendati molti titoli simili, tutte grandi produzioni hollywoodiane: nel solo 2004, uscirono Alexander di Oliver Stone, Troy di Wolfgang Petersen e King Arthur di Antoine Fuqua, che riprendeva la storia di Re Artù ma tentava di narrare le “vere origini” del mito, trasportando le vicende nella tarda romanità. Altri titoli tangenziali al genere visti negli ultimi anni comprendono: Le crociate (2005, ancora Scott), Mongol (2007, Sergey Bodrov), che racconta la storia di Genghis Khan, e 300 (2007), fumettone di Zack Snyder tratto da un graphic novel di Frank Miller, a sua volta ispirato al film L’eroe di Sparta (1962, Rudolph Maté). Il 2007 vide anche l’uscita de L’ultima legione di Doug Lefler, co-produzione tra Italia, Francia, Gran Bretagna e Tunisia. Vale inoltre la pena di citare la bellissima serie televisiva Roma: due stagioni che raccontano l’epoca di Cesare e Ottaviano con abbondanti dosi di sesso, violenza e una forte aderenza al realismo storico.

Il 2010 vedrà naturalmente l’uscita di Scontro tra Titani, ma anche di Centurion, nuovo film di Neil Marshall che racconta le vicende della mitica Nona Legione, di cui si dice si siano perse le tracce nel 117 DC, in Britannia. Il film narra una storia fittizia, basata sul classico schema dei soldati bloccati dietro le linee nemiche. Quest’estate uscirà Prince of Persia: le sabbie del tempo, diretto da Mike Newell e ispirato a un famoso videogame. Uscito il mese scorso, Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo di Chris Columbus introduce invece la mitologia greca in un setting contemporaneo, ma testimonia il rinato interesse per questo genere di storie e personaggi.

Il prossimo anno, infine, vedremo anche Immortals (precedentemente noto come War of the Gods), film diretto da Tarsem Singh con una trama molto simile a quella di Scontro tra Titani: narrerà infatti le gesta di Teseo, che lotta contro i Titani per salvare la Grecia e far valere la sua eredità regale. Singh ha annunciato che lo stile della pellicola sarà un incontro tra Caravaggio e Fight Club. In futuro potremmo anche vedere una nuova versione “action” de Le mille e una notte e nuovi adattamenti dell’epopea arturiana (da Guy Ritchie, Bryan Singer e Sylvain White). Il limite è il cielo.

Nel prossimo apputamento, si parla delle parodie, tra Mel Brooks e i Monty Python. Imperdibile!


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Bob Odenkirk da avvocato a “nessuno”, storia di un successo 25 Giugno 2021 - 14:30

Bob Odenkirk si è lanciato nel cinema d'azione con Io sono nessuno, ma la sua carriera ha radici ben diverse: ripercorriamola insieme!

Danny Glover, Samuel L. Jackson, Elaine May e Liv Ullmann premiati con l’Oscar alla Carriera 25 Giugno 2021 - 13:45

Danny Glover, Samuel L. Jackson, Elaine May e Liv Ullmann riceveranno l’Oscar alla Carriera durante la dodicesima edizione dei Governor Awards, prevista per il 15 gennaio 2022.

The Rabbit Factor: Steve Carell protagonista del film tratto da Antti Tuomainen 25 Giugno 2021 - 13:00

La star di The Morning Show e Space Force sarà un matematico che si ritrova a dover fare i conti con l'imprevedibilità della vita nel film Amazon Studios

Shang-Chi e il ritorno di quella vecchia sagoma di Abominio 25 Giugno 2021 - 12:13

Ancora tu? Ma non dovevamo non menarci più? La storia di Abominio, alla Marvel e nell'MCU.

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.