L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

[UPDATE] Boxoffice USA: Scontro tra Titani vince!

Di Leotruman

[UPDATE] Sono appena stati pubblicati i dati definitivi da BoxofficeMojo che vedono il sorpasso di Scontro tra Titani, che ha incassato nel weekend 26.633.209 dollari contro i 25.207.599 dollari di Date Night.

Quindi non si tratta di una vittoria al fotofinish in quanto le due pellicole sono distanziate da quasi 1.5 milioni di dollari. Incredibile quindi non ha vinto la sfida Date Night come avevano stabilito le prime stime ma ha vinto Scontro tra Titani, che rimane in testa per il secondo weekend consecutivo. [UPDATE]

Incredibile sfida quella che si è svolta questo weekend nelle sale americane.

Sottolineo che si tratta delle prime previsioni d’incasso, appena pubblicate dalla bibbia del botteghino BoxofficeMojo, e che i dati definitivi di domani potrebbero sconvolgere ulteriormente la classifica, visto il ridotto distacco tra alcune pellicole.

Date Night Poster USA

In ogni caso al momento attuale con un margine ridottissimo, in testa troviamo Date Night, la commedia con le star più amate del panorama della commedia americana: Tina Fey e Steve Carell. La stima d’incasso nel weekend è di 27.1 milioni di dollari (media per sala di 8000  dollari), e dopo aver esordito in testa venerdì con 9.3 milioni, la pellicola non ha rallentato e ha mantenuto la prima posizione in classifica per soli 225mila dollari. La tenuta nelle prossime settimane potrebbe essere comunque molto buona e di certo i 55 milioni di dollari spesi per la produzione della pellicola saranno ampiamente recuperati.

Clash Of The Titans Poster USA 9

In seconda posizione troviamo Scontro Tra Titani con 26.875 milioni di dollari stimati nei 3 giorni (– 56.1 % rispetto al weekend d’esordio), sufficienti solo per il secondo gradino del podio. Il totale aggiornato negli USA è di 110.4 milioni di dollari, che diventano 155.4 milioni in tutto il mondo (ma deve ancora uscire in molti mercati). La conversione 3D in post-produzione si è rivelata una scelta vincente, anche se aspramente criticata da molti per la qualità non eccelsa. In ogni caso la pellicola, costata ben 125 milioni, si sta dimostrando un discreto successo economico per la Warner Bros.

Dragon Trainer Poster Italia 2

Benissimo la tenuta di Dragon Trainer, che cala solamente del 12.6% rispetto al weekend scorso (quasi un record), e raccoglie altri 25.350.000 dollari. Il passaparola, vista l’alta qualità della pellicola, si sta dimostrando molto positivo e il film in 17 giorni di programmazione ha raggiunto quota 133.8 milioni di dollari, che diventano ben 256 milioni totali. Scongiurato il pericolo flop, temutissimo dopo il primo tiepido weekend (43.7 milioni di dollari, decisamente sotto le aspettative), quello definito da molti il miglior prodotto della Dreamworks Animation ha mantenuto incassi costantemente buoni, anche negli infrasettimanali, e sta raggiungendo risultati importanti. Non si può non esserne lieti…

Crolla Why did I get married too?, che cala del 62.4% rispetto al buon weekend d’esordio, per una stima di incasso di 11 milioni di dollari. Il totale aggiornato è di 48.5 milioni di dollari, decisamente un altro buon risultato al botteghino americano per l’amato Tyler Perry.

Calo meno drastico per The Last Song, film con la teen-queen Miley Cyrus. -37.5% rispetto all’esordio e altri 10 milioni di dollari stimati, per un totale di 42.4 milioni in 10 giorni di programmazione.

Altri 5.6 milioni per Alice in Wonderland (sesto weekend in classifica), che cala del 31.8% e raggiunge il fantastico totale di 319.3 milioni di dollari negli USA, addirittura 780.8 milioni in tutto il mondo!

Regge discretamente Hot tube time machine, la commedia con John Cusack giunta al suo terzo weekend di programmazione, con 5.430.000 dollari e un totale aggiornato di 37 milioni (ne è costati 36).

Letters To God Poster USA

Chiudono la top-ten Il cacciatore di Ex (uscito questo weekend anche in Italia) con 4.3 milioni di dollari (56 totali), Diary of a Wimpy Kid con 4.1 milioni di dollari (53.7 totali) e infine l’altra nuova uscita Letters to God che ha incassato 1.1 milioni (ma è costata solo 3 milioni di dollari).

Trattandosi di stime, seppur molto precise, domani sera è d’obbligo un aggiornamento per confermare o meno le rispettive posizioni in classifica.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Jungle Prince of Delhi: Mira Nair dirigerà la serie Amazon 9 Luglio 2020 - 19:15

La regista de Il fondamentalista riluttante adatterà l'articolo di Ellen Barry sulla storia di una famiglia di nobili indiani decaduti

Sacha Baron Cohen colpisce ancora: lo scherzo a Rudy Giuliani 9 Luglio 2020 - 18:30

La star di Borat ha organizzato una finta intervista all'avvocato di Donald Trump, per poi interromperla indossando un bikini rosa

X-Files: com’è rivedere oggi l’episodio “scandalo” La pelle del diavolo? 9 Luglio 2020 - 17:45

L'intera serie di Chris Carter è stata caricata su Prime Video, e abbiamo deciso di rivedere uno degli episodi più controversi e amati

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – SUPAIDAMAN, lo Spider-Man giapponese 5 Giugno 2020 - 18:45

L'incredibile storia dello Spider-Man televisivo giapponese con il suo robot gigante. E come questo ha ispirato, tra le altre cose, i Power Rangers.