L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Tutto l’amore del mondo: parla Alessandro Roja

Di Filippo Magnifico

Tutto lamore del mondo Poster Italiano Orizzontale

Il nostro percorso all’interno di Tutto l’amore del mondo ci sta facendo conoscere gran parte del cast, sia tecnico che artistico. Dopo Nicolas Vaporidis, Ana Caterina Morariu e il regista Riccardo Grandi, è arrivato il momento di sentire quello che ha da dirci un altro interprete del film, Alessandro Roja.

Non sei un semplice attore, ma un camaleonte, uno capace di passare con una disinvoltura formidabile attraverso personaggi spesso agli antipodi: dal Dandy di Romanzo Criminale al Ruben di Tutto l’amore del mondo.
La verità è che non riuscirei mai a cambiare. Non è un obiettivo calcolato a tavolino, ma puro istinto. Non ce la farei mai ad adagiarmi sugli allori e a campare di rendita, riproponendo al pubblico sempre lo stesso personaggio. Mi piacciono le sfide e adoro mettermi alla prova. E poi voglio divertirmi. Se accetto di far parte di un progetto, è perché ne sono convinto al cento per cento.

Tutto l’amore del mondo è rientrato fra questi?
Assolutamente sì. Tutto è nato dal provino che peraltro ho affrontato in modo a dir poco rocambolesco. Ero stato operato da poco di appendicite, e mi sono trovato a studiare le battute sul treno, proprio all’ultimo momento. Tutto il resto è andato nel migliore dei modi. Al di là dell’affetto cameratesco che si è creato con tutti i miei compagni di viaggio, ho avuto la grande fortuna di essere diretto da un regista come Riccardo Grandi. Fra noi il feeling è scattato immediatamente. Gli sarò poi sempre grato per avermi dato la possibilità di apportare qualcosa di mio al personaggio di Ruben. Leggendo il bel copione di Massimiliano Bruno, mi sono venuti in mente alcuni aspetti del personaggio che avrei voluto approfondire. E Riccardo me l’ha fatto fare senza problemi. Nella caratterizzazione mi sono basato molto su alcuni personaggi della grande commedia americana.

Un personaggio davvero interessante il tuo Ruben. Forse il più libero e sfrenato del film. Ci sono state sequenze in cui hai avuto modo di improvvisare qualcosa?
C’è una sequenza che ricorderò sempre con tenerezza. Parlo di quella in cui i protagonisti cenano sul fiume a Montmartre. Erano le primissime ore dell’alba e avremmo dovuto girare in fretta la sequenza prima che facesse giorno. Beh, Riccardo mi prende da una parte e mi suggerisce di improvvisare qualcosa che non fosse presente sul copione. Battuto il ciak, me ne esco improvvisamente con l’unica frase che conosco del giapponese. Tutti mi guardano e si crea un momento di silenzio. Il fonico ha le lacrime agli occhi e si sforza come un disperato per non ridere. Alla fine della ripresa, siamo tutti quanti esplosi in una risata liberatoria.

La prima cosa che salta agli occhi in effetti è che i primi a divertirvi siete proprio voi.
Credo che sia la cosa più importante. Se c’è allegria e intesa, vuol dire che le cose stanno girando come devono.

Il film, la cui uscita è prevista per il 19 marzo, racconta la storia di Matteo, un ragazzo un po’ cinico e disincantato, che non crede nell’amore ma ha un grande bisogno di soldi. In seguito alla tragicomica scomparsa di Willy Mango, famoso esploratore e scrittore di guide, le edizioni Magic Planet Books, nelle persone della tirannica direttrice Teodorani e del suo succube vice Gianello, incaricano il giovane di scrivere la guida “Tutto l’Amore d’Europa”, sui luoghi romantici del Vecchio Continente. Matteo ha tre mesi di tempo, un budget in contanti e un fotografo che lo accompagnerà. Inizia cosi un viaggio che porterà alla ricerca dei luoghi dell’amore, alla ricerca di persone perdute, alla scoperta di nuove emozioni divertenti e travolgenti… che cambieranno la vita dei nostri protagonisti per sempre. Qui trovate il Blog Ufficiale di Nicolas Vaporidis

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Batman – La serie non sarà Gotham Central, ma uno spin-off su Gordon 18 Aprile 2021 - 19:00

Ed Brubaker rivela che l'annunciata serie per HBO Max, spin-off di The Batman, non sarà un adattamento di Gotham Central, ma avrà James Gordon come protagonista.

Zack Snyder’s Justice League – Ecco il concept art di Kilowog 18 Aprile 2021 - 18:00

Jerad S. Marantz ha svelato il suo concept art per Kilowog in Zack Snyder's Justice League, dove la Lanterna Verde appare in un cameo.

Shang-Chi – La pagina Twitter è stata aggiornata, i fan sperano nel trailer 18 Aprile 2021 - 17:00

Il profilo Twitter di Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings è stata aggiornata, e i fan sperano che la Marvel sveli il primo trailer.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.