L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Influenze Musicali: Mario Bava e i Beastie Boys

Di Filippo Magnifico

Continua il nostro viaggio alla ricerca delle Influenze Musicali del Cinema. Ormai l’avrete capito, non sono rari i casi in cui musica e settima arte sono andati di pari passo Molti gruppi hanno citato nelle loro canzoni i titoli di alcune pellicole considerate di culto, come ad esempio i Misfits, con i loro omaggi ai vecchi B-movie e agli interpreti che li hanno resi grandi. Ovviamente il modo più divertente per mettere in funzione la propria fantasia rimane il videoclip. In molti casi ci troviamo di fronte a veri e propri rifacimenti di pellicole considerate di culto.

E’ questo il caso di Body Movin’, canzone dei Beastie Boys accompagnata da un video che ricrea le atmosfere incorniciate dal grandissimo Mario Bava nel suo Diabolik. Proprio così, anche noi abbiamo avuto i nostri cinecomic, magari meno conosciuti, ma sicuramente degni nota. Nel caso del film diretto nel 1968 da quello che si può benissimo considerare il maestro del cinema di genere italiano, ci troviamo di fronte ad una piccola opera di Pop Art, dove ogni fotogramma è curato nel minimo dettaglio, manifestando quel gusto per l’immagine che ha sempre contraddistinto il cinema di Bava. Del resto ci sarà un motivo se questo regista ha tra i suoi ammiratori persone come Quentin Tarantino, Martin Scorsese e Tim Burton, quindi se ancora non lo avete fatto cercate di recuperare titoli come Operazione paura, I tre volti della paura, La maschera del demonio o Cani arrabbiati, quest’ultimo un piccolo esempio di “spaghetti pulp“.

Per quanto riguarda il videoclip di Body Movin’, lo trovate qui sotto, preceduto da alcuni fotogrammi che mostrano originale e copia. Come al solito date un’occhiata e fateci sapere la vostre impressioni.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.