L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Alice in Wonderland, un’ispirazione meravigliosa

Di Filippo Magnifico

Un fine settimana all’insegno della meraviglia è quello che ci attende. Alice in Wonderland ha ormai fatto il suo ingresso nelle sale italiane e i primi commenti stanno facendo capolino nel web. Favorevoli o contrari, una cosa è certa: saranno veramente pochi coloro che si lasceranno sfuggire questa pellicola. Merito dei grandi nomi che sono stati coinvolti nella sua lavorazione (uno fra tutti Tim Burton), ma anche dell’immaginario cui si riferisce. Perchè, come abbiamo già detto, il film non sarà assolutamente tratto dai romanzi scritti da Lewis Carroll, ma i personaggi sono i suoi, e su questo non ci piove! Vediamo dunque quanto c’è di questo scrittore all’interno di questa storia.
Alice In Wonderland Regina di Cuori Film Frame
Pubblicato originariamente nel 1865, Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll ha cambiato per sempre la letteratura per ragazzi. Per Tim Burton, la prospettiva di poter realizzare la sua versione di un classico senza tempo come Alice in Wonderland era irresistibile. “Ha una parte importante nella cultura popolare“, riflette il regista parlando del racconto di Carroll che ha ispirato tanti adattamenti teatrali, televisivi e cinematografici. “Che tu abbia letto la storia o meno, conosci comunque certe immagini e hai alcune idee a riguardo. E’ una storia veramente popolare“.
Sono un grande fan del libro“, sostiene Johnny Depp, che nella pellicola incarna il Cappellaio Matto. “E’ incredibile per quanto riguarda le invenzioni e i risultati letterari. Rimane brillante, originale, nuovo e interessante oggi come lo era allora“.
Lewis Carroll aveva una mente notevole e questi libri vanno oltre il tempo e lo spazio“, sostiene la sceneggiatrice Linda Woolverton. “I personaggi sono assurdi e divertenti, e in ognuno di noi c’è qualcosa di loro: la Regina Rossa per i suoi scatti d’ira; la meraviglia di Alice in tutto quello che vede intorno a lei; e la tragedia del Cappellaio Matto. E’ un materiale perfetto per fare grande cinema“.
L’immaginazione e la creatività del libro è unica e notevole“, sostiene la produttrice Jennifer Todd. “C’è qualcosa nelle immagini, nei personaggi e nella particolarità del libro che ha un effetto notevole sulle persone“.
Alice in Wonderland Anne Hathaway White Queen
Grazie al successo di Alice nel paese delle meraviglie, Carroll è diventato il principale autore per ragazzi della sua epoca e dopo sei anni ha pubblicato Attraverso lo specchio, anche più popolare del suo predecessore. Attualmente, entrambi i libri vengono spesso pubblicati insieme e la loro duratura influenza è evidente ovunque, dai video musicali al cinema, dai fumetti ai videogiochi, dall’opera all’arte in generale.
Una delle ragioni per cui i personaggi di Lewis Carroll funzionano così bene al cinema è perché sono straordinariamente fantasiosi e non c’è un unico modo di interpretarli“, rivela Anne Hathaway, che incarna la Regina Bianca. “Visto che Lewis Carroll gioca con le parole e i concetti, e che i personaggi puntano sull’immaginazione, ritengo che ci siano tante interpretazioni quante immaginazioni nel mondo. Dipende dal tuo punto di vista“.
E’ qualcosa che agisce a livello subconscio“, sostiene Burton parlando del materiale di riferimento. “E’ per questo che tutte le grandi storie rimangono vive, perché trattano cose che probabilmente le persone non colgono consciamente. C’è sicuramente qualcosa in queste immagini ed è per questo che ne sono state realizzate così tante versioni“.
Come film, è sempre stato incentrato su una ragazzina passiva che vive una serie di avventure con dei personaggi strani, ma non c’è mai stata una grande profondità“, prosegue il regista. “Il tentativo di questa pellicola era prendere l’idea di queste storie e modellarle in qualcosa che non fosse un adattamento letterale del libro, ma che ne mantenesse lo spirito“.
Penso veramente che Lewis Carroll sarebbe entusiasta, perché il film è fatto con grande rispetto ed è profondamente legato al materiale originale“, sostiene Depp. “Questa storia di Carroll, assieme ai personaggi, grazie alla visione di Tim Burton diventa veramente bellissima“.
Alice In Wonderland White Rabbit Film Frame
Alice in Wonderland parla del ritorno di Alice, ormai adulta, nel mondo incantato visitato da bambina. Qui ritroverà tutti i suoi vecchi amici: il Bianconiglio, Pinco Panco e Panco Pinco, il Brucaliffo, lo Stregatto e ovviamente il Cappellaio Matto. Un viaggio che la porterà al cospetto della Regina Bianca, che le insegnerà il significato del vero amore, e che la farà nuovamente scontrare con la temibile Regina Rossa.

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Usa: The Marksman con Liam Neeson debutta al primo posto 17 Gennaio 2021 - 21:23

The Marksman, il film con Liam Neeson, debutta al primo posto al box office americano, seguito da I Croods 2: Una nuova era e da Wonder Woman 1984

White Noise: Noah Baumbach, Adam Driver e Greta Gerwig di nuovo insieme per Netflix 17 Gennaio 2021 - 20:00

Il duo di Storia di un matrimonio si unisce a Greta Gerwig per adattare un romanzo di Don DeLillo

Come d’incanto: le riprese del sequel in primavera? Parla Patrick Dempsey 17 Gennaio 2021 - 19:00

La storia di Come d’incanto il film fantasy del 2007 diretto da Kevin Lima, proseguirà su a Disney+ con un sequel, intitolato Disenchanted. MA quanto inizieranno le riprese? Risponde Patrick Dempsey.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.