L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Avatar raggiunge 601.1 milioni $ in USA e 40 milioni € in Italia

Di Leotruman

Giornata storica anche oggi per il boxoffice statunitense e nostrano. Con gli incassi della giornata di ieri (martedì 2 febbraio 2010) appena pubblicati sul sito Boxofficemojo, Avatar aggiunge altri 2.688.514 dollari e non solo supera la soglia psicologica dei 600 milioni di dollari ma con 601.141.551 dollari incassati riesce nell’impresa di diventare il maggior incasso domestico della storia del boxoffice americano (inflazione esclusa) battendo Titanic e i suoi 600.788.188 dollari, incassati nell’arco di 6 mesi di programmazione nei cinema.

Da una parte contano solo i soldi incassati e la classifica, che deve essere soltanto una perché se no si rischiano i problemi che attualmente stanno avvenendo in Italia per la presenza contemporanea di molteplici classifiche (trattati nella seconda parte del post). D’altro canto non si può non tenere conto dell’inflazione, perché i 600.8 milioni di Titanic con la moneta attuale diverrebbero ben 957.4, che gli valgono il 6° posto nella classifica dei maggiori incassi americani corretti per l’inflazione monetaria (Avatar è attualmente 21°, in salita costante. Se dovesse chiudere a 750 milioni andrebbe dritto all’11° posto). Ma chi c’è al primo posto di questa particolare classifica? Ma ovviamente il kolossal dei kolossal, Via Col Vento, che con i suoi 1.5 miliardi di dollari attuali (198 milioni non corretti) si aggiudica la prima piazza, seguito da Star Wars (1.32 miliardi), Tutti insieme appassionatamente (1.06 miliardi), E.T. (1.05 miliardi), I 10 Comandamenti (977 milioni) e da infine da Titanic.

Se però il dato di Avatar è facilmente confrontabile con quello di Titanic, in quanto sono passati solo 12 anni e la semplice matematica può essere di grande aiuto per confrontare i vari incassi e regolari a seconda del prezzo medio del biglietto negli anni di uscita, un discorso a parte lo merita Via Col Vento. E’ vero, è con tutta probabilità il film più visto della storia del cinema e non ci sono dubbi. Allo stesso tempo è giusto ricordare come ha fatto il kolossal di Fleming a raggiungere i quasi 185 milioni di spettatori che gli vengono assegnati: il tutto è avvenuto con molteplici riedizioni nei cinema nel corso delle decade (c’è una discussione piuttosto accesa ed analisi interessanti sul forum di BoxofficeMojo riguardo all’argomento). Infatti il film tra il dicembre del 1939 e la primavera del 1942 aveva già 2 diverse release nei cinema USA che avevano portato circa 52 milioni di persone nelle sale. Da notare che Titanic ha staccato in soli 6 mesi ben 130 milioni di biglietti! Mentre a Via Col Vento sono servite ben 10 riedizioni in quasi 60 anni per ottenere i record tuttora mantiene: dicembre ’39+ gennaio ’41 (52 milioni ticket), marzo ’42 (10 mil), 1947 (27 mil), 1954 (32 mil), 1961 (18 mil), 1967 (37 mil), 1974 (6.4 mil), 1989 (0.6 mil), 1998 (1.4 mil) per un totale appunto di 184.4 milioni di biglietti staccati. Anni fa le riedizioni nei cinema erano indispensabili in quanto era l’unico modo per vedere un film, solo in seguito è arrivata prima la televisione e poi l’home video (senza dimenticare che i megaschermi a colori a cui siamo abituati ci sono da pochissimi anni e la gente ai tempi piuttosto che vedere un kolossal su un piccolo 15 pollici in bianco e nero preferiva tornare al cinema). Per Avatar la stima di biglietti venduti è di circa 60.7 milioni in neanche 2 mesi di programmazione (secondo la National Association of Theater Owners): 38.7 milioni di biglietti 3D, 15.2 milioni di biglietti 2D e 6.8 milioni per la visione in IMAX 3D (un record!). Via Col Vento è sicuramente un successo senza tempo che ha attraversato generazioni per raggiungere i suoi risultati eccezionali. A Titanic ed Avatar il merito di aver raggiunto i propri successi e record in un’unica e “breve” release nei cinema.

Per quanto riguarda il mercato italiano, il film con gli incassi di oggi dovrebbe aver superato la soglia dei 40 milioni di euro in poco meno di 3 settimane di programmazione (40.2 milioni stimati). Avatar, dopo l’esordio record da 10 milioni circa, ha mantenuto un ritmo impressionante, sopratutto nei dati infrasettimanali praticamente tutti sopra il milione di euro tranne che negli ultimi giorni. Questo vuol dire che a breve, in 3-4 giorni circa, la pellicola supererà Titanic (42.337.986 di euro) nella classifica ufficiale stilata da Cinetel dei maggiori incassi nella storia del nostro boxoffice a partire dal 1995. Questa è l’unica vera classifica ufficiale degli incassi, ma non si può tralasciare il fatto che Cinetel non riesce a monitorare la totalità delle sale presenti in Italia: al momento attuale copre una percentuale superiore al 90%, ma all’epoca dell’uscita di Titanic (1998 nel nostro paese) la percentuale era decisamente inferiore. E’ stata redatta allora una classifica “ufficiosa” in cui si combina inflazione e si stima quale sarebbe l’incasso reale se le sale fossero monitorate tutte quante. In questa particolare chart Titanic svetta con oltre 63 milioni di euro, seguita da La vita è Bella con 47 milioni circa, mentre Avatar attualmente si trova in terza posizione. Un’ulteriore classifica esistente è quella fornita da Siae, ed è basata sull’effettivo numero di biglietti venduti e anche in questo caso Titanic è in prima posizione con ben 12.871.789 di biglietti. Ma per numero di biglietti esiste un’altra classifica ancora, quella stilata sempre da Cinetel, che attribuisce a Titanic “solamente” 7.921.741 biglietti venduti (con un costo medio per biglietto di 5.34 euro).
Avatar fino ad oggi ha venduto circa 4.7 milioni di biglietti (con un prezzo medio di oltre 8 euro dovuto all’inflazione e al prezzo maggiorato per il 3D).

In ogni caso possiamo discutere finché vogliamo, ma resta il fatto che il film non ha ancora finito la sua corsa e probabilmente ha ancora molta strada da fare! Quando sarà uscito di scena dalle sale si potrà fare una valutazione complessiva e conclusiva, e nell’attesa si spera che si faccia un po’ di chiarezza con queste classifiche, magari cercando di uniformarle e crearne una sola ufficiale consultabile da tutti. Intanto noi ci affidiamo alla classifica ufficiale di Cinetel.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Mindhunter: pochissime speranze per una terza stagione, la serie è troppo costosa 24 Ottobre 2020 - 8:48

Una terza stagione di Mindhunter diventa sempre più improbabile. Lo ha confermato lo showrunner David Fincher, lasciando intuire che molto probabilmente l’avventura si è conclusa definitivamente.

Nuovo intervento al cuore per Arnold Schwarzenegger 24 Ottobre 2020 - 8:45

Arnold Schwarzenegger è stato sottoposto a un altro intervento al cuore. Il motivo è stato la sostituzione di una valvola cardiaca, che gli era stata impiantata nel 1997.

Migrations – Claire Foy e Benedict Cumberbatch insieme per il film basato sul romanzo di Charlotte McConaghy 24 Ottobre 2020 - 7:21

Claire Foy e Benedict Cumberbatch reciteranno di nuovo insieme in Migrations, il film basato sul romanzo di Charlotte McConaghy

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).