L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Avatar al cinema: la parola a voi!

Di Brad.dd

Avatar Worthington 01

Venerdì 15 dicembre 2010 ore 00.01, un mese dopo che nel resto del mondo, Avatar arriva in anteprima in alcuni cinema, mentre da “oggi” pomeriggio sarà in oltre 900 sale di cui più di 400 in 3D. Questo film, con i suoi numeri e il risultato che ha già raggiunto, è un vero grande evento di cui parleremo e con cui faremo i conti per molto tempo e finalmente, da adesso, la parola passa al pubblico di casa nostra, quindi anche a voi, che potrete dirci la vostra opinione e contribuire così al dibattito che questo film ha aperto in ogni direzione.

Noi di Avatar parliamo da quasi tre anni. Con oltre 200 post e non so più quanti commenti vi abbiamo raccontato quanto possibile, con un entusiasmo che è stato amplificato dalla visione di quei primi 20 minuti che Cameron ha sapientemente mostrato in giro per il mondo questa estate, come parte di una strategia di lancio che aveva bisogno di stupire anche per convincere, per tempo, gli ultimi, scettici, proprietari di sale cinematografiche a investire sul 3D, ampliando quindi il numero di schermi in grado di proiettare il film nel nuovo formato, moltiplicandone, tra l’altro, l’incasso potenziale.

Inevitabilmente, come già era stato per Titanic, un film di tale impatto sta generando anche un’infinità di critiche ma avendolo già fatto, volendo tornarci sopra con un paio di approfondimenti e immaginando che anche voi avrete da farne, non è di queste che voglio parlare. Non voglio nemmeno fare una recensione, primo perché non so farle, secondo perché ce ne sono già tante e terzo perché sono d’accordo quasi su tutto quello che ha già scritto qui Gabriele.

Facendo qualche inevitabile spoiler, ma il il film è in sala e quindi è ora lecito dare per scontato che chi legge lo abbia visto, vorrei invece fare la mia unica, personalissima, critica ad un film che ho davvero ammirato e che avrebbe potuto essere perfetto se non fosse per una mancanza che davvero non riesco a spiegarmi.

Avatar stupisce fin da quando Jake apre gli occhi, nel primissimo fotogramma del film. E’ un epico racconto di frontiera, che esplora il futuro con più livelli di lettura pur seguendo il filo conduttore di una storia che vogliamo sentirci raccontare sempre uguale perché rassicura il bambino che è ancora in ognuno di noi. Ed è con gli occhi di quel bambino che guardiamo ammirati Pandora e le creature che lo abitano, tanto reali che non è certo solo per il 3D che crediamo di poterle toccare allungando una mano verso lo schermo che ci sta davanti.

Avatar è anche un gran bel film di guerra, di scontro, di conflitto tra civiltà, culture, banalmente tra buoni e cattivi e questo si traduce in grandissime ed indimenticabili scene d’azione e battaglia.

All’opposto dello scontro tra civiltà c’è, infine, l’incontro tra singoli. L’amicizia, l’amore. E la prima sensazione che ho avuto vendendo Avatar è che per quanto fosse tutto quanto ho scritto e detto sorpa, il film fosse anche ed innanzitutto una grande storia d’amore. E non è che non sia così: Jake e Neytiri, che io trovo meravigliosa soprattutto in lingua originale, si incontrano, si studiano, si scoprono, si avvicinano e, prevedibilmente, si allontano prima di incontrarsi di nuovo.

Avatar Saldana Worthington 31

Eppure qualcosa manca. E non c’è bisogno di leggere online che c’è una scena (di “sesso”, come avremmo titolato anche noi il post se l’avessimo fatto, perché su internet fa più traffico il sesso dell’amore) tagliata, che vedremo solo in DVD, perché l’assenza di quel momento d’unione che sigilla ogni storia d’amore è talmente palese da far domandare come sia possibile che un regista come Cameron l’abbia davvero eliminata.

Io non so se sia stato davvero il timore della censura a far eliminare quello che poteva essere il momento più alto ed emotivamente coinvolgente del film, un momento che, visto il messaggio profondo di comunione spirituale tra ogni essere vivente che Avatar tenta di trasmettere avrebbe potuto contare su una forma d’unione tra due individui che nessun altro aveva tentato prima, ma sinceramente trovo che l’assenza di quella scena sia veramente un grande peccato.

La sua importanza la si intuisce non solo dal fatto che il momento dell’incontro tra Jake e Neytiri è assolutamente troppo breve, quasi inesistente, ma anche da alcuni momenti, nelle scene successive, soprattutto quando i due confessano ai Na’vi la loro unione, in cui la reazione degli altri a quanto loro hanno fatto spiega più di mille parole quanto profonda e importante è, su Pandora, l’unione tra un Na’vi e una Na’vi, un momento che non è certo riducibile a “una scena di sesso”.

Leggendo la pagina di sceneggiatura in cui è descritta questa scena tagliata non solo si trova la scontata e prevedibile conferma di quanto l’unione tra i Na’vi sia qualcosa che anche fisicamente cerca di recuperare un concetto in cui l’incontro tra due esseri viventi va al di là del sesso, ridandogli quel significato che noi terrestri sembriamo ormai aver smarrito, ma nasce il sospetto che, per non so quale motivo, la scena non sia riuscita al meglio.

Non so se sia l’effetto della più infelice linea di dialogo del film che la pagina contiene, ma mi viene quasi il timore che il regista che ha regalato al mondo la “mano sul vetro appannato” non sia riuscito nell’intento di rendere potente quanto dovrebbe essere in teoria questo incontro, relegandolo così al DVD. Almeno è questo quel che voglio pensare, perché proprio alla storia del timore della censura non voglio credere, almeno fino a quando non la vedrò.

Questo è quel che mi è mancato in Avatar, un vero momento d’amore che sigillasse tutto quanto premesso/promesso nel film, il resto l’ho trovato perfetto e voi?

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

EXCL – Paul Rudd commenta le recenti dichiarazioni di Martin Scorsese 19 Ottobre 2019 - 19:00

Cosa pensa Ant-Man delle recenti dichiarazioni di Martin Scorsese sul mondo dei cinecomic? Abbiamo intervistato Paul Rudd, ecco le sue dichiarazioni...

Zombieland: Doppio colpo – Gli errori sul set nel nuovo video 19 Ottobre 2019 - 18:00

I protagonisti di Zombieland: Doppio colpo si divertono tra scherzi ed errori nel nuovo video ufficiale. L'uscita del film è attesa per il 14 novembre.

The Boys – Patton Oswalt nel cast della stagione 2 19 Ottobre 2019 - 17:00

Eric Kripke ha rivelato su Twitter che Patton Oswalt avrà un ruolo nella seconda stagione di The Boys, ma non sappiamo quale personaggio interpreterà.

La storia di Balle Spaziali (FantaDoc) 17 Ottobre 2019 - 10:00

Come Balle Spaziali ha fatto morire dal ridere George Lucas... e quasi fatto morire e basta Mel Brooks: storia di una parodia legata a filo doppio con la saga che l’ha ispirata.

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Il Calabrone Verde 16 Ottobre 2019 - 13:00

La storia de Il Calabrone Verde: quando Bruce Lee faceva l'autista di un vigilante mascherato, menava Batman e terrorizzava Robin...

7 cose che forse non sapevate su Goldrake 15 Ottobre 2019 - 12:00

Il prototipo, il remake di Goldrake, i nomi italiani e Lost in Translation: sette cose che forse non sapevate su Atlas Ufo Robot.