L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Meno male che ci sei, la recensione in anteprima

Di Gabriele Niola

Meno Male Che ci Sei Poster Italia 2Regia: Luis Prieto
Cast: Claudia Gerini, Chiara Martegiani, Alessandro Sperduti, Stefania Sandrelli, Gledis Cinque, Marco Giallini, Guido Caprino, Teresa Mannino, Clotilde Sabatino, Massimo De Lorenzo, Sabrina Pellegrino, Mauro Costantini
Anno: 2009

Non è certo privo di leggerezze, ingenuità e momenti poco riusciti Meno male che ci sei, eppure durante tutta la visione del film non è possibile non pensare (per lo spettatore che questo tipo di film li vuole o li deve vedere tutti) che è questo che dovrebbe fare Moccia: un cinema di poche pretese ma chiari obiettivi, che si proponga di raccontare meglio che può storie che per quanto romanzesche sappiano appassionare con compartecipazione invece che con ammirazione e che, lungi dal proporre un immaginario ristretto, riescano a parlare a tutti senza proporre ideali ma solo personaggi. Sana narrazione popolare al femminile insomma, di quelle in cui tutte le figure maschili sono in un modo o nell’altro negative, chi per dolo, chi per inconsistenza, un racconto magari facile, magari ruffiano e magari pieno anch’esso di luoghi comuni, situazioni note e dialoghi alle volte ridicoli ma se non altro autentico!

Luis Prieto non è nuovo a questo tipo di film, già è stato responsabile del disastro (non certo commerciale ma di critica ma soprattutto di pubblico) di Ho Voglia di Te, seguito di 3 Metri Sopra Il Cielo, e ora torna ad adattare un libro di successo che oltre al pubblico adolescenziale mira pure a quello più adulto.
La storia infatti è quella di una ragazza e una donna, Allegra e Luisa, che si ritrovano unite da un lutto comune, la prima ha perso i genitori in un incidente aereo mentre la seconda era l’amante del defunto padre. Sia a Luisa che ad Allegra non rimane nessun altro se non l’altra.

Il paragone con Moccia potrà suonare forzato e forse ingiusto ma in fondo pur sempre di racconti di adolescenza amorosa e problematica si parla e se si fa un confronto è solo per chiarire che film senza eccessive pretese che parlino della vita adolescenziale con sincerità sono possibili.
Tra le due protagoniste è infatti Allegra (la ragazza) la più presente e centrale per lo svolgersi del film, intorno a lei ruotano le vicende fondamentali e attraverso di lei viene vissuto ogni evento. Solo che le vicende di Allegra non hanno la patina di edulcorata da gioventù senza pensieri ma (anche prescindendo dal lutto che la colpisce ad inizio film) la problematica disperazione del vivere umano che hanno i veri personaggi dei racconti sentimentali, non fanno sconti, non temono di affondare il coltello nella piaga o di ritrarre (sebbene attraverso dialoghi e scene grossolane) ragazzi e ragazze ordinariamente cinici.

Ben intenso, Meno male che ci sei non è certo un film privo di difetti: in certi punti ha dei toni leggeri da commedia (incarnati dalle colleghe di Luisa) che non riescono mai ad essere davvero divertenti, ha delle sequenze musicali che oltre ad essere inutili sembrano videoclip di quart’ordine e una direzione degli attori abbastanza infelice. Eppure non si può negare che centri il suo obiettivo primario: parlare di due esistenze disperate, solitarie (loro malgrado) e sostanzialmente infelici che unendosi sembrano trovare un piccolo scampolo di umana serenità in un’accozzaglia di rapporti non ortodossi (e in questo non edulcorati o acquietanti) che alla fine funzionano. E questo anche grazie all’azzeccata scelta di casting della protagonista, Chiara Martegiani, dal volto non necessariamente splendido come capita in altri film ma dotata di un’aria malinconica ed infelice mai ridicola.

Anti-Moccia o parte del medesimo tipo di film? Meno male che ci sei può sparigliare le carte di un certo cinema commerciale o è destinato a diventare un altro film come molti? Qui le altre critiche


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office Italia: OLD si aggiudica anche il sabato 25 Luglio 2021 - 8:29

Old di M. Night Shyamalan continua a dimostrarsi il favorito del pubblico italiano. In seconda posizione troviamo Black Widow, seguito da I Croods 2 - Una Nuova Era.

Lucifer: svelata la data di debutto della sesta (e ultima) stagione 25 Luglio 2021 - 8:23

La sesta (e ultima) stagione di Lucifer è stata presentata durante il Comic-Con@Home. I nuovi episodi arriveranno su Netflix il 10 settembre.

The Walking Dead: ecco il trailer della Stagione 11 25 Luglio 2021 - 0:46

In occasione del Comic-Con@Home, è stato diffuso il trailer dell’undicesima (e ultima) stagione di The Walking Dead.

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.