L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Marpiccolo, la recensione

Di Gabriele Niola

Marpiccolo Poster ItalianoRegia: Alessandro Di Robilant
Cast: Giulio Beranek, Roberto Bovenga, Michele Riondino, Giorgio Colangeli, Valentina Carnelutti, Selenia Orzella, Anna Ferruzzo, Nicola Rignanese
Anno: 2009

In Italia non abbiamo un cinema di genere, o meglio non lo abbiamo più (si lo so che in teoria ancora si producono film di genere ma per decenza preferisco fingere che non vengano proprio girati), però fortunatamente esistono ancora delle nicchie più o meno di genere che affrontano determinati temi in determinate maniere disegnando nuove categorie.

Marpiccolo è a suo modo un film di un genere che sta tra il gangsteristico all’italiana, il melodrammatico e il realista. Si tratta di quei film che dipingono situazioni disperate di provincia (o meglio estrema periferia) utilizzando attori del luogo per raccontare storie di malavita con o senza redenzione (quello dipende).
Godard diceva che per fare un film servono due cose: una donna e una pistola, probabilmente aggiustando la sua provocazione si potrebbe dire che questo è indispensabile quantomeno per un film di genere e alle volte mi sembra che l’unico contesto in cui una pistola (intesa come estremizzazione del conflitto e rappresentazione della massima tensione tra il vivere il morire) non sembri ridicola in un film italiano sia questo.

Marpiccolo poi non è immune da cadute di stile e qualche fastidiosa leggerezza (almeno un paio di attori principali recitano in maniera davvero non accettabile e i dialoghi davvero potevano essere migliori) però centra in pieno le caratteristiche del suo genere, ovvero uno scenario disperato nel quale incastrare i personaggi (in questo caso la periferia di Taranto con dei terribili palazzoni e lo sfondo delle fabbriche inquinanti riprese in fantastici totali che non dimenticano mai di includere il cielo!), condizioni di vita al limite del tollerabile (povertà, mancanza di prospettive, obbligo di collusione con la mafia locale, famiglia disastrata) e una storia di fiori nel cemento.

Ecco se oggi è ancora possibile parlare di “azione” nel nostro cinema lo si può fare all’interno di queste regole e queste convenzioni. La scena della rapina in casa del boss locale (un perfetto Michele Riondino) è degna di stima e anche il modo in cui il protagonista si scontra con la violenza (dalle botte agli spari) è onesta senza mai suonare ridicola.
In più Marpiccolo è italiano nel senso migliore del termine, cioè riesce a guardare i suoi personaggi ad altezza uomo, trova senso in una lotta contro le istituzioni senza senso apparente e utilizza per i ruoli principali non attori ma corpi, non professionisti scelti per il volto che hanno per quelle facce molto più comunicative di qualsiasi altra cosa che hanno la stessa valenza in un inquadratura dei palazzoni aggressivi.
Il nostro Far West esiste ed è questo.

Cinema indipendente, cinema di battaglia e cinema d’azione. E’ questa l’ultima speranza per vedere qualcosa di diverso nel nostro paese? Qui le altre critiche

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Acapulco: il trailer della colorata serie con Eugenio Derbez, dall’8 ottobre su Apple TV+ 23 Settembre 2021 - 20:15

Apple ha diffuso il trailer di Acapulco, una nuova serie comica in lingua spagnola e inglese con Eugenio Derbez, in arrivo su Apple TV+ il prossimo 8 ottobre.

È morto Roger Michell, regista di Notting Hill 23 Settembre 2021 - 19:38

Michell aveva 65 anni; la causa della morte non è stata rivelata

So cosa hai fatto: il trailer ufficiale della serie Amazon (e la reazione del cast al trailer) 23 Settembre 2021 - 19:26

Il trailer ufficiale di So cosa hai fatto ha fatto il suo debutto nel web. E c'è anche un altro video che mostra la reazione del cast della serie al trailer.

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

Regia: Alessandro Di Robilant Cast: Giulio Beranek, Roberto Bovenga, Michele Riondino, Giorgio Colangeli, Valentina Carnelutti, Selenia Orzella, Anna Ferruzzo, Nicola Rignanese Anno: 2009 In Italia non abbiamo un cinema di genere, o meglio non lo abbiamo più (si lo so che in teoria ancora si producono film di genere ma per decenza preferisco fingere che […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.