L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Gambler, recensione dal Torino Film Festival

Di Gabriele Farina

Va bene, lo ammetto, mi affascina a tal punto Nicolas Wiending Refn da decidere di vedere anche Gambler, il documentario realizzato da Phie Ambo sul periodo senza dubbio più difficile del regista danese.

Ci racconta Refn (come sempre in sala) che la Ambo è amica di sua moglie (che poi non è sua moglie, ma questa è un’altra storia) e che si trovava a vivere a casa loro proprio nel periodo in cui Refn usciva dal terribile disastro finanziario di Fear X e per tentare di risolverlo si lanciava nella doppia produzione di Pusher 2 e Pusher 3.

gambler

Il documentario non lascia nulla al caso e racconta senza remore un momento molto difficile.
Sempre molto evidente il peso della situazione, la responsabilità che opprime Nicolas, costretto a fare un film bello, anzi due e a dover anche giustificarsi con tutti sui motivi per cui ha deciso di fare quei film.

Viene fuori un ritratto diel regista danese davvero intenso, la Ambo è brava a cogliere i particolari della vita quotidiana.
Le locandine che riempiono la casa, ad esempio. Molti di questi sono film italiani, a partire da Cannibal Holocust agli amati film di Sergio Sollima.
La capacità di Refn di gesire un difficile rapporto con gli attori non professionisti di Pusher 2, la sua abilità nel farli entrare nel ruolo e nel mediare nei confronti della stampa.

E poi ci sono le scelte registiche della Ambo a caratterizzare il suo lavoro.
Due elementi contrappuntano l’intero documentario.
Le pastiglie effervescenti (contro il mal di testa?) che continuamente vediamo tuffare e friggere in bicchieri pieni d’acqua, rappresentando perfettamente il periodo difficile del protagonista.
E poi i titoli dei giornali, che incontriamo fin dai titoli di testa, che segnano la parabola e firmano praticamente l’intero Gambler. Si parte dai trionfalistici toni per Pusher, si arriva ai titoloni che sanciscono la morte cinematografica ed economica di Refn, e si torna ai titoli entusiasti per l’uscita di Pusher 2 (per la serie: la stampa è uguale in tutto il mondo!).

Considerazione personale.
Ho molto apprezzato i momenti di gioco di Refn con la figlia (che in quel periodo aveva meno di un anno). Si vede il protagonista che la cambia, ci gioca insieme, la coccola, le chiede se vuole vedere un film con Bud Spencer!
L’impressione è che moglie e figlia siano stai fondamentali per dare la forza a Refn di venirne fuori… ma questa ho idea che sia una storia personale.

soloparolesparse

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Love in the Villa: Tom Hopper e Kat Graham nel film Netflix ambientato a Verona 20 Settembre 2021 - 21:30

Scritto e diretto da Mark Steven Johnson, il film romantico sarà girato a Verona a partire da questo mese

His Dark Materials: Sian Clifford e Jonathan Aris nel cast della stagione 3’ 20 Settembre 2021 - 21:15

Saranno due spie dei Gallivespiani, una popolazione di minuscoli umanoidi che popolano una delle Terre del mondo di Philip Pullman

Per James DeMonaco i fan degli horror (e dalla Marvel) mantengono vivo il cinema 20 Settembre 2021 - 20:30

Secondo il creatore de La notte del giudizio James DeMonaco, i fan del genere horror, con la loro passione stanno mantenendo in vita il cinema.

He-Man and the Masters of the Universe, la recensione 16 Settembre 2021 - 9:30

Un godibilissimo remake della storia di He-Man e dei Masters, per ragazzini di ogni età (pure sopra i quaranta, sì).

Guida pratica al mondo di Dune 14 Settembre 2021 - 9:15

Dai film ai videogiochi, da Star Wars a Miyazaki, tutto quello che è nato dal romanzo di Dune (che nessuno voleva pubblicare).

Star Trek, i 55 anni del sogno di Gene Roddenberry 8 Settembre 2021 - 15:51

Cinquantacinque anni fa andava in onda il primo episodio di Star Trek, "la carovana del vecchio West lanciata nello spazio".